IVREA - I lavoratori di Comdata: «Ormai siamo senza futuro»

| «Abbiamo un governo fantasma, che fa il gioco della sedia, e mentre giocano noi perdiamo il lavoro, la dignità e la casa»

+ Miei preferiti
IVREA - I lavoratori di Comdata: «Ormai siamo senza futuro»
Riceviamo e pubblichiamo una lettera scritta da un gruppo di lavoratori Comdata.

«Come in una soap opera nella puntata del 9 maggio 2018 Comdata annuncia la partenza di un corso di formazione per soli 30 lavoratori su 363 sotto ammortizzatori sociali (FIS) . Non è dato sapere i criteri della scelta. Sappiamo per certo però che di 30 lavoratori, ne hanno trovati solo 29. Tra questi, ci sono stati lavoratori invitati caldamente ad accettare la proposta per evitare di finire nel gruppo dei futuri esuberi. Chiunque abbia avuto l'ardire di parlare di esuberi ha avuto un bel coraggio poichè ad oggi, oltre ad avere la possibilità di aver il rinnovo del FIS per altre 13 settimane, nessun membro dell'ufficio "Risorse Umane" ha parlato di esuberi.

A quanto pare, la "rosa dei nomi" fortunati è stata redatta dallo Staff che, conoscendo gli operatori più bassi in grado, ha la possibilità di scegliere in base a competenze e meriti professionali. Purtroppo, anche questa volta abbiamo visto che la scelta ricadeva in maniera diversa: prima per simpatia e poi per familismo*. Nelle assemblee svoltesi poco dopo l'annuncio dell'apertura del FIS i sindacati confederali presenti in azienda, ci hanno giurato che avrebbero vigilato e fatto in modo che lavoratori mono-reddito o con complicate esigenze familiari avrebbero avuto la precedenza, oppure persone che per scelta già si trovavano con un orario particolare, ancora una volta così non è stato.

Allora, cara Comdata, cosa ci dici? Spiegaci perchè non siamo tutti tutelati in egual misura. Spiegaci perchè chi fa già un orario spezzato non viene spostato in una commessa con tale orario e hai obbligato invece altri lavoratori ad accettare quell'orario pur di lavorare. Siamo ormai senza lavoro e senza futuro, abbiamo un governo fantasma, che fa il gioco della sedia, e mentre giocano noi perdiamo il lavoro, perdiamo la dignità, perdiamo la casa, perche le banche vogliono essere pagate, e ci chiediamo se la persona che gira per il reparto con l'elenco dei nomi da scegliere sta bene con se stessa, se mangia e dorme bene.

Sappiamo cara azienda che pensi solo più al profitto e non ai lavoratori, perchè per te non siamo più "risorse" ma entità da ridicolizzare a cui togliere Vita e Dignità. I sogni già non li abbiamo da tempo. Sappiamo che vuoi chiudere le sedi di Pozzuoli e Padova licenziando 262 lavoratori, sappiamo che spostare il lavoro da una sede all'altra - facendo il gioco delle tre carte - è solo fumo negli occhi. Sappiamo che non ti interessa di Noi lavoratori,  che ti abbiamo permesso di avere un fatturato di 800 milioni di euro nel 2017.
Lo sappiamo, ma vogliamo comunque sentirtelo dire».

Un gruppo di Lavoratori Comdata Ivrea

*familismo: vincolo di solidarietà di una stessa famiglia, quando prevale su quello riguardante il gruppo sociale in generale.

Politica
CUORGNE' - Due tirocinanti diventano cantonieri per sei mesi
CUORGNE
«Un'iniziativa che si inserisce nell'ambito degli interventi a favore di soggetti svantaggiati ed in situazione economica precaria», dice il sindaco Pezzetto
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
Le lezioni si svolgeranno in più sedi contemporaneamente, collegate via video: Torino, Pinerolo, Susa, Lanzo e Ivrea
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
Con le cessioni è stata, pertanto, garantita la salvaguardia occupazionale di 2.304 dipendenti pari a circa l'85% del totale
CUORGNE' - Via le barriere architettoniche alla materna e in Manifattura
CUORGNE
«Abbiamo dato corso ad interventi attesi da lungo tempo in particolare presso la scuola», sottolinea l'assessore Lino Giacoma Rosa
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
Così Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem (Unione Comuni, Comunità ed Enti montani) in merito alla notizia relativa alla proposta di sparare ai lupi con proiettili di gomma. Quello dei lupi è un problema sentito anche in Canavese
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
Riceviamo da Belboschetto una segnalazione di disagi e problematiche legate alla strada che collega il centro abitato
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
Il defibrillatore è stato poi consegnato alla dottoressa Stefania Scagliola, responsabile della farmacia numero 13 dell'Asm
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
«Sono emerse delle problematiche gravi, legate anche alla cattiva manutenzione», conferma il vicesindaco Fabrizio Troiani
CUORGNE' - Palasport: partono alcuni lavori di manutenzione
CUORGNE
Sopralluogo dell'ingegner Claudio Schiari della Città Metropolitana con l'assessore Pieruccini e i consiglieri Crisapulli e Russo
CUORGNE' - Lavori in corso, anche ad agosto, su diverse strade comunali
CUORGNE
Sono da poco terminati i lavori di asfaltatura della strada che collega il capoluogo con la frazione Nava ed altri interventi sono previsti nelle prossime settimane
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore