DISASTRO ASA - Pezzetto contro Vacca Cavalot: «Lei dov'era?»

| Il consiglio comunale, penultimo dell'amministrazione Pezzetto, si č chiuso l'altra sera con la lunga discussione sull'Asa

+ Miei preferiti
DISASTRO ASA - Pezzetto contro Vacca Cavalot: «Lei dovera?»
Il consiglio comunale di Cuorgnè, il penultimo dell'amministrazione Pezzetto, si è chiuso l'altra sera con la lunga discussione relativa al disastro dell'Asa. Non sono mancate le accuse reciproche. Parlando dei debiti accumulati nel 2008 dall'ex consorzio pubblico, circostanza riportata dall'ex sindaco Giancarlo Vacca Cavalot, l'attuale primo cittadino non ha mancato di chiedere al suo predecessore quale impegno era stato profuso dal Comune (e, in particolare, dall'allora sindaco) per evitare quanto poi accaduto. «Il lodo arbitrale è un capolavoro di giurisprudenza» ha detto Cavalot, parlando dei 37 milioni di euro che gli enti locali (in teoria) saranno chiamati a pagare per ripianare i debiti dell'Asa.
 
«Un lodo che ratifica in pieno le teorie di Ambrosini che gravano sugli unici soggetti solvibili, ovvero i Comuni». Cavalot ha ribadito che il Comune di Cuorgnè chiese ripetutamente di poter visionare i bilanci dell'Asa ma che, in tutte quelle occasioni, nessuno li fornì ufficialmente all'ente. Di più: al momento della ricapitalizzazione, anche Cuorgnè si oppose. Il buco, inizialmente stimato in 10 milioni di euro, si allargò poi a dismisura arrivando alle proporzioni attuali. «Ci dissero che era tutto in regola» ha ribadito Cavalot. Qualcosa, insomma, in quei bilanci non era stato riportato correttamente se poi l'Asa si è trovata sommersa dai debiti. Nessuno, però, se ne preoccupò davvero. Anzi, tutti fecero orecchie da mercante.
 
«In questo momento la comunità montana è ancora attiva e per noi è un bene, comunque ci stiamo adoperando in via prudenziale - ha sottolineato il sindaco Pezzetto - anche prima del pronunciamento del lodo. E' stato sentito dalla commissione il commissario liquidatore. La Comunità montana ha un 25% delle quote di Asa. Per il Comune, in seconda battuta, si potrebbe parlare di un conto da due milioni di euro, secondo le stime». La politica dell'amministrazione di accantonare 150 mila euro in via prudenziale è stata criticata anche dall'opposizione di Cuorgnè 150: «Così è come ammettere delle responsabilità» ha sottolineato il consigliere Danilo Armanni.
 
Sulle responsabilità, Pezzetto ha comunque garantito che gli enti pubblici andranno a fondo su chi materialmente ha generato il debito: «Lei dov'era nel 2008? - ha detto il sindaco rivolgendosi al suo predecessore - andremo sicuramente a fondo delle responsabilità. Alcune prese di posizione sono un po' tardive. Assurdo che il problema, oggi, sia la gestione Ambrosini e non quella di chi c'era prima». 
Dove è successo
Politica
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell'ex Asa per il consiglio di amministrazione
CASO SMAT - La Appendino tira dritto e conferma la nomina dell
Per ora la lettera del sindaco di Rivarolo Canavese non ha sortito effetti: nella nuova terna presentata dal Comune di Torino c'č ancora il nome di Fabio Sessa. Nome che ha sollecitato la reazione dei sindaci canavesani
CUORGNE' - Successo per le feste nelle frazioni: Pezzetto ringrazia i volontari
CUORGNE
«Mi sembra il minimo ringraziare tutti quei volontari che in modo gratuito si sono prestati in questo mese di luglio per animare le rispettive frazioni»
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
CANAVESE - La Appendino propone un ex Asa per la Smat: Rostagno guida la protesta dei sindaci
Sul nome di Fabio Sessa, indicato dal sindaco di Torino, Chiara Appendino, per il nuovo vertice della Smat, scoppia la rivolta dei sindaci dell'alto Canavese. Pronto il voto contrario se Torino non cambierą il candidato
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si fa: dal 9 al 24 settembre
Il sindaco Pasquale Mazza garantisce: «Stiamo gią lavorando per dare la giusta continuitą alle nostre tradizioni»
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
MONTALENGHE - Grosso accende la nuova luce del centro storico
Il Comune di Montalenghe annuncia l'inizio del primo lotto di ammodernamento dell'illuminazione pubblica del centro paese
IVREA - Anpi in piazza: «La cittą č stata e sarą sempre antifascista»
IVREA - Anpi in piazza: «La cittą č stata e sarą sempre antifascista»
Dopo l'atto vandalico contro uno dei simboli della Resistenza in cittą la pronta reazione dell'Anpi e delle istituzioni locali
MAPPANO - Raccolta firme contro l'ordinanza dei 1000 divieti
MAPPANO - Raccolta firme contro l
A promuovere la petizione sono i consiglieri di opposizione e un nutrito gruppo di cittadini. Prima grana per il sindaco Grassi
IVREA - Atto vandalico firmato «Decima Mas» danneggia simbolo della Resistenza sul lungo Dora - FOTO
IVREA - Atto vandalico firmato «Decima Mas» danneggia simbolo della Resistenza sul lungo Dora - FOTO
Oggi pomeriggio, sabato 22 luglio, alle ore 17,30, l'Anpi di Ivrea e basso Canavese invita associazioni e cittadini, sul Lungo Dora di Ivrea «per manifestare con tranquilla fermezza la condanna per l'episodio»
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
RIVAROLO - Il centro storico vietato alle auto? «Nei prossimi mesi»
Il Comune di Rivarolo tornerą alla carica sul progetto «Ztl» dopo la sperimentazione dell'anno scorso relativa a via Ivrea
MAPPANO - Non si č dimesso il segretario comunale Bovenzi
MAPPANO - Non si č dimesso il segretario comunale Bovenzi
«Il Segretario Comunale, Umberto Bovenzi, ha confermato il suo impegno nel Comune di Mappano», si legge in una nota
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore