FORNO - Arrivano i profughi, scatta l'allarme in paese

| La minoranza attacca il Comune ma è stato un privato a mettere a disposizione la propria abitazione per l'emergenza migranti

+ Miei preferiti
FORNO - Arrivano i profughi, scatta lallarme in paese
L’enorme quantità di profughi che raggiungono le nostre coste sta creando contrasti a livello sia nazionale che europeo. Ora anche Forno Canavese è in allarme. In queste ore si è diffusa la notizia dell'arrivo di alcuni migranti sul territorio del Comune e fin da subito sono proliferate le reazioni allarmate dei fornesi. Inizialmente si è parlato dell'arrivo di circa settanta persone. In realtà pare siano una decina. In brevissimo tempo il Comune ha ricevuto moltissime richieste di chiarimenti e di informazioni dai cittadini preoccupati. E’ stato però un privato a mettere a disposizione di una cooperativa lo spazio per ospitare questi migranti, il Comune ha solo potuto prenderne atto. Oggi è anche stata presentata dal gruppo guidato da Giampaolo Gioannini un’interrogazione che sarà discussa nel prossimo consiglio.
 
«Noi non siamo contrari ad accogliere chi ne ha bisogno - scrivono i consiglieri di Impegno civile per Forno nella premessa - bisogna farlo però sapendo innanzitutto chi è l’ospite, se si è in grado di accoglierlo come si deve ma soprattutto che questa ospitalità non vada a discapito della sicurezza, della libertà e della salute “nostra” e dei cittadini, i quali, devono essere tutelati. Bisogna inoltre ricordare e fare in modo che sia l’ospite ad adattarsi ai nostri usi e costumi, non il contrario». Poi, per rendere meno forte il resto, «Lo stabile che pare sia destinato ad ospitare i rifugiati, è situato in pieno centro ed accanto alle 2 banche principali, ai negozi ed alle poste, alla chiesa, cosa sarà dei nostri anziani che andranno a prendere la pensione, con quale sicurezza potranno muoversi. Le nostre mogli e le nostre figlie ed i nostri figli, con quale libertà potranno ancora muoversi, passeggiare liberamente se non sappiamo chi abbiamo ospitato. Abbiamo pensato inoltre all’impatto negativo che questa decisione potrebbe creare al commercio ed ai piccoli negozi del paese».
 
I dubbi sull’identità dei nuovi arrivati sono normali e comprensibili, ma può suonare leggermente «razzista» (e affrettato) supporre un così grande rischio per la sicurezza pubblica. Soprattutto in virtù degli esempi, per fortuna positivi, che arrivano da altri Comuni della zona, Rivarolo in primis. E’ chiaro che queste persone, nel passaggio dai centri di prima accoglienza sono state identificate, registrate e scelte prima di essere distribuite sul territorio nazionale. Altre delle domande presentate dai consiglieri sono invece più che legittime e riguardano le modalità con cui il Comune ha deciso di affrontare l’inserimento di queste persone e se sia stata valutata la possibilità di impiegarli per servizi utili per la comunità: vista la situazione dei cantonieri di Forno, un’idea viene subito alla mente. (p.f.)
Dove è successo
Politica
IVREA - Per la Giornata della Memoria due spettacoli teatrali
IVREA - Per la Giornata della Memoria due spettacoli teatrali
Giornata in ricordo della data del 27 gennaio 1945 quando le truppe dell'Armata Rossa arrivarono presso la città polacca di Oswiecim
SLAVINA SULL'HOTEL - La satira italiana contro Charlie Hebdo
SLAVINA SULL
Il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto, ha pubblicato le vignette su Facebook
ENTI LOCALI - Il sindaco di Cossano Canavese, Alberto Avetta, nuovo presidente Anci Piemonte
ENTI LOCALI - Il sindaco di Cossano Canavese, Alberto Avetta, nuovo presidente Anci Piemonte
Avetta, in quota Pd, prende il posto di Andrea Ballarè, primo cittadino di Novara
LAVORO - Canavese a due velocità: a Ivrea aumentano gli avviamenti al lavoro. A Cuorgnè calano...
LAVORO - Canavese a due velocità: a Ivrea aumentano gli avviamenti al lavoro. A Cuorgnè calano...
E’ un quadro di luci e ombre quello che si ricava analizzando i dati relativi all’andamento del mercato del lavoro a Ivrea e Cuorgné
SALASSA - «Non si aspetti il morto per intervenire sulla provinciale»
SALASSA - «Non si aspetti il morto per intervenire sulla provinciale»
Appello del sindaco Gelmini alla Città metropolitana: «L'incrocio per Valperga è pericoloso, mancano anche le strisce»
IVREA - Striscione di CasaPound contro l'accoglienza ai profughi
IVREA - Striscione di CasaPound contro l
Iniziativa «per accendere i riflettori sul business dell'accoglienza in vista del possibile arrivo di altri profughi nei Comuni della zona»
RIVAROLO-RIVARA - Rivabanca è vicina al matrimonio con Alba
RIVAROLO-RIVARA - Rivabanca è vicina al matrimonio con Alba
Il piccolo istituto di Rivarolo e Rivara entrerà quasi sicuramente a far parte del colosso piemontese del credito cooperativo
IVREA - Andrea Benedino è il nuovo assessore alla cultura
IVREA - Andrea Benedino è il nuovo assessore alla cultura
Dopo le dimissioni, rassegnate lo scorso 31 dicembre, da Laura Salvetti è stato nominato il nuovo assessore alla Cultura e al Turismo
BORGARO - Massimo Linarello nuovo comandante dei vigili
BORGARO - Massimo Linarello nuovo comandante dei vigili
41 anni, ha un curriculum di tutto rispetto, con nove anni passati a Valenza, due a Perugia e poi gli ultimi sei passati a Cirié
RIVARA - Scontrini della Fiera: per il Comune è tutto legittimo
RIVARA - Scontrini della Fiera: per il Comune è tutto legittimo
La minoranza ha sollevato ripetutamente accuse di scarsa trasparenza nell'organizzazione e gestione della Fiera Autunnale
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore