INGRIA - Dopo la strage di Parigi «L'Europa chiuda le frontiere»

| In Valle Soana grande il cordoglio per gli attacchi terroristici in Francia, terra dove molti canavesani sono emigrati tanti anni fa

+ Miei preferiti
INGRIA - Dopo la strage di Parigi «LEuropa chiuda le frontiere»
Lo scorso week end è stato particolarmente ricco di significati per la piccola comunità ingriese: il caso ha voluto infatti che la data scelta per la Commemorazione dei Caduti fosse il 15 novembre, ovvero il giorno dopo i tragici fatti avvenuti a Parigi. Sia il parroco che il sindaco di Ingria sono intervenuti per commemorare i caduti, che tristemente per quest'anno non sono stati solo quelli delle due Guerre Mondiali, ma anche le vittime del terrorismo, che molto spesso agitano gli spettri di un'imminente Terza grande Guerra.
 
Durante l'omelia Don Luca, ricordando i nuovi martiri francesi, ha evidenziato l'importanza della preghiera, per una Comunità che deve cercare di essere più unita possibile attorno ai proprio valori cristiani: proprio la difesa della nostra cultura cattolica, ha proseguito Don Luca, deve essere lo strumento di unità e difesa nei confronti di chi cerca di prevaricarci con l'odio e la violenza, discriminando di fatto la nostra civiltà. Il parroco ha ricordato che essere Cristiani significa infatti anche aiutare la nostra gente, senza dimenticare mai il simbolo per eccellenza della Fede, che è il Crocefisso, che deve essere sempre difeso e portato ogni giorno come strumento di pace e coesione culturale. Davanti al monumento dei Caduti ha quindi proseguito la commemorazione il sindaco del paese, Igor De Santis, affermando la vicinanza dell'amministrazione alle famiglie dei caduti francesi, provenienti peraltro da una città come Parigi che nel secolo passato è stata protagonista di una forte migrazione di tanti abitanti della Val Soana, che soprattutto in qualità di esperti vetrai si trasferirono in cerca di lavoro e fecero fortuna grazie alle loro capacità lavorative. 
 
L'amministrazione Comunale si è quindi stretta in un commosso abbraccio a distanza nei confronti dei fratelli francesi, colpiti da un vero e proprio attacco che coinvolge moralmente anche tutti i cittadini europei. «Europa che - ha proseguito il sindaco assieme agli altri Amministratori Comunali ingriesi - è ora che si accorga della guerra che ci è stata di fatto mossa, che deve quindi provvedere a difendere e chiudere le frontiere, senza chinarsi di fronte a chi sfrutta il nome di Dio per prevaricare il prossimo». A fronte di queste parole sono state infine ringraziate tutte le forze dell'ordine, le quali anche quando le direttive dello Stato centrale risultano improbabili ed insufficienti, fanno di tutto per assicurare con grande coraggio la sicurezza ai cittadini.
Galleria fotografica
INGRIA - Dopo la strage di Parigi «LEuropa chiuda le frontiere» - immagine 1
INGRIA - Dopo la strage di Parigi «LEuropa chiuda le frontiere» - immagine 2
INGRIA - Dopo la strage di Parigi «LEuropa chiuda le frontiere» - immagine 3
INGRIA - Dopo la strage di Parigi «LEuropa chiuda le frontiere» - immagine 4
Politica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
Il comitato «No alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto» continua nella sua battaglia per evitare la soppressione
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderà per sempre la discarica dei Pogliani
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderà per sempre la discarica dei Pogliani
«Finalmente riusciamo a vedere un po' di luce, ma non la fine, al fondo del tunnel», dice il sindaco chivassese Castello
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti è una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed è una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilità»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchè vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
CUORGNE' - Due tirocinanti diventano cantonieri per sei mesi
CUORGNE
«Un'iniziativa che si inserisce nell'ambito degli interventi a favore di soggetti svantaggiati ed in situazione economica precaria», dice il sindaco Pezzetto
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore