INCIDENTI MORTALI SULLA 460 - Autovelox in arrivo: basteranno a fermare le stragi?

| Intervista al vicesindaco della Città Metropolitana, Alberto Avetta. Nove i morti dall'inizio dell'anno sull'ex statale

+ Miei preferiti
INCIDENTI MORTALI SULLA 460 - Autovelox in arrivo: basteranno a fermare le stragi?
Un mazzo di fiori ogni duecento metri. Se c'è un segno tangibile di quanto l'ex statale 460 possa considerarsi una "strada della morte", sono proprio quei fiori, quelle lapidi, quelle fotografie lasciate sulla banchina a perenne ricordo di chi, su quella lingua d'asfalto, vi ha perso la vita. Solo di quest'anno, nel tratto Leini-Ceresole Reale, sono morte nove persone. Gli ultimi tre, domenica mattina. Due fidanzati di Rivarossa e un poliziotto di Feletto. Incidenti con dinamiche diverse, certo, ma pur sempre da bollettino di guerra. Purtroppo l'ex 460 è anche la strada principale per raggiungere il Canavese. Il traffico è in costante aumento e, con esso, aumentano anche i pericoli.
 
Lo sanno alla Città Metropolitana, l'ente che ha ereditato dalla Provincia di Torino la strada del Gran Paradiso. «I dati ci devono far riflettere - dice il vicesindaco Alberto Avetta - anche se, il 2015, è un anno particolare. Da dieci anni a questa parte, grazie alle opere realizzate dalla Provincia, gli incidenti mortali si sono ridotti del 50%, rientrando anche nei parametri sulla sicurezza imposti dall'unione europea». La Provincia, dal 2000, ha speso venti milioni di euro tra rotatorie e circonvallazioni. Ancora non basta.
 
«Quella strada è stata realizzata negli anni '70 per garantire uno scorrimento veloce del traffico - spiega Avetta che della Provincia è stato a lungo assessore alla viabilità - oggi le cose sono cambiate ed è chiaro che quel tipo di soluzione viaria non è più adeguata». Al netto della mancanza di risorse, che tronca sul nascere i sogni di allargamento della sede stradale o di installazione di uno spartitraffico centrale (vietato perchè non ci sono le misure minime di sicurezza), la Città metropolitana dovrà per forza intervenire. 
 
Ieri mattina c'è stato un summit con i dirigenti del settore per capire come e dove intervenire. «Non è semplice perchè le soluzioni ipotizzate per il tratto Leini-Lombardore non sono valide tra Locana e Ceresole, dove l'ex statale attraversa i paesi ed è molto diversa» ammette Avetta. Per il tratto Leini-Lombardore si pensa agli autovelox fissi, modello tutor, di quelli già presenti in alcune autostrade. «Potremmo provare un maggiore controllo della velocità dei veicoli in transito - conferma il vicesindaco metropolitano - può essere efficace in alcune situazioni ma non in altre. Le dinamiche degli incidenti non sono tutte uguali. Un velox non ferma un'auto che, per svariate ragioni, invade la corsia opposta».
Politica
TRAVERSELLA - Il ricordo dei martiri partigiani della Valchiusella
TRAVERSELLA - Il ricordo dei martiri partigiani della Valchiusella
«Abbiamo la possibilità di vivere in pace anche grazie al sacrificio di questi giovani morti a Traversella. Non dimentichiamoli»
DISAGI SUI TRENI GTT - «La ferrovia Canavesana viaggia ormai fuori dal tempo»
DISAGI SUI TRENI GTT - «La ferrovia Canavesana viaggia ormai fuori dal tempo»
Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento del deputato Pd, Davide Gariglio, in merito alla difficile situazione che sta vivendo la ferrovia Canavesana in queste settimane. I pendolari sono ormai furibondi con la Gtt
MONTAGNA - Pochi medici di famiglia nei Comuni: allarme dell'Uncem
MONTAGNA - Pochi medici di famiglia nei Comuni: allarme dell
Un problema non certo nuovo, legato all'organizzazione dei Distretti sanitari e anche alle volontà espresse dall'Ordine dei Medici. Uncem ha sottoposto le problematiche dei territori al Ministro della Salute Giulia Grillo
CASELLE - Dal 15 ottobre velox attivi: multe in arrivo per chi supera i 70 chilometri orari - ECCO DOVE
CASELLE - Dal 15 ottobre velox attivi: multe in arrivo per chi supera i 70 chilometri orari - ECCO DOVE
Attenzione quindi alla velocità: il limite è stato alzato da 50 a 70 chilometri orari ma le rilevazioni con gli occhi elettronici sono spesso «implacabili». Il Comune ha assicurato che non è intenzione dell'amministrazione «fare cassa»...
IVREA - Carnevale: nominati due nuovi responsabili
IVREA - Carnevale: nominati due nuovi responsabili
Sono Gianluca Actis Perino e Marco Adriano i nuovi nomi che entrano a far parte dello staff operativo della Fondazione
CANAVESE - Confindustria cerca imprenditori per le aziende dismesse
CANAVESE - Confindustria cerca imprenditori per le aziende dismesse
L'associazione degli industriali intende costruire un «catalogo» dei siti dismessi in tutto il Canavese da riutilizzare
MAPPANO - Il 46 si ferma a Falchera: mappanesi a piedi fino a casa
MAPPANO - Il 46 si ferma a Falchera: mappanesi a piedi fino a casa
Il Comune ha scritto una lettera a Gtt per il caos dell'altro giorno in occasione della corsa ciclistica «Gran Piemonte»
LEINI - Mobilità sostenibile: presentato il progetto car pooling
LEINI - Mobilità sostenibile: presentato il progetto car pooling
Proprio a Leinì l'amministrazione ha organizzato una riunione di presentazione che si è svolta il 5 ottobre al teatro
IVREA - Biotecnologie: via libera della Regione al corso post diploma
IVREA - Biotecnologie: via libera della Regione al corso post diploma
La Regione ha approvato nei giorni scorsi la graduatoria dei percorsi Its (Istituti tecnici superiori) per il biennio 2018-2020
VOLPIANO - Comune e Croce Bianca cercano nuovi «nonni vigili»
VOLPIANO - Comune e Croce Bianca cercano nuovi «nonni vigili»
Il servizio di volontariato attivo ha lo scopo di tutelare la sicurezza dei ragazzi che raggiungono le sedi scolastiche da soli
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore