FORNO - La minoranza si ribella alla scelta di uscire dall’Unione

| Il gruppo «Ricostruire Forno Insieme» di Vincenzo Armenio va all'attacco di Beppe Boggia con una lettera aperta

+ Miei preferiti
FORNO - La minoranza si ribella alla scelta di uscire dall’Unione
«Riteniamo la decisione del Comune di Forno Canavese, anticipata dagli articoli di alcuni giornali locali, di uscire dall’Unione Montana Alto Canavese incredibile, azzardata e veramente priva di senso». Così comincia la lettera, datata 16 aprile, in cui il gruppo di minoranza «Ricostruire Forno Insieme» attacca il sindaco Beppe Boggia sulla scelta di uscire dall’Unione.
 
La lettera racconta una storia, completa di date, che dissente da quella raccontata dal sindaco. Dopo aver ricordato come l’entrata nell’Unione fosse stata tra i maggiori vanti della maggioranza durante la campagna elettorale, la cronostoria continua, data dopo data, fino al 29 dicembre 2014, giorno in cui “la Giunta, all’unanimità, approva il regolamento per lo svolgimento delle funzioni e dei servizi affidati dai Comuni all’Unione Montana Alto Canavese”. Già da gennaio però «il sindaco Boggia organizza, nei locali del Palazzo Comunale, due incontri in cui invita i consiglieri di minoranza del Comune di Forno Canavese, in cui presenta le proprie perplessità sul rimanere nell’Unione Montana Alto Canavese e già anticipa l’eventualità di uscirne».
 
Segue un racconto dei tentativi della minoranza di Forno di salvare la situazione: «Vengono presentate all’Unione Montana Alto Canavese, dal Consigliere di Minoranza (Gioannini), e al Comune di Forno Canavese, dai Capogruppi di Minoranza (Armenio e Gioannini), 2 distinte mozioni affinché l’Unione Montana Alto Canavese adotti un regolamento nel quale vengano dettagliatamente definiti in modo puntuale, concreto e condiviso, sia l'allocazione delle risorse (in primis di personale) dei Comuni, sia i criteri e le metodologie di ripartizione dei costi, impegnando il sindaco ad attivarsi affinché la definizione di tale regolamento avvenga ad opera di un'apposita Commissione da nominarsi da parte del Consiglio dell'Unione».
 
I tentativi falliscono, dato che il 15 marzo il «Comune di Forno Canavese invia lettera al Presidente e alla Giunta dell’Unione con cui chiede di accogliere alcune richieste di modifica all’organizzazione dei vari servizi conferiti all’Unione» e minaccia la propria uscita in caso di mancato accoglimento delle richieste. Dal tono della lettera è abbastanza chiara la fortissima opposizione della lista seconda classificata alle elezioni del maggio scorso. Opposizione che diviene esplicita nella conclusione: «Sinceramente pensiamo, prima come cittadini e poi come appartenenti ad un gruppo che si è messo in gioco per amministrare seriamente il Comune di Forno, che un’Amministrazione Comunale non debba mai provare, “giocare”, “scherzare” ... ma debba sempre lavorare, proporre, costruire e realizzare. A noi pare, invece, che qui, oltre il niente, esista solo... il nulla». Una lettera quindi che chiarisce la totale contrarietà delle minoranze fornesi e che, allo stesso tempo, fa nascere dei dubbi su come sia stata gestita l’intera faccenda. (pf)
Politica
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
Il Servizio si rivolge ai cittadini stranieri non in regola e non iscrivibili al Servizio Sanitario Nazionale
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
In piazza del Municipio si è svolta la celebrazione dell'unione tra i due Comuni, con la lettura della Carta del Gemellaggio
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
La Regione Piemonte chiederà con urgenza un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico per affrontare la situazione
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrà
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrà
Snellimento delle procedure burocratiche e velocizzazione delle pratiche. Sono queste le richieste principali che i geometri di Torino e Provincia rivolgono al nuovo governo insediatosi poco più di un mese fa
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
Si tratta di un contributo per l'acquisto degli abbonamenti al trasporto pubblico, per il prossimo anno scolastico, che favorirà la residenzialità nei Comuni posti a oltre 600 metri di altitudine, limitando abbandono e spopolamento
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l'Alternanza»
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l
Un riconoscimento per le imprese associate a Confindustria che si distinguono per i percorsi di alternanza scuola-lavoro
CUORGNE' - Puliti i canali per evitare guai in caso di nubifragi
CUORGNE
«Sono azioni di prevenzione che rientrano nell’ambito del progetto Cuorgnè più Sicura», dice il sindaco Beppe Pezzetto
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
Alla cerimonia il sindaco Giovanni Bruno Mattiet insieme all'onorevole Alessandro Giglio Vigna e alla Senatrice Virginia Tiraboschi
CASTELLAMONTE - L'ex asilo va in malora: è scontro politico - FOTO
CASTELLAMONTE - L
Allarme degrado a Preparetto. Da quando la vecchia gestione ha lasciato la frazione, la struttura è stata abbandonata
RIVAROLO - Addio zona blu... ma solo ad agosto
RIVAROLO - Addio zona blu... ma solo ad agosto
Arriva il mese di agosto e, come consuetudine, va in vacanza anche la sosta a pagamento
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore