CUORGNE' - «Non sacrificate l'asilo nido comunale» - FOTO

| Sala gremita per il consiglio comunale aperto sull'asilo «Gli Sbirulini»

+ Miei preferiti
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO
Finisce con i ringraziamenti da una parte e dall’altra il consiglio comunale aperto sul futuro dell’asilo nido “Gli sbirulini”. Il Comune vuole privatizzare per contenere i costi. Genitori, insegnanti e i gruppi di minoranza si oppongono. Ma c’è anche un discorso di affetto, da parte dell’intera comunità di Cuorgnè sull’asilo nido comunale, come dimostrano le 700 firme raccolte dal comitato «Pro Sbirulini». Le parti, per il momento, sono ancora distanti. Nel senso che l’amministrazione comunale, per andare incontro alla richiesta primaria dei genitori, dovrà per forza di cose operare un clamoroso passo indietro.
 
In caso contrario l’auspicio è che si proceda aprendo un serio confronto con le famiglie. Quello che, fino al consiglio comunale dell’altra sera, è mancato. «Finalmente questa sera c'è stato un dibattito aperto e democratico tra cittadini e amministrazione – scrivono dal comitato subito dopo l’incontro - nell'attesa di ricevere le risposte alle richieste che sono state fatte vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e tutti coloro che con i loro interventi hanno dato un prezioso contributo. Ringraziamo anche i consiglieri di minoranza che, richiedendo il consiglio comunale aperto, hanno permesso che questa serata avvenisse. Ringraziamo molto il sindaco Pezzetto e la giunta per aver ascoltato le nostre richieste e dato risposte alle nostre domande. Un ringraziamento particolare va alla professoressa Braggio che ci ha ricordato come non troppo tempo fa si investiva con coraggio creando strutture di eccellenza. Speriamo vivamente che l'asilo nido comunale di Cuorgne possa restare una eccellenza del territorio».
 
Ma cosa chiedono mamme e papà? Il mantenimento dell’attuale struttura (maestre comprese) fino alla fine dell’anno scolastico perché sarebbe un trauma per i bimbi cambiare insegnanti. Soprassedere alla privatizzazione per cercare insieme soluzioni alternative. Partecipare alla stesura del bando qualora il Comune non trovasse altre vie di uscita. 
«Mi rendo conto che si tratti di una scelta impopolare – ha detto il sindaco Beppe Pezzetto – sarebbe stato più facile non affrontare il problema. Questa non è una scelta per il privato perché è meglio del pubblico. Purtroppo c’è una situazione che va affrontata: il Comune spende 8300 euro all'anno per bambino. Così non ce la facciamo è il comune deve tutelare tutti i cittadini».
 
L’amministrazione, tra l’altro, dopo una prima ipotesi che prevedeva l’esternalizzazione del servizio con cessione del personale comunale, ha già corretto il tiro, decidendo di trasferire mediante mobilità interna il personale in servizio ad altri servizi comunali (in accordo con le rappresentanze sindacali e con il personale coinvolto), e di indire una gara pubblica per l’individuazione di un gestore “privato” che utilizzerà i locali del Comune in locazione. Il bando di gara, per il momento, è in fase di studio. In ogni caso l’amministrazione si è presa una settimana di tempo per decidere il da farsi.
Galleria fotografica
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 1
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 2
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 3
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 4
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 5
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 6
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 7
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 8
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 9
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 10
Politica
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
Militanti di CasaPound e residenti hanno svolto un presidio in strada «per dire basta al degrado e all'escalation di violenza»
CUORGNE' - Torna a vivere l'area verde della Manifattura - FOTO A CONFRONTO
CUORGNE
Da sabato l'area di fronte alla Manifattura, il cosiddetto «arcipelago dello sport», è a disposizione dei cittadini cuorgnatesi
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
I destinatari delle ingiunzioni erano già stati raggiunti in passato dagli avvisi di accertamento per lo stesso motivo. Entro il mese di dicembre saranno circa 700 mila le raccomandate recapitate nelle case dei piemontesi...
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
Silvia Cossu era la prima non eletta della lista del Movimento 5 Stelle nelle elezioni. Subentra a Carlotta Trevisan
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
Torella, già dirigente provinciale di SeL, ha accettato l'incarico affidatogli assumendo l'impegno a una gestione unitaria
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
«Siamo un gruppo di giovani che vuole costruire opportunità sul territorio» ha detto il riconfermato segretario del partito di Renzi
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
Avevano ragione i lavoratori: il trasferimento deciso da Vodafone per 19 di loro era illegittimo. Questa mattina il giudice del Lavoro ha dato torto all'azienda telefonica che, due mesi fa, aveva spedito 19 dipendenti da Ivrea a Milano
RIVAROSSA - Comune commissariato: arriva il viceprefetto Accardi
RIVAROSSA - Comune commissariato: arriva il viceprefetto Accardi
Il paese andrà quindi alle urne alla prossima tornata elettorale utile, quindi già nella primavera del 2018. Con un anno di anticipo
RIVAROLO - Sul piano regolatore i tanti dubbi di Rivarolo Sostenibile
RIVAROLO - Sul piano regolatore i tanti dubbi di Rivarolo Sostenibile
Il gruppo di minoranza rende note le proprie osservazioni sulle tematiche presenti nella variante della giunta Rostagno
IVREA - Apre la sede di «ViviamoIvrea»
IVREA - Apre la sede di «ViviamoIvrea»
L'apertura di uno spazio indipendente consentirà all’associazione di essere ancora più presente in città e a disposizione di cittadini, enti, associazioni
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore