DISASTRO ASA - «Meglio trattare con Ambrosini». Adesso i sindaci sperano in un ampio sconto

| Tra i 37 milioni richiesti dal commissario e i 6 che sembrano essere la base di partenza ipotizzata da alcune amministrazioni, c’è un dislivello di 31 milioni. Su quelli si dovrà lavorare con la diplomazia

+ Miei preferiti
DISASTRO ASA - «Meglio trattare con Ambrosini». Adesso i sindaci sperano in un ampio sconto
Meglio trattare con Ambrosini. Il ricorso in appello solo se le cose dovessero prendere una brutta piega. E' il riassunto dell'ennesimo summit tra i sindaci che l'altra sera a Rivarolo Canavese hanno espresso finalmente una posizione (quasi) unitaria per rispondere ai 37 milioni di euro che il lodo Asa ha sancito debbano essere pagati dai soci per estinguere il debito del consorzio pubblico fallito. Soci che sono, ovviamente, Comuni e Comunità montane. Ora: per evitare che tutto questo, alla fine, pesi sulle tasche dei cittadini, la soluzione è quella di trattare con Ambrosini. Con l'obiettivo di ottenere uno sconto sulla cifra complessiva da pagare.
 
«Ambrosini ha confermato la sua disponibilità a trattare – ha detto l’altra sera il primo cittadino di Rivarolo, Alberto Rostagno – conosciamo le difficoltà delle amministrazioni pubbliche e le conosce anche il commissario. Meglio trovare un accordo». Diversi sindaci dell’alto Canavese, soci dell’Asa, si sono detti disponibili ad aprire le trattative. Tra i 37 milioni richiesti dal commissario e i 6 che sembrano essere la base di partenza ipotizzata da alcune amministrazioni, c’è un dislivello di 31 milioni. Su quelli si dovrà lavorare con l’auspicio di ottenere un notevole sconto. «Qualche sindaco è ancora dubbioso perché non vuole accollarsi responsabilità di chi magari lo ha preceduto – dice Rostagno – io stesso sono arrivato solo un anno e mezzo fa, ma è chiaro che, a fronte di quello che è successo, non possiamo più permetterci di rinviare la decisione». 
 
I dubbi sul ricorso in appello contro il lodo che ha sentenziato la colpevolezza (almeno economica) delle amministrazioni pubbliche non darebbe garanzie anche se diversi studi legali hanno fatto presente che c'è una concreta possibilità di vincere. In caso di esito positivo, però, i debiti non verrebbero cancellati ma si passerebbe a un processo giudiziario in sede civile. L'iter, insomma, ricomincerebbe da capo. «Impugneremo il lodo se non troveremo l’accordo con il commissario – chiarisce Rostagno – dopo Pasqua, se arriverà il via libera dai commissari delle tre Comunità montane socie Asa, andremo da Ambrosini per parlare di cifre. Fino a questo momento non lo abbiamo fatto». 
Dove è successo
Politica
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista: il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista: il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Si vanta di essere fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Si vanta di essere fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
CASTELLAMONTE - Addio zona blu dal 6 novembre: Mazza conferma
Non sarà rinnovato il contratto con la ditta che gestisce i parcheggi a pagamento. Dopo tre anni le strisce torneranno bianche
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell'ex Asa: «La scelta resta inopportuna»
CASO SMAT - Rostagno ribadisce il suo No alla nomina dell
E sulla difesa di Chiono, Rostagno rivela un particolare: «Chiono è stato di Sessa anche il testimone di nozze. Non mi stupisce questa sua difesa d'ufficio». Alla fine la Appendino ha deciso di non recepire il suggerimento di Rostagno
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
CASO SMAT - Chiono attacca Rostagno e difende Appendino: «Dal sindaco di Rivarolo lettera menzognera»
Durissima lettera del sindaco di Busano contro il collega di Rivarolo in merito alla nomina di un ex Asa per la Smat: «Non si è documentato ed esprime giudizi, oltretutto inviando un documento menzognero ai colleghi sindaci»
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
IVREA - La biblioteca è senza il certificato prevenzione incendi
Una carenza gravissima che è oggetto della mozione presentata dai consiglieri comunali Francesco Comotto e Alberto Tognoli
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'è ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
CUORGNE' - Successo per le feste nelle frazioni: Pezzetto ringrazia i volontari
CUORGNE
«Mi sembra il minimo ringraziare tutti quei volontari che in modo gratuito si sono prestati in questo mese di luglio per animare le rispettive frazioni»
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
Sul nome di Fabio Sessa, indicato dal sindaco di Torino, Chiara Appendino, per il nuovo vertice della Smat, scoppia la rivolta dei sindaci dell'alto Canavese. Pronto il voto contrario se Torino non cambierà il candidato
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
Il sindaco Pasquale Mazza garantisce: «Stiamo già lavorando per dare la giusta continuità alle nostre tradizioni»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore