CUORGNE' - «Non sacrificate l'asilo nido comunale» - FOTO

| Sala gremita per il consiglio comunale aperto sull'asilo «Gli Sbirulini»

+ Miei preferiti
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO
Finisce con i ringraziamenti da una parte e dall’altra il consiglio comunale aperto sul futuro dell’asilo nido “Gli sbirulini”. Il Comune vuole privatizzare per contenere i costi. Genitori, insegnanti e i gruppi di minoranza si oppongono. Ma c’è anche un discorso di affetto, da parte dell’intera comunità di Cuorgnè sull’asilo nido comunale, come dimostrano le 700 firme raccolte dal comitato «Pro Sbirulini». Le parti, per il momento, sono ancora distanti. Nel senso che l’amministrazione comunale, per andare incontro alla richiesta primaria dei genitori, dovrà per forza di cose operare un clamoroso passo indietro.
 
In caso contrario l’auspicio è che si proceda aprendo un serio confronto con le famiglie. Quello che, fino al consiglio comunale dell’altra sera, è mancato. «Finalmente questa sera c'è stato un dibattito aperto e democratico tra cittadini e amministrazione – scrivono dal comitato subito dopo l’incontro - nell'attesa di ricevere le risposte alle richieste che sono state fatte vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e tutti coloro che con i loro interventi hanno dato un prezioso contributo. Ringraziamo anche i consiglieri di minoranza che, richiedendo il consiglio comunale aperto, hanno permesso che questa serata avvenisse. Ringraziamo molto il sindaco Pezzetto e la giunta per aver ascoltato le nostre richieste e dato risposte alle nostre domande. Un ringraziamento particolare va alla professoressa Braggio che ci ha ricordato come non troppo tempo fa si investiva con coraggio creando strutture di eccellenza. Speriamo vivamente che l'asilo nido comunale di Cuorgne possa restare una eccellenza del territorio».
 
Ma cosa chiedono mamme e papà? Il mantenimento dell’attuale struttura (maestre comprese) fino alla fine dell’anno scolastico perché sarebbe un trauma per i bimbi cambiare insegnanti. Soprassedere alla privatizzazione per cercare insieme soluzioni alternative. Partecipare alla stesura del bando qualora il Comune non trovasse altre vie di uscita. 
«Mi rendo conto che si tratti di una scelta impopolare – ha detto il sindaco Beppe Pezzetto – sarebbe stato più facile non affrontare il problema. Questa non è una scelta per il privato perché è meglio del pubblico. Purtroppo c’è una situazione che va affrontata: il Comune spende 8300 euro all'anno per bambino. Così non ce la facciamo è il comune deve tutelare tutti i cittadini».
 
L’amministrazione, tra l’altro, dopo una prima ipotesi che prevedeva l’esternalizzazione del servizio con cessione del personale comunale, ha già corretto il tiro, decidendo di trasferire mediante mobilità interna il personale in servizio ad altri servizi comunali (in accordo con le rappresentanze sindacali e con il personale coinvolto), e di indire una gara pubblica per l’individuazione di un gestore “privato” che utilizzerà i locali del Comune in locazione. Il bando di gara, per il momento, è in fase di studio. In ogni caso l’amministrazione si è presa una settimana di tempo per decidere il da farsi.
Galleria fotografica
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 1
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 2
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 3
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 4
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 5
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 6
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 7
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 8
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 9
CUORGNE - «Non sacrificate lasilo nido comunale» - FOTO - immagine 10
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della cittą
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della cittą
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciņ che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il pił possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, cittą dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi č stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte č diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco č chiaro e sarą discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore