CUORGNE' - Sopralluogo della Regione al teatro comunale Pinelli

| Un sopralluogo richiesto gią a novembre dai consiglieri Daniele Valle del Partito Democratico e Mauro Fava della Lega

+ Miei preferiti
CUORGNE - Sopralluogo della Regione al teatro comunale Pinelli
Il 31 gennaio, alle ore 10, è stato calendarizzato il sopralluogo della commissione Cultura del Consiglio Regionale al teatro Pinelli di Cuorgnè. Un sopralluogo richiesto già nel mese di novembre dai consiglieri Daniele Valle del Partito Democratico e Mauro Fava della Lega, soprattutto per approfondire l’iter dei Fondi FSC già destinati nella scorsa legislatura alla ristrutturazione del Teatro Comunale ed esaminare le ulteriori necessità del territorio. «Una favolosa struttura ottocentesca, un teatro unico nel suo genere, ricavato all’interno di una Chiesa seicentesca parte di un convento di monache benedettine, che non si merita di essere in parte inagibile e aperto solo in occasione di particolari eventi - affermano i consiglieri regionali Mauro Fava e Daniele Valle - siamo molto soddisfatti che la Commissione Cultura abbia calendarizzato la visita, dimostrando sensibilità e attenzione: è fondamentale che anche gli altri consiglieri si rendano conto della situazione».
 
Se è vero che le prime testimonianze di attività teatrale a Cuorgnè risalgono al 1752, nei saloni della parrocchia, la città ha dovuto attendere quasi un secolo per il teatro vero e proprio. E’ il 1864 quando il consiglio comunale decide di convertire la chiesa del convento per realizzare un «teatro all’italiana», incastrato nella navata centrale. Del progetto se ne occupa Pier Giuseppe Zerboglio, che riesce a realizzare una struttura «con platea a ferro di cavallo, due ordini di gallerie e quattro palchi di proscenio». Il 30 novembre 1866, l’Accademia Filarmonica di Cuorgnè, inaugura il teatro accompagnando Francesco Mottino che recita Shakespeare. Quel teatro è più o meno lo stesso che è sopravvissuto fino ai giorni nostri. Le uniche modifiche, sempre curate da Pier Giuseppe Zerboglio, risalgono al 1886, anno in cui il Comune, ultimati i lavori, si assume la gestione diretta della struttura.
 
Nel 1919 il teatro viene «esternalizzato»: Giuseppe Berta e Alberto Fuiani portano a Cuorgnè le prime proiezioni cinematografiche. La gestione passa poi a Fernando Perona, della storica famiglia che ancora oggi, in città, gestisce il «Margherita» e che proprio l’anno scorso ha festeggiato cento anni di cinema a Cuorgnè. Proprio l’avvento della «settima arte» condanna il piccolo teatro di piazza Boetto ad un inevitabile oblio. Servono più posti a sedere, migliori dotazioni tecnologiche e di sicurezza. La famiglia Perona investe nell’omonima sala di via Torino che apre nel 1949. Per vent’anni il teatro resta attivo ma il passaggio di proprietà è dietro l’angolo. Tra il 1971 e il 1976 la struttura passa alla Pro loco che torna a promuovere la funzione teatrale originaria e realizza un primo intervento di restauro. La tragedia del Cinema Statuto di Torino, nel 1983, però, chiude anzitempo l’attività del comunale di Cuorgnè.
Politica
CHIVASSO - Avviso Cantiere di lavoro per quattro operai over 58
CHIVASSO - Avviso Cantiere di lavoro per quattro operai over 58
Progetto destinato a 4 persone disoccupate per lavori di sorveglianza e prevenzione a tutela dei cittadini e del patrimonio
CANAVESE - Sulla legge abbruciamenti agricoli Legambiente dice No
CANAVESE - Sulla legge abbruciamenti agricoli Legambiente dice No
La Regione ha approvato una legge per la quale Il divieto di abbruciamento di materiale vegetale potrą essere derogato
IVREA - Marcia a sorpresa, «Cambiamo!» difende il sindaco Sertoli
IVREA - Marcia a sorpresa, «Cambiamo!» difende il sindaco Sertoli
«Si sta cavalcando per ragioni di speculazione politica una situazione che non poteva essere gestita in modo diverso» dice Borla
IVREA - Marcia a sorpresa, opposizioni contro il sindaco Sertoli
IVREA - Marcia a sorpresa, opposizioni contro il sindaco Sertoli
«In piena emergenza il sindaco Sertoli ha dato prova di grave mancanza di adeguatezza per il suo ruolo istituzionale»
IVREA - Stop Carnevale: Giglio Vigna chiede al Governo un intervento
IVREA - Stop Carnevale: Giglio Vigna chiede al Governo un intervento
«Dopo lo stop obbligato resta la preoccupazione per il danno economico a carico di esercizi ed imprese di Ivrea e Canavese»
IVREA - Un corteo spontaneo ha salutato Mugnaia e Generale
IVREA - Un corteo spontaneo ha salutato Mugnaia e Generale
Articolo Uno Ivrea critica il sindaco presente alla manifestazione: «Prima sospende il carnevale poi disattende l'ordinanza»
LEINI - Cantieri di lavoro per over 58: quattro posti disponibili
LEINI - Cantieri di lavoro per over 58: quattro posti disponibili
La partecipazione č riservata a cittadini leinicesi: due posti per attivitą di archivio e due per il patrimonio ambientale
CORONAVIRUS - Scuole chiuse in tutto il Piemonte per una settimana
CORONAVIRUS - Scuole chiuse in tutto il Piemonte per una settimana
Il presidente della Regione, insieme al Prefetto di Torino e all'assessore alla Sanitą, anticipa che verranno chiuse le scuole
VOLPIANO - Bambini e ragazzi dicono «No» alla plastica - FOTO
VOLPIANO - Bambini e ragazzi dicono «No» alla plastica - FOTO
1.200 studenti hanno sfilato per le vie del paese, raggiungendo il Municipio per gettare la plastica e ricevere una borraccia
RIVAROLO - All'Aldo Moro autogestione con Blengini e Croce Rossa
RIVAROLO - All
I ragazzi e le ragazze si sono alternati nelle aule per seguire i laboratori, i tornei e i giochi ispirati allo sport e all'ambiente
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore