INGRIA - Furto del Ministero: il Comune ricorre al Tar del Lazio

| Contro l'esclusione dal progetto "6000 campanili". Il ricorso potrebbe congelare tutte le graduatorie

+ Miei preferiti
INGRIA - Furto del Ministero: il Comune ricorre al Tar del Lazio
L'esclusione di Ingria dai fondi del progetto "6000 campanili" non finirà a "tarallucci e vino". Il Comune è prossimo a ricorrere al Tar del Lazio contro il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Del resto, secondo i dati della graduatoria, Ingria avrebbe dovuto ottenere un contributo di quasi un milione di euro. Solo che, a causa di un cavillo, il Comune è stato escluso. 
 
Ingria, infatti, ha presentato correttamente la domanda di partecipazione al bando, alle ore 9 e 19 secondi del 24 ottobre 2013. In base alle tempistiche, il Comune si sarebbe dovuto aggiudicare il sostanzioso contributo per le opere di viabilità e messa in sicurezza stradale. Anche perchè i "6000 campanili" non sono stati finanziati in base alla validità dei programmi. Sono stati selezionato solo i Comuni che sono stati più rapidi a presentare la domanda. Questione di secondi insomma. «Siamo stati esclusi per la nostra buona volontà - dice amareggiato il sindaco Igor De Santis - la nostra documentazione è stata inviata in 19 secondi. Solo che nel presentare il progetto, abbiamo aggiunto un contributo di 50 mila euro come compartecipazione alle spese». 
 
Solo che la cifra, secondo il Ministero, non è stata specificata a bilancio ma solo con un «generico impegno della giunta». «Siamo stati esclusi ingiustamente – spiega De Santis – per un cavillo che, nel bando di partecipazione, non è stato specificato». Da qui la decisione di richiedere l’accesso agli atti del Ministero e di procedere con il ricorso al Tar del Lazio. «Chiederemo il riesame della graduatoria» annuncia il sindaco. Ingria non molla. Anche se si tratta di una sfida tra Davide e Golia.
Politica
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
VOLPIANO - Crisi Comital: Comune e Regione al fianco dei lavoratori
L'assessora al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, ha confermato la disponibilitą ad aprire un tavolo tecnico
PONT - Finanziato l'inizio dei lavori per la Sp47 della Valle Soana
PONT - Finanziato l
Primi passi avanti nel progetto relativo alla strettoia verso la Valle Soana. Ora č atteso il via libera per l'inizio del cantiere
IVREA - Un nuovo direttivo per l'associazione Casa delle donne
IVREA - Un nuovo direttivo per l
La Casa č un luogo dove ogni donna puņ trovare ascolto per i propri problemi, contare sulla disponibilitą delle altre
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
MAPPANO - Approvato il primo statuto del Comune autonomo
Il nuovo Comune di Mappano si č dotato degli strumenti fondamentali per poter operare nella pienezza dei suoi poteri
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
CANAVESE - I piccoli comuni entrino nel consiglio della Smat
Lo chiede con forza l'Uncem a nome di tutte le Unioni montane di Comuni della Cittą metropolitana di Torino
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
MAPPANO - Parchi giochi vietati ai ragazzi non accompagnati
Tra i divieti c'č anche quello del gioco del pallone nelle aree "non appositamente predisposte". Molti mappanesi scettici
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
RIVAROLO - La vecchia elementare va demolita? Si, no, forse...
L'intervento urbanistico simbolo dell'attuale giunta č ancora al palo. Lo ha confermato, in consiglio, l'assessore Francesco Diemoz
BOSCONERO - Nuovi impianti Enel: cala la bolletta del Comune
BOSCONERO - Nuovi impianti Enel: cala la bolletta del Comune
I nuovi sistemi a led consentiranno all'amministrazione un risparmio di circa il 58% sui consumi di energia per l'illuminazione
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: Zucco Chiną cita Fantozzi, la Vittone chiede l'esonero di Leone
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: Zucco Chiną cita Fantozzi, la Vittone chiede l
La maggioranza ha passato le cinque ore di discussione a tentare di schivare le tonnellate di sterco partite dai banchi dell'opposizione. Non sempre riuscendo nell'impresa...
CASTELLAMONTE - Appalto sospetto: la procura chiede il rinvio a giudizio per Mascheroni, Maddio e Maggiotti
CASTELLAMONTE - Appalto sospetto: la procura chiede il rinvio a giudizio per Mascheroni, Maddio e Maggiotti
Dopo due anni di indagini la procura di Ivrea ha chiesto il rinvio a giudizio per tre delle cinque persone indagate per turbativa d’asta e falso ideologico. Chiesta archiviazione per Bersano e Savoia Carlevato
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore