FAVRIA - Ferrino-Cortese: c'eravamo tanto amati...

| Nuova diatriba tra l'ex sindaco e il suo ex vice. Questa volta la polemica riguarda i manifesti della Fidas irregolari

+ Miei preferiti
FAVRIA - Ferrino-Cortese: ceravamo tanto amati...
Un tempo amici e sodali di giunta. Uno sindaco, l'altro vice. Oggi rivali. Almeno negli intenti. Così i manifesti della Fidas, l'associazione che si occupa delle donazioni di sangue, accendono nuovamente la dialettica politica tra Giorgio Cortese (che della Fidas è presidente) e Serafino Ferrino. L'ex sindaco non ha gradito l'intervento del Comune sui manifesti dell'associazione, appiccicati senza autorizzazione per pubblicizzare l'ultima donazione di sangue del 14 novembre. «Da 15 anni invitiamo la gente alla donazione attraverso questo semplice ma immediato sistema di promozione. I manifesti sono stasi messi, come sempre, in punti strategici» dice Cortese. Senza il timbro delle affissioni, però, tanto che il Comune, su segnalazione di un residente e della polizia municipale, ha chiesto all’associazione di rimuoverli. «Li abbiamo tolti ovviamente – aggiunge Cortese – ma avremmo preferito essere convocati per chiarire la nostra posizione».

La diatriba non è finita. Cortese ha preso carta e penna e ha scritto al suo ex vice Serafino Ferrino. 

«Egregio Signor Sindaco, avete proibito il posizionamento di manifesti per il paese per la propaganda della donazione del sangue senza prima averci convocato come è scritto dall’articolo 29 dello Statuto Comunale sui Diritti delle associazioni: "1. Ciascuna associazione registrata ha diritto, per il tramite del legale rappresentante o suo delegato, di accedere ai dati di cui è in possesso l'amministrazione e di essere consultata, su richiesta, in merito alle iniziative dell'ente nel settore in cui essa opera. 2. Le scelte amministrative che incidono sull'attività delle associazioni devono essere precedute dall'acquisizione di pareri espressi dagli organi collegiali delle stesse. 3. I pareri devono pervenire all'ente nei termini stabiliti nella richiesta”.

Pertanto Le chiediamo che metta a disposizione di tutte le Associazioni del Comune di Favria regolarmente iscritte all’Albo dei Beneficiari degli spazi per la propaganda, e visto che siamo pure una Associazione senza fini di lucro. Tali spazi che Lei indicherà serviranno ad  incentivare e valorizzare il  Volontariato Favriese che contribuisce a mantenere viva la nostra amata Comunità. Fiduciosi di quanto richiesto visto che poi l’articolo 31 dello Statuto Comunale nel primo comma c’è scritto: “Il Comune promuove forme di volontariato per un coinvolgimento della popolazione in attività volte al miglioramento della qualità della vita personale, civile e sociale, in particolare delle fasce in costante rischio di emarginazione nonché per la tutela dell’ambiente”.
 
Ci aspettiamo una sua risposta urgente, che ci auguriamo non solo di Auguri ma di scelte che siano in linea con lo spirito dello Statuto Comunale che non è solo un semplice foglio di carta ma le leggi fondamentali della nostra Comunità.
Le ricordo che come Associazioni favriesi abbiamo tutti pari diritti e dignità e la non risposta forse darebbe adito a pensare che siamo considerati di serie B oppure  che gli sia antipatico solo per il colore del papillon che porto.
 
Le ricordo inoltre che il vocabolo Democrazia è formato  da due  lemmi tratti dal greco: démos, Popolo e cràtos, Potere, quindi: “Potere del popolo”. Lo Statuto del nostro Comune equivale alla Costituzione, è insomma la  Costituzione del Comune, se la Costituzione italiana è la legge fondamentale della Repubblica. Lo Statuto comunale è il testo fondamentale che stabilisce le linee guida alle quali si deve orientare l'attività del Comune, insomma  è la legge fondamentale per noi favriot che Lei come rappresentate apicale della nostra Comunità non vorrà sicuramente disattendere».
Politica
VOLPIANO - Sulla navetta gratis nei giorni di mercato 600 passeggeri
VOLPIANO - Sulla navetta gratis nei giorni di mercato 600 passeggeri
In corso l'analisi dei dati per ottimizzare il servizio. «Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti» dicono dal Comune
CANAVESE - In molti Comuni ancora non «prende» il telefono cellulare
CANAVESE - In molti Comuni ancora non «prende» il telefono cellulare
«Tim e Vodafone ci hanno chiesto di segnalare aree precise non coperte. Hanno dato disponibilità a coprirle» dicono dall'Uncem
VALPRATO - Il Comune cerca un gestore per il bar-pizzeria-alimentari
VALPRATO - Il Comune cerca un gestore per il bar-pizzeria-alimentari
La struttura viene data in concessione anche con il campo sportivo e l'area camper che si trovano vicino allo stabile
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L'otto settembre un incontro pubblico a Castellamonte
PONTE PRETI - Il ponte fa paura? L
Quasi 12mila firme online su change.org per chiedere interventi urgenti di messa in sicurezza per il Ponte Preti di Strambinello, il già noto "ponte nuovo" lungo la ex statale Pedemontana 565
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
Rivarolo resta senza teatro e senza area expo. Cambio di sede anche per il Vespa Club e la Galleria della locomozione storica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore