IVREA - Don Farinella diventa vescovo: «Devo tutto alla mia diocesi»

| Monsignor Roberto Farinella, appena nominato vescovo di Biella, ha scritto una lettera per presentarsi alla nuova diocesi

+ Miei preferiti
IVREA - Don Farinella diventa vescovo: «Devo tutto alla mia diocesi»
Monsignor Roberto Farinella, appena nominato vescovo di Biella dalla diocesi di Ivrea dove ha operato per molti anni, ha scritto una lettera per presentarsi alla nuova diocesi. «Nel momento in cui viene annunciata la mia designazione a vostro nuovo Pastore è mio grande desiderio salutare tutti voi con sincero affetto - scrive ai fedeli - mi affido da subito totalmente alla Madonna di Oropa, “Totus tuus Maria”, Madre tanto amata e venerata da Voi e anche dalla Diocesi di Ivrea da cui provengo. Saluto dunque tutta l’amata e nobile Chiesa che è in Biella, l’Eccellentissimo Padre, il Vescovo monsignor Gabriele, il Capitolo dei Canonici della Cattedrale, tutto il presbiterio diocesano con il suo clero secolare e regolare, i diaconi, i candidati agli ordini sacri, i religiosi e le religiose, i monaci e le monache e tutti i fedeli, con un particolare ricordo per i bambini e i giovani, le famiglie, gli ammalati e tutti coloro che per le ragioni più diverse soffrono oggi nel corpo e nello spirito e sono provati dalla solitudine, dalla malattia, dall’esclusione, dalle povertà».

«Con lo stesso affetto saluto i rappresentanti e i fedeli che appartengono alle altre confessioni cristiane e ad altre religioni, certo che potremo camminare insieme, nel rispetto e nella verità. Rivolgo un pensiero speciale a quanti, senza professare alcuna fede, sono sinceramente alla ricerca del senso della Vita, della Bellezza, dell’Amore e sono impegnati nella promozione di un mondo più giusto e fraterno».

«Le mie radici sono umili. I miei genitori arrivarono dalla Sicilia e trovarono lavoro e casa a Castellamonte, in Canavese, dove sono nato cinquant’anni fa. In quella comunità parrocchiale ho ricevuto i sacramenti dell’iniziazione cristiana e ho imparato a camminare nella fede, crescendo alla scuola del lavoro e dei sacrifici della mia famiglia: rispettosa con tutti e dal cuore aperto agli altri. Giunsi in Seminario a Ivrea all’età di 19 anni, dopo aver conseguito il diploma, per rispondere al dono della vocazione sacerdotale, incoraggiato dall’arciprete don Vincenzo Salvetti. Il Seminario fu un’esperienza bella e nuova con il Rettore e gli altri seminaristi, aiutati dall’esempio del Vescovo monsignor Luigi Bettazzi, che mi ha ordinato presbitero il 24 settembre 1994. Il mio impegno prevalentemente per il Seminario diocesano e la pastorale vocazionale, con il paterno aiuto del Vescovo monsignor Arrigo Miglio, la vita consacrata e religiosa, il ministero di giudice regionale presso il Tribunale Ecclesiastico Piemontese, la direzione del giornale diocesano Il Risveglio Popolare, il ministero pastorale nella chiesa di San Maurizio a Ivrea e in altre parrocchie e infine parroco della Cattedrale, comunità che il Vescovo monsignor Edoardo Cerrato, già Preposito dell’Oratorio di San Filippo Neri che è in Biella, mi ha affidato quattro anni fa, segno della sua bontà e fiducia nei miei confronti.

Devo tutto alla mia Diocesi, ai Vescovi, ai confratelli nel sacerdozio, alla mia famiglia, ai giovani, ai fedeli e ai collaboratori laici incontrati nel mio cammino: hanno temprato con i loro esempi la mia umanità e la mia dedizione alla cura d’anime».

Politica
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
ELEZIONI EUROPEE - Ingria, in Valle Soana, batte tutti i record: la Lega supera quota 83% - I DATI DEL VOTO
Percentuale bulgara ad Ingria, il piccolo Comune della Valle Soana, gią Comune pił leghista d'Italia alle politiche dell'anno scorso, quando il carroccio si fermņ «solo» al 62% delle preferenze. Con le europee stabilito un nuovo record
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
ELEZIONI EUROPEE - Vince Salvini: la Lega supera il 34%. Primo partito in quasi tutti i Comuni del Canavese
Un'affermazione che ribalta il risultato delle politiche di un anno fa, quando la Lega aveva preso la metą dei voti ed era dietro al Movimento 5 Stelle. I grillini di Di Maio perdono anche il confronto con il Pd e scendono al 17%
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnč č record del carroccio
ELEZIONI EUROPEE - Oltre il 44%: a Cuorgnč č record del carroccio
Nemmeno la somma dei tre partiti che inseguono arriva al 44,04% del carroccio che ha fatto registrare una percentuale da urlo
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Castellamonte la Lega doppia il Pd - I DATI
Il Partito Democratico non supera i 1000 voti e si ferma al 20,1% con 847 preferenze. Fa peggio il Movimento 5 Stelle
ELEZIONI EUROPEE - Cirič conferma il trend nazionale della Lega
ELEZIONI EUROPEE - Cirič conferma il trend nazionale della Lega
Cinque anni fa il Pd aveva stravinto la tornata con 4000 voti e il 44% dei consensi. La Lega, con 584 voti, si era fermata al 6,3%
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
ELEZIONI EUROPEE - La Lega sfonda anche a Chivasso - TUTTI I DATI
Andamento nazionale confermato un po' per tutti i partiti maggiori con Pd, Movimento 5 Stelle e Forza Italia sempre in netto calo
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: č il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Rivarolo Lega super: č il primo partito - I DATI
Il risultato potrebbe avere risvolti sulle elezioni amministrative il cui spoglio inizierą nel tardo pomeriggio dopo le regionali
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - A Leini la Lega doppia gli avversari - I DATI
Rispetto alle europee di cinque anni fa il Pd ha visto pił che dimezzarsi i consensi. Crollo anche di Cinque Stelle e Forza italia
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd č ancora il primo partito - I DATI
ELEZIONI EUROPEE - Ad Ivrea il Pd č ancora il primo partito - I DATI
Sotto le rosse torri, dove Casaleggio ha promosso il recente happening «Sum», il Movimento 5 Stelle non va oltre l'11,6%
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
ELEZIONI REGIONALI - Alberto Cirio verso la presidenza: secondo gli exit poll netta sconfitta di Chiamparino
Alberto Cirio del centodestra vola verso la presidenza della Regione Piemonte. Questo secondo l'exit poll realizzato dal consorzio Opinio Italia per la Rai. Cirio andrebbe a vincere con una forchetta del 45-49%. Molto indietro Chiamparino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore