FAVRIA - Ferrino-Cortese: c'eravamo tanto amati...

| Nuova diatriba tra l'ex sindaco e il suo ex vice. Questa volta la polemica riguarda i manifesti della Fidas irregolari

+ Miei preferiti
FAVRIA - Ferrino-Cortese: ceravamo tanto amati...
Un tempo amici e sodali di giunta. Uno sindaco, l'altro vice. Oggi rivali. Almeno negli intenti. Così i manifesti della Fidas, l'associazione che si occupa delle donazioni di sangue, accendono nuovamente la dialettica politica tra Giorgio Cortese (che della Fidas è presidente) e Serafino Ferrino. L'ex sindaco non ha gradito l'intervento del Comune sui manifesti dell'associazione, appiccicati senza autorizzazione per pubblicizzare l'ultima donazione di sangue del 14 novembre. «Da 15 anni invitiamo la gente alla donazione attraverso questo semplice ma immediato sistema di promozione. I manifesti sono stasi messi, come sempre, in punti strategici» dice Cortese. Senza il timbro delle affissioni, però, tanto che il Comune, su segnalazione di un residente e della polizia municipale, ha chiesto all’associazione di rimuoverli. «Li abbiamo tolti ovviamente – aggiunge Cortese – ma avremmo preferito essere convocati per chiarire la nostra posizione».

La diatriba non è finita. Cortese ha preso carta e penna e ha scritto al suo ex vice Serafino Ferrino. 

«Egregio Signor Sindaco, avete proibito il posizionamento di manifesti per il paese per la propaganda della donazione del sangue senza prima averci convocato come è scritto dall’articolo 29 dello Statuto Comunale sui Diritti delle associazioni: "1. Ciascuna associazione registrata ha diritto, per il tramite del legale rappresentante o suo delegato, di accedere ai dati di cui è in possesso l'amministrazione e di essere consultata, su richiesta, in merito alle iniziative dell'ente nel settore in cui essa opera. 2. Le scelte amministrative che incidono sull'attività delle associazioni devono essere precedute dall'acquisizione di pareri espressi dagli organi collegiali delle stesse. 3. I pareri devono pervenire all'ente nei termini stabiliti nella richiesta”.

Pertanto Le chiediamo che metta a disposizione di tutte le Associazioni del Comune di Favria regolarmente iscritte all’Albo dei Beneficiari degli spazi per la propaganda, e visto che siamo pure una Associazione senza fini di lucro. Tali spazi che Lei indicherà serviranno ad  incentivare e valorizzare il  Volontariato Favriese che contribuisce a mantenere viva la nostra amata Comunità. Fiduciosi di quanto richiesto visto che poi l’articolo 31 dello Statuto Comunale nel primo comma c’è scritto: “Il Comune promuove forme di volontariato per un coinvolgimento della popolazione in attività volte al miglioramento della qualità della vita personale, civile e sociale, in particolare delle fasce in costante rischio di emarginazione nonché per la tutela dell’ambiente”.
 
Ci aspettiamo una sua risposta urgente, che ci auguriamo non solo di Auguri ma di scelte che siano in linea con lo spirito dello Statuto Comunale che non è solo un semplice foglio di carta ma le leggi fondamentali della nostra Comunità.
Le ricordo che come Associazioni favriesi abbiamo tutti pari diritti e dignità e la non risposta forse darebbe adito a pensare che siamo considerati di serie B oppure  che gli sia antipatico solo per il colore del papillon che porto.
 
Le ricordo inoltre che il vocabolo Democrazia è formato  da due  lemmi tratti dal greco: démos, Popolo e cràtos, Potere, quindi: “Potere del popolo”. Lo Statuto del nostro Comune equivale alla Costituzione, è insomma la  Costituzione del Comune, se la Costituzione italiana è la legge fondamentale della Repubblica. Lo Statuto comunale è il testo fondamentale che stabilisce le linee guida alle quali si deve orientare l'attività del Comune, insomma  è la legge fondamentale per noi favriot che Lei come rappresentate apicale della nostra Comunità non vorrà sicuramente disattendere».
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore