CUORGNE' - Può riaprire il punto nascite dell'ospedale?

| Il governo Renzi torna sulla chiusura dei reparti con meno di 500 nascite all'anno. Il Movimento 5 Stelle chiede a Saitta di condividere la battaglia

+ Miei preferiti
CUORGNE - Può riaprire il punto nascite dellospedale?
Il sottosegretario alla sanità del governo Renzi, Vito De Filippo, rispondendo a un'interrogazione a tema, ha parlato dell'aggiornamento di requisiti e standard ospedalieri per i punti nascite con meno di 500 parti all'anno di territori montani e aree disagiate. «Tali dichiarazioni - dice Stefania Batzella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle - riaprono completamente la partita dei punti nascite in tutta la Regione». Tra questi, ovviamente, anche quello di Cuorgnè che ha chiuso meno di un anno fa nonostante le raccolte firme degli utenti e le numerose polemiche.
 
«Proprio per questo abbiamo depositato un ordine del giorno in coerenza con quanto da noi sempre sostenuto e da quanto affermato dal sottosegretario alla Sanità - dice il consigliere regionale - il documento prevede l'impegno da parte dell'assessore e della Giunta a chiedere presso le sedi competenti la revisione degli standard ospedalieri e conseguentemente della Dgr 600. Sul fronte dei Punti nascite montani si prevede quindi un autunno caldo». Il Movimento chiederà all'assessore alla sanità Antonio Saitta di condividere la battaglia.
 
Nello specifico, il sottosegretario Vito De Filippo ha confermato che l'accordo sottoscritto nel 2010 in merito alle «misure di politica sanitaria e di accreditamento», ha previsto la chiusura dei punti nascita con un volume di attività inferiore a 500 parti all'anno, in quanto non in grado di garantire sicurezza per la madre ed il neonato, ed è stata prevista l'adozione di stringenti criteri per la riorganizzazione della rete assistenziale, fissando il numero di almeno 1000 parti annui quale parametro a cui tendere, al fine di garantire alla donna ed al neonato un'assistenza di livello elevato.
 
«Le scelte programmatorie e organizzativo gestionali in tema di sanità sono in carico alle Regioni» ha sottolineato il sottosegretario, ribadendo lo stesso accordo «ha previsto la persistenza di punti nascita in deroga al volume minimo di 500 parti all'anno, esclusivamente in caso di situazioni orografiche critiche, ovvero in presenza di aree geografiche notevolmente disagiate, a condizione che in tali strutture siano garantiti tutti gli standard organizzativi, tecnologici e di sicurezza». L'ospedale di Cuorgnè rientra in un'area geografica disagiata, a fronte delle valli di montagna e della distanza dagli altri ospedali del Canavese (Ivrea, ovviamente, ma anche Chivasso e Ciriè). Tra l'altro il punto nascite di Cuorgnè, nell'ultimo periodo, complice la chiusura provvisoria dell'ostetricia di Ivrea, aveva anche superato la soglia dei 500 parti all'anno.
Dove è successo
Politica
PARELLA - I finalisti del Premio Strega ospiti domenica al castello
PARELLA - I finalisti del Premio Strega ospiti domenica al castello
Stefano Petrocchi, Helena Janeczek, Marco Balzano, Sandra Petrignani, Lia Levi e Carlo D'Amicis daranno voce ai loro libri
VOLPIANO - Fallimento Comital: «Se ne occupi il Ministro Di Maio»
VOLPIANO - Fallimento Comital: «Se ne occupi il Ministro Di Maio»
Oggi Anna Rossomando del Pd, vicepresidente del Senato, ha chiesto l'intervento del Ministro del lavoro pentastellato
IVREA - L'Uncem torna a chiedere un impegno per la «città delle Alpi»
IVREA - L
«Riportiamo nel dibattito politico comunale il ruolo che la città deve assumere nei confronti dei territori circostanti»
CASTELLAMONTE - Bozzello furente: «Noi Socialisti umiliati da Mazza»
CASTELLAMONTE - Bozzello furente: «Noi Socialisti umiliati da Mazza»
I socialisti lamentano una totale esclusione da parte dell'attuale amministrazione. «Non erano di certo queste le basi di «collaborazione attiva» tra noi e il Pd»
CIRIACESE - Un milione e mezzo di euro per le nuove piste ciclabili
CIRIACESE - Un milione e mezzo di euro per le nuove piste ciclabili
Francesca Bonomo, deputata del Partito Democratico, plaude al via libera arrivato dalla Giunta Regionale del Piemonte
CASTELLAMONTE - I vigili urbani traslocano e tornano in centro
CASTELLAMONTE - I vigili urbani traslocano e tornano in centro
Il comando della polizia municipale, trasferito dalla precedente amministrazione alla scuola Cresto, si sposta in municipio
IVREA - Striscione per Regeni: lettera a prefetto e questore di Torino
IVREA - Striscione per Regeni: lettera a prefetto e questore di Torino
Marco Grimaldi, Segretario regionale Sinistra Italiana, ha scritto una lettera urgente a prefetto e questore sui fatti di Ivrea
RIVAROLO - Tumori: parte l'indagine dell'Asl To4 sul territorio
RIVAROLO - Tumori: parte l
L'azienda sanitaria ha avviato uno studio di epidemiologia analitica in modo da valutare l'impatto dell'inquinamento
LOCANA - L'estate in montagna diventa un contest su Instagram
LOCANA - L
Sono molti i modi di vivere la montagna: l'ufficio del Turismo di Locana ha deciso di condividere e far condividere le esperienze estive su Instagram, il popolare social network fotografico
IVREA - Ballottaggio: l'appello di Sertoli «per il cambiamento»
IVREA - Ballottaggio: l
«Mi rivolgo a quel 65% degli elettori che al primo turno hanno votato in discontinuità con l'attuale amministrazione»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore