IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano»

| Venerdì in sala Santa Marta a Ivrea, la UILTemp Piemonte, categoria di rappresentanza dei lavoratori in somministrazione, ha organizzato un happening sociale sul precariato al quale sono stati invitati anche i sindaci del territorio

+ Miei preferiti
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano»
Esperimento riuscito. Venerdì scorso, 9 marzo, in sala Santa Marta a Ivrea, la UILTemp Piemonte, categoria di rappresentanza dei lavoratori in somministrazione, ha organizzato un happening sociale sul precariato al quale sono stati invitati anche i sindaci del territorio. Un evento unico nel suo genere che si è tenuto nella città che fu di Adriano Olivetti non a caso. Proprio a Ivrea è esploso il caso Comdata, salito agli onori della cronaca per il servizio andato in onda su “Report” il 21 ottobre scorso.  Le testimonianze dei lavoratori in somministrazione intervistati, hanno denunciato le condizioni di lavoro, con turni comunicati all’ultimo momento, contratti brevi, se non brevissimi reiterati, orari di lavoro spezzati, difficoltà a fruire ferie e riposi.

Condizioni queste che creano grosse difficoltà ad organizzarsi una vita, soprattutto per chi ha una famiglia. Già allora il sindacato, unitariamente, aveva chiesto un incontro, mai ottenuto, per affrontare questi temi. Un incontro richiesto in questi ultimi giorni anche dalle confederazioni di Cgil, Cisl e Uil: «Comdata, con oltre mille addetti, è un'azienda che ha un impatto occupazionale importante per il territorio – rileva Luca Cortese, segretario della Uil Canavese -  chiediamo quindi, di conoscere quali siano le prospettive occupazionali a fronte del fatto che oltre 200 lavoratori sono stati licenziati (gli ultimi 50 la settimana scorsa), a causa della perdita della commessa del 187 di Telecom».

La Uil, con questo evento, ha voluto lanciare un chiaro messaggio ai lavoratori precari: «Non sentitevi soli, non siete soli - rimarca con forza Cortese -  il sindacato c’è, anche per rappresentare questo mondo. La nostra azione quindi, deve sollecitare anche la politica nazionale per invertire la rotta». Comdata, a Ivrea, occupa oltre mille addetti e da anni utilizza ampiamente - si parla di centinaia di lavoratori - la somministrazione per i picchi di lavoro.  Da febbraio l’azienda ha deciso di ridurre in maniera significativa i lavoratori in somministrazione.

«Con Comdata abbiamo una vertenza aperta, da molto tempo - dichiara Anna Maria D’Angelo, Segretaria Regionale UILTemp - abbiamo certato di costruire delle relazioni, per dare delle risposte ai lavoratori, ma purtroppo non ci siamo riusciti per l’indisponibilità della multinazionale. Gli ultimi eventi, che hanno portato Comdata a non rinnovare ben 250 contratti, evidenziano come quest’azienda non ha utilizzato in modo rispettoso la flessibilità, ma l’ha fatto in maniera selvaggia. Il 15 marzo quando, finalmente, incontreremo i vertici dell’azienda, faremo notare che ci sono delle problematiche reali sulle commesse e sulla delocalizzazione del lavoro e forse, insieme, troveremo delle soluzioni».

Un happening con gli amministratori locali (hanno partecipato i sindaci di Ivrea, Rivarolo Canavese e Castellamonte) perché il sindacato da solo non ce la può fare: «Non ce la può fare perché le soluzioni sono politiche, non possono essere solo contrattualistiche. Il sindacato può aiutare a trovare le soluzioni quando è riconosciuto come soggetto di rappresentanza, quando può svolgere il suo ruolo, ma occorre che la politica, a tutti i livelli, faccia delle scelte che diano la possibilità alle persone di lavorare con dignità». (S.i)

Galleria fotografica
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 1
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 2
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 3
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 4
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 5
IVREA - Altri 50 lavoratori perdono il posto in Comdata. Il sindacato chiede aiuto alla politica: «Dateci una mano» - immagine 6
Politica
SAN GIUSTO - La villa di Assisi andrà alla Città metropolitana
SAN GIUSTO - La villa di Assisi andrà alla Città metropolitana
Lo ha fatto sapere il Ministero dell'Interno, con una nota, dopo l'appello arrivato direttamente da San Giusto tramite Libera
SALASSA - E' iniziato il mandato del sindaco Roberta Bianchetta
SALASSA - E
La giovane sindaca, 27 anni, ha giurato sulla Costituzione nel corso del primo consiglio che ha visto l'insediamento della giunta
ROMANO - Spazzatura abbandonata fuori dai cassonetti - FOTO
ROMANO - Spazzatura abbandonata fuori dai cassonetti - FOTO
Alcuni lettori ci hanno scritto inviando via whatsapp un'ampia carrellata di foto che confermano una situazione ben poco felice
FERROVIA CANAVESANA - Treni tagliati tra Rivarolo e Pont: Pianasso, Fava e Pezzetto rispondono alle polemiche
FERROVIA CANAVESANA - Treni tagliati tra Rivarolo e Pont: Pianasso, Fava e Pezzetto rispondono alle polemiche
L'onorevole Bonomo del Pd ha diffuso ieri una nota stigmatizzando la cancellazione, in vigore durante i mesi estivi, dei treni della linea Rivarolo-Pont. La nota ha scatenato l'ira della Lega e una presa di posizione del sindaco di Cuorgnè
CHIAVERANO - Ai volontari della Serra il premio di Legambiente
CHIAVERANO - Ai volontari della Serra il premio di Legambiente
Quest'anno sono ben 17 le bandiere verdi assegnate da Legambiente, due in più rispetto allo scorso anno. Due sono in Canavese
SAN GIUSTO CANAVESE - I volontari di Libera tutta la notte davanti alla casa confiscata al narcotrafficante Assisi - FOTO
SAN GIUSTO CANAVESE - I volontari di Libera tutta la notte davanti alla casa confiscata al narcotrafficante Assisi - FOTO
Una notte di presidio di fronte alla villa di San Giusto Canavese, confiscata a uno dei maggiori narcotrafficanti italiani, ma ancora oggi abbandonata, nonostante il tentativo messo in atto da ignoti di farla saltare in aria
SAN MAURIZIO CANAVESE - Adesso l'elicottero del 118 può atterrare anche di notte
SAN MAURIZIO CANAVESE - Adesso l
I numeri delle aree autorizzate in Piemonte per il volo notturno dell'elisoccorso del 118 sono ormai davvero importanti: circa 140 di cui la maggior parte nel territorio metropolitano torinese, ben 45
CANAVESE - Giornalisti da tutta Italia alla scoperta delle eccellenze canavesane
CANAVESE - Giornalisti da tutta Italia alla scoperta delle eccellenze canavesane
Ottimo riscontro per il primo Press Tour sul territorio canavesano organizzato dal Gruppo Turismo, Cultura e Sport di Confindustria Canavese
CANAVESANA - Taglio dei treni: per il Pd è una scelta «scellerata»
CANAVESANA - Taglio dei treni: per il Pd è una scelta «scellerata»
Francesca Bonomo, deputata canavesana del Partito Democratico, critica la scelta di eliminare le corse nel periodo estivo
REGIONE PIEMONTE - Alberto Cirio ha scelto la sua giunta: nessun canavesano tra gli assessori - I NOMI
REGIONE PIEMONTE - Alberto Cirio ha scelto la sua giunta: nessun canavesano tra gli assessori - I NOMI
Il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha firmato il 14 giugno il decreto di nomina degli assessori che comporranno la nuova Giunta regionale ed ha attribuito loro le funzioni di cui dovranno occuparsi. Non ci sono canavesani in Giunta
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore