CUORGNE' - Morgando all'Anpi: «Non uso il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica»

| Prosegue il confronto tra l'Anpi e l'ex presidente della sezione di Cuorgnč dell'associazione partigiani, Federico Morgando

+ Miei preferiti
CUORGNE - Morgando allAnpi: «Non uso il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica»
Prosegue il confronto tra l'Anpi e l'ex presidente della sezione di Cuorgnè dell'associazione partigiani, Federico Morgando, oggi dirigente scolastico di numerose scuole dell'alto Canavese. Dopo la risposta dell'Anpi, Morgando ha scritto una suo pensiero «in risposta alle affermazioni contenute nella lettera dell'Anpi Provinciale a firma Sestero/Rizzi, di commento a quanto pubblicato in data 17 gennaio dal Quotidiano Canavese». Morgando ritiente sia opportuno precisare alcuni punti. Ecco la lettera del preside con le quattro risposte da parte dell'ex presidente cuorgnatese.

«Ben conosco le linee guida che hanno in passato contraddistinto il modo di agire dell'ANPI ai vari livelli, avendo come noto ricoperto il ruolo sia di Presidente della sezione  di Cuorgnè che di membro  del comitato Provinciale di Torino. Linea che ho condiviso proprio perché apartitica e super partes, non essendo titolare io allora come oggi di alcuna tessera di partito, linea che è stata abbandonata con la nascita di questo Governo, con il quale l'Anpi si trova in disaccordo, in modo anche clamoroso, quasi su tutto, arrivando anche  a dubitare che possa definirsi antifascista chi apprezza l'operato del ministro Salvini.

Mi sono dimesso dalle cariche in Anpi, pur essendo stato eletto alla unanimità, proprio per queste ragioni dopo il cambio dei vertici nazionali e provinciali e per questi motivi non ho rinnovato la tessera, vivendo con disagio personale questa situazione.

Il riferimento alle leggi razziali del 1938 nella lettera Sestero/Rizzi e il richiamo al ruolo dei Presidi che obbedirono alle richieste in esse contenute, al fine di offendere il mio ruolo istituzionale e lavorativo, è totalmente fuori luogo: prima di tutto perché il decreto sicurezza approvato da questo Parlamento si occupa di tutt'altri argomenti e non propone in alcun modo norme di persecuzione razziale o religiosa di sorta e qualsiasi confronto è quindi impossibile e inoltre all'epoca fu approvato in uno Stato totalitario nel quale il Parlamento di fatto non esisteva mentre oggi siamo in uno Stato di diritto e il Parlamento legifera in piena democrazia , inoltre la nostra Costituzione prevede tutta una serie di controlli e di contrappesi che impediscono la creazione di norme illegittime ( dal ruolo del Presidente della Repubblica a quello della Corte Costituzionale non presente nel passato Statuto Albertino).

Respingo con sdegno l'affermazione finale di Sestero / Rizzi nella quale si adombra la possibilità che utilizzi il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica in quanto a capo di scuole nelle quali peraltro gli studenti raggiungono al massimo l'età adolescenziale, quasi che fosse impedito a un Preside esprimere il proprio pensiero in quanto non allineato con i pensatori oggi al vertice Anpi. A questo proposito noto, ma è solo una coincidenza, che il Presidente Provinciale di Torino è una ex deputata di Rifondazione Comunista, il Presidente Nazionale è una ex deputata PCI poi senatrice Gruppo Comunista e poi PDS e, volando più basso, il Presidente di sezione di Cuorgnè fu candidato a sindaco di Cuorgnè e a consigliere provinciale nelle liste dei Comunisti Italiani senza mai essere eletto. Ma questo non vuole assolutamente dire che l'Anpi sia schierata con la sinistra, ci mancherebbe».

Politica
SAN GIUSTO CANAVESE - Il ricordo di Paolo Borsellino e delle vittime della mafia davanti alla villa confiscata al boss Assisi
SAN GIUSTO CANAVESE - Il ricordo di Paolo Borsellino e delle vittime della mafia davanti alla villa confiscata al boss Assisi
«La confisca di questa villa a San Giusto Canavese e la recente cattura dopo anni di latitanza del boss del narcotraffico che l'abitava, č la prova che lo Stato vince». Queste le parole del presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia
IVREA - La Senatrice Tiraboschi ha incontrato Ivrea Soccorso
IVREA - La Senatrice Tiraboschi ha incontrato Ivrea Soccorso
L'incontro si č svolto presso nella sede dell'associazione alla presenza del presidente di Ivrea Soccorso, Lino Cortesi
LEINI - «Uniti per Leini» rivendica i lavori in corso in viale Italia
LEINI - «Uniti per Leini» rivendica i lavori in corso in viale Italia
«Č con soddisfazione che adesso si vede quanto programmato dalla giunta del sindaco Leone entrare nella fase operativa»
RIVAROLO - «Progetto memoria»: nasce la galleria dei sindaci
RIVAROLO - «Progetto memoria»: nasce la galleria dei sindaci
La «Galleria dei sindaci» sarą collocata a palazzo Lomellini sulla parete accanto alla porta d'ingresso dell'ufficio del sindaco
IVREA - Lunedi in piazza Ottinetti «Scegli il tuo brand del Canavese»
IVREA - Lunedi in piazza Ottinetti «Scegli il tuo brand del Canavese»
«Formae», un'esposizione dei progetti di place branding degli studenti del corso di Communication Design del Politecnico di Torino
CANAVESANA - Ancora ritardi, guasti e treni ko: pendolari furenti
CANAVESANA - Ancora ritardi, guasti e treni ko: pendolari furenti
«Chiediamo un intervento immediato delle istituzioni: Regione Piemonte, Cittą Metropolitana di Torino, sindaci del territorio»
CIRIE' - Lavori in corso in via Battitore: modifiche alla viabilitą
CIRIE
Saranno in ogni caso garantiti gli stalli di sosta riservati situati nelle immediate vicinanze dell’ingresso all'ospedale cittadino
CANAVESE - Andrea Cane eletto vicepresidente della commissione regionale sulla sanitą
CANAVESE - Andrea Cane eletto vicepresidente della commissione regionale sulla sanitą
L'Ingriese della Valle Soana ha accolto con un pizzico di sorpresa e con grande entusiasmo questo nuovo incarico
LEINI - Il comune aderisce al documento contro le forme di fascismo
LEINI - Il comune aderisce al documento contro le forme di fascismo
Consiglio comunale lampo per l'elezione dei rappresentanti nelle commissioni e dei rappresentanti nell'Unione dei Comuni
IVREA - «Solo autobus elettrici nella cittą patrimonio dell'Unesco»
IVREA - «Solo autobus elettrici nella cittą patrimonio dell
E' la proposta che Cgil, Cisl e Uil hanno presentato ai sindaci di Ivrea e della conurbazione che comprende altri sedici Comuni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore