FAVRIA - La stretta di mano Ferrino-Cortese diventa un «caso»

| Niente pace tra i due avversari politici: solo tregua armata. Cortese scrive a Ferrino per continuare la sua opposizione esterna

+ Miei preferiti
FAVRIA - La stretta di mano Ferrino-Cortese diventa un «caso»
Si sono stretti la mano in occasione della festa patronale di Favria. Ma, evidentemente, è stata solo una "tregua armata" tra l'ex sindaco Giorgio Cortese e l'attuale primo cittadino Serafino Ferrino. Dopo gli applausi raccolti dal sindaco in carica per lo spettacolo pirotecnico della festa patronale (di gran lunga uno dei migliori del Canavese e assolutamente una spanna sopra rispetto a quello di molti vicini), Cortese si affretta a sottolineare che quella stretta di mano è stato un atto di galanteria. Niente pace, insomma. Tanto che l'ex sindaco ha scritto una lettera (un'altra!) al suo ex vice Ferrino.
 
«Gentilissimo Signor Sindaco, confermo la stretta di mano tra Lei e chi scrive, immortalata sui media, e confermo che nella mia vita, per quanto dipende da me, non ho nemici, ma soltanto interlocutori effettivi o potenziali con cui cerco di dialogare, anche con critiche, che cerco siano il più possibile costruttive, spero sempre nel rispetto delle persone e nell’interesse pubblico, in modo disinteressato. Questo spero sia anche il giudizio del mio prossimo; se così non fosse, me ne rammarico e cercherò di fare sempre del mio meglio per migliorarmi.
 
Ciò premesso, mi corre l’obbligo di svolgere alcune considerazioni, a meno di un anno dalle prossime elezioni amministrative, lascio perdere per carità di Patria le promesse delle campagna elettorale non eseguite, opere pubbliche che non avranno sicuramente realizzazione nel suo mandato che sta andando mestamente a finire. Sono delle promessa da libro dei sogni! E quel poco che avete fatto come i lavori ampliamento cimitero, e leggo sui media alcuni numeri”.. sono stati posizionati 80 quintali di ferro ed oltre 90 quintali di calcestruzzo. Particolare attenzione è stata condotta nello smaltimento del giardino preesistente dove tutte le piante sono state recuperate realizzando una nuova aiuola nel piazzale del cimitero ed altre piante sono state collocate nella rotonda di via Busano e nell'aiuola di piazza Martiri della Libertà.” E fino qui nulla da dire, anzi bravo. 
 
Ma personalmente il lavoro che emerge lo trovo, di una desolante bruttezza, con tutto quel cemento a vista, lo trovo disarmonico rispetto ai loculi già preesistenti, ma come ripeto questa è una mia personale sensazione e magari i concittadini apprezzano quanto da Lei fatto! Certo, i morti non vedono più con occhi umani ma con gli occhi di Dio ma noi esseri umani che entriamo già in un luogo dove si riaprono emotivamente le ferite del nostro personale dolore magari un manufatto eseguito in forma diversa non avrebbe fatto male al nostro animo. Quello che è certo, nel Suo programma elettorale prometteva l’'ampliamento del cimitero con 330 loculi comunali e 42 edicole funerarie, e sinceramente i cartelloni messi davanti al Cimitero lo rendevano carino, ma adesso con l’attuale manufatto mi ricorda la frase latina di Orazio “Parturient montes, nascetur ridiculus mus”, che tradotta letteralmente, significa: "I monti avranno le doglie del parto, nascerà un ridicolo topo",  oppure, come più conosciuto: “la montagna ha partorito il topolino!”
 
Signor Sindaco il suo programma elettorale è stato di gran lunga inferiore alle attese. Meno male che tra meno di un anno finisce politicamente il suo spento mandato e spero, e mi auguro, in una rinascita della nostra Comunità. Con viva cordialità un suo concittadino dispiaciuto del declino della nostra Comunità».
Politica
FAVRIA - Casa di riposo, tutti gli atti inviati alla Corte dei Conti
FAVRIA - Casa di riposo, tutti gli atti inviati alla Corte dei Conti
Vicenda casa di riposo: «Confidiamo ora nelle autorità competenti per individuare eventuali responsabilità» dice l'assessore Carruozzo
FAVRIA - Avvisi di garanzia, parla l'ex sindaco Ferrino: «Sono sereno, la verità verrà a galla»
FAVRIA - Avvisi di garanzia, parla l
Il Circolo Territoriale del Popolo della Famiglia-Piemonte si schiera con Serafino Ferrino, l'ex sindaco di Favria indagato nell'ambito dell'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dell'imprenditore Pasquale Motta
CASTELLAMONTE - Anche la Lega critica l'amministrazione
CASTELLAMONTE - Anche la Lega critica l
Dopo il Movimento 5 Stelle, anche la Lega ha preso carta e penna per attaccare «l'immobilismo» della giunta Mazza
CANAVESE - Mancano i medici: si allungano le liste d'attesa per le visite d'ambulatorio
CANAVESE - Mancano i medici: si allungano le liste d
Un problema che riguarda tutta la Regione Piemonte e che, purtroppo, non fa eccezioni in Canavese. Lo conferma anche l'Asl To4, precisando alcuni dati relativi alle liste d'attesa. Chiesti degli specialisti «in prestito»
LEINI - Un premio al merito scolastico per gli studenti più bravi
LEINI - Un premio al merito scolastico per gli studenti più bravi
Sabato in Comune la premiazione dei 13 ragazzi della media che hanno conseguito con il massimo dei voti il diploma
FAVRIA - Avvisi di garanzia, dall'ex sindaco Giorgio Cortese «massima fiducia nella magistratura»
FAVRIA - Avvisi di garanzia, dall
«Ho la convinzione di poter dimostrare che ho sempre agito nell'interesse esclusivo della Comunità di Favria che ho avuto l'onore di rappresentare, in particolare come Sindaco, all'epoca dei fatti»
AGLIE' - Il salone «Alladium» diventerà Franco Paglia - FOTO
AGLIE
Il sindaco ha annunciato che l'amministrazione ha proposto di intitolare alla memoria dell'architetto il salone polifunzionale
CUORGNE' - Il Comune brinda al successo dell'Aperibook in biblioteca
CUORGNE
«Sono molto soddisfatto della partecipazione di pubblico a tutte le presentazioni di libri che si sono succedute», il commento dell'assessore Lino Giacoma Rosa
CUORGNE' - Lavori in corso per la sicurezza nelle scuole cittadine
CUORGNE
Al rientro dalle vacanze estive gli alunni troveranno i lavori conclusi e i nuovi impianti in funzione. Investimento di 61 mila euro
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
TORINO E CANAVESE - Sciopero Gtt contro i 260 licenziamenti e il «silenzio del Comune di Torino»
Il servizio sarà garantito, sulle autolinee extraurbane e il Servizio Ferroviario (Sfm1 – Canavesana e SfmA – To–aeroporto–Ceres), solo da inizio servizio alle ore 8 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30. Disagi per chi usa i mezzi pubblici
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore