CUORGNE' - Morgando all'Anpi: «Non uso il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica»

| Prosegue il confronto tra l'Anpi e l'ex presidente della sezione di Cuorgnè dell'associazione partigiani, Federico Morgando

+ Miei preferiti
CUORGNE - Morgando allAnpi: «Non uso il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica»
Prosegue il confronto tra l'Anpi e l'ex presidente della sezione di Cuorgnè dell'associazione partigiani, Federico Morgando, oggi dirigente scolastico di numerose scuole dell'alto Canavese. Dopo la risposta dell'Anpi, Morgando ha scritto una suo pensiero «in risposta alle affermazioni contenute nella lettera dell'Anpi Provinciale a firma Sestero/Rizzi, di commento a quanto pubblicato in data 17 gennaio dal Quotidiano Canavese». Morgando ritiente sia opportuno precisare alcuni punti. Ecco la lettera del preside con le quattro risposte da parte dell'ex presidente cuorgnatese.

«Ben conosco le linee guida che hanno in passato contraddistinto il modo di agire dell'ANPI ai vari livelli, avendo come noto ricoperto il ruolo sia di Presidente della sezione  di Cuorgnè che di membro  del comitato Provinciale di Torino. Linea che ho condiviso proprio perché apartitica e super partes, non essendo titolare io allora come oggi di alcuna tessera di partito, linea che è stata abbandonata con la nascita di questo Governo, con il quale l'Anpi si trova in disaccordo, in modo anche clamoroso, quasi su tutto, arrivando anche  a dubitare che possa definirsi antifascista chi apprezza l'operato del ministro Salvini.

Mi sono dimesso dalle cariche in Anpi, pur essendo stato eletto alla unanimità, proprio per queste ragioni dopo il cambio dei vertici nazionali e provinciali e per questi motivi non ho rinnovato la tessera, vivendo con disagio personale questa situazione.

Il riferimento alle leggi razziali del 1938 nella lettera Sestero/Rizzi e il richiamo al ruolo dei Presidi che obbedirono alle richieste in esse contenute, al fine di offendere il mio ruolo istituzionale e lavorativo, è totalmente fuori luogo: prima di tutto perché il decreto sicurezza approvato da questo Parlamento si occupa di tutt'altri argomenti e non propone in alcun modo norme di persecuzione razziale o religiosa di sorta e qualsiasi confronto è quindi impossibile e inoltre all'epoca fu approvato in uno Stato totalitario nel quale il Parlamento di fatto non esisteva mentre oggi siamo in uno Stato di diritto e il Parlamento legifera in piena democrazia , inoltre la nostra Costituzione prevede tutta una serie di controlli e di contrappesi che impediscono la creazione di norme illegittime ( dal ruolo del Presidente della Repubblica a quello della Corte Costituzionale non presente nel passato Statuto Albertino).

Respingo con sdegno l'affermazione finale di Sestero / Rizzi nella quale si adombra la possibilità che utilizzi il mio ruolo di Dirigente Scolastico per fare politica in quanto a capo di scuole nelle quali peraltro gli studenti raggiungono al massimo l'età adolescenziale, quasi che fosse impedito a un Preside esprimere il proprio pensiero in quanto non allineato con i pensatori oggi al vertice Anpi. A questo proposito noto, ma è solo una coincidenza, che il Presidente Provinciale di Torino è una ex deputata di Rifondazione Comunista, il Presidente Nazionale è una ex deputata PCI poi senatrice Gruppo Comunista e poi PDS e, volando più basso, il Presidente di sezione di Cuorgnè fu candidato a sindaco di Cuorgnè e a consigliere provinciale nelle liste dei Comunisti Italiani senza mai essere eletto. Ma questo non vuole assolutamente dire che l'Anpi sia schierata con la sinistra, ci mancherebbe».

Politica
SERVIZIO CIVILE - Il Telefono Azzurro seleziona 70 ragazzi per il Servizio Civile Universale
SERVIZIO CIVILE - Il Telefono Azzurro seleziona 70 ragazzi per il Servizio Civile Universale
Le candidature dovranno essere consegnate entro le ore 14:00 del 10 ottobre 2019 attraverso le modalità indicate sul sito www.azzurro.it
SALERANO - Inaugurato il «pensatoio»: sarà un centro culturale
SALERANO - Inaugurato il «pensatoio»: sarà un centro culturale
Le cinque pareti dell'edificio sono avvolte per intero da un articolato murale di circa 50 metri quadri realizzato da Eugenio Pacchioli
TORINO-AOSTA - Concessioni, la Regione contro il Ministero
TORINO-AOSTA - Concessioni, la Regione contro il Ministero
«Stupore e amarezza» per il bando di gara sulle concessioni della tangenziale di Torino, della A21 e della A5 Torino-Quincinetto
CERESOLE - Parchi, più sviluppo e meno divieti: il modello sarà il Gran Paradiso
CERESOLE - Parchi, più sviluppo e meno divieti: il modello sarà il Gran Paradiso
«È necessario ricorrere ad un nuovo modello di sviluppo partendo dal contatto diretto con le popolazioni che insistono sul territorio, cercando di portare sviluppo e non divieti, incentivando attività locali»
BORGARO - Consegnati i «pacchi di benvenuto» ai piccoli borgaresi
BORGARO - Consegnati i «pacchi di benvenuto» ai piccoli borgaresi
Sono 32 i bambini nati a Borgaro tra il 1 aprile e il 31 luglio di quest'anno che hanno ricevuto il dono di benvenuto dal Comune
PONTE PRETI - Dopo le (solite) promesse non si è mosso nulla...
PONTE PRETI - Dopo le (solite) promesse non si è mosso nulla...
Una delegazione del Club Turati incontrerà il 24 settembre, in consiglio regionale, l'assessore alle infrastrutture Marco Gabusi
IVREA - Crisi Manital, Regione a muso duro contro il Ministero
IVREA - Crisi Manital, Regione a muso duro contro il Ministero
Sul delicato caso Manital dura presa di posizione dell'assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, nei confronti del Mise
TORINO-AOSTA - Pubblicato il bando per le concessioni della A5
TORINO-AOSTA - Pubblicato il bando per le concessioni della A5
Il Pd: «Un anno e mezzo di tempo sprecato ma finalmente il tempo è tornato a scorrere all'interno del Ministero dei Trasporti»
INGRIA - Torna la gara di rutti e al via la piattaforma «Ruttou»
INGRIA - Torna la gara di rutti e al via la piattaforma «Ruttou»
La manifestazione, associata come sempre alla gustosa e tradizionale Sagra della polenta, diventa anche un tema politico
IVREA - Crisi Manital: l'azienda sta pagando gli stipendi arretrati. «Situazione economica in linea con il budget»
IVREA - Crisi Manital: l
«Manitalidea Spa non è sottoposta ad alcuna procedura concorsuale e anzi ha fornito nelle sedi competenti evidenze documentali atte a dimostrare l'insussistenza di tensioni economico-finanziarie irreversibili»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore