CUORGNE' - Niente marciapiede in localitą Pedaggio

| Gli attivisti del Movimento 5 Stelle, supportati da un centinaio di firme raccolte tra i residenti della zona, rispondono al Comune

+ Miei preferiti
CUORGNE - Niente marciapiede in localitą Pedaggio
Niente marciapiede in località Pedaggio. Gli attivisti del Movimento 5 Stelle, supportati da un centinaio di firme raccolte tra i residenti della zona, rispondono al Comune che, per ora, non realizzerà l'opera.
 
«Pur riconoscendo lo sforzo compiuto dall'amministrazione per il posizionamento dei dossi rallentatori del traffico, e un lieve miglioramento dell’illuminazione pubblica su via Rosselli, preme considerare che la via in oggetto non è dotata di marciapiede rialzato, ed è una strada soggetta ad alto traffico veicolare, dove l'unica salvezza per pedoni e ciclisti è camminare sui cigli stradali, spesso impraticabili per erba alta e per la presenza di un fosso della profondità di circa 1,5 metri; è la via principale di collegamento tra il centro di Cuorgnè con la frazione Salto; è caratterizzata da un frequentissimo passaggio pedonale, sia di persone, ma anche e soprattutto di bambini e ragazzi in età scolastica. Tenendo conto che per puro caso finora non si sono verificati incidenti gravi, riteniamo assolutamente urgente che l’amministrazione comunale intervenga per mettere in sicurezza la viabilità pedonale della via». 
 
Preso atto che il marciapiede, per ora, non si farà, gli attivisti propongono una soluzione alternativa. «Non fosse possibile per motivi di costi elevati la costruzione di un marciapiede rialzato e pavimentato, chiediamo di considerare l’opportunità di realizzare un percorso pedonale delimitato (almeno nei tratti più pericolosi della via) sopra al fosso esistente, prevedendo quindi di intubarlo». 
Dove è successo
Politica
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
L'assessora al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, ha confermato la disponibilitą ad aprire un tavolo tecnico
PONT - Finanziato l'inizio dei lavori per la Sp47 della Valle Soana
PONT - Finanziato l
Primi passi avanti nel progetto relativo alla strettoia verso la Valle Soana. Ora č atteso il via libera per l'inizio del cantiere
IVREA - Un nuovo direttivo per l'associazione Casa delle donne
IVREA - Un nuovo direttivo per l
La Casa č un luogo dove ogni donna puņ trovare ascolto per i propri problemi, contare sulla disponibilitą delle altre
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
Il nuovo Comune di Mappano si č dotato degli strumenti fondamentali per poter operare nella pienezza dei suoi poteri
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
Lo chiede con forza l'Uncem a nome di tutte le Unioni montane di Comuni della Cittą metropolitana di Torino
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
Tra i divieti c'č anche quello del gioco del pallone nelle aree "non appositamente predisposte". Molti mappanesi scettici
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
L'intervento urbanistico simbolo dell'attuale giunta č ancora al palo. Lo ha confermato, in consiglio, l'assessore Francesco Diemoz
BOSCONERO - Nuovi impianti Enel: cala la bolletta del Comune
BOSCONERO - Nuovi impianti Enel: cala la bolletta del Comune
I nuovi sistemi a led consentiranno all'amministrazione un risparmio di circa il 58% sui consumi di energia per l'illuminazione
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: Zucco Chiną cita Fantozzi, la Vittone chiede l'esonero di Leone
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: Zucco Chiną cita Fantozzi, la Vittone chiede l
La maggioranza ha passato le cinque ore di discussione a tentare di schivare le tonnellate di sterco partite dai banchi dell'opposizione. Non sempre riuscendo nell'impresa...
CASTELLAMONTE - Appalto sospetto: la procura chiede il rinvio a giudizio per Mascheroni, Maddio e Maggiotti
CASTELLAMONTE - Appalto sospetto: la procura chiede il rinvio a giudizio per Mascheroni, Maddio e Maggiotti
Dopo due anni di indagini la procura di Ivrea ha chiesto il rinvio a giudizio per tre delle cinque persone indagate per turbativa d’asta e falso ideologico. Chiesta archiviazione per Bersano e Savoia Carlevato
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore