IVREA - Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa

| Momento di confronto sul tema della pace con il segretario pontificio per i Rapporti con gli Stati, monsignor Richard Gallagher

+ Miei preferiti
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa
Venerdì 21 ottobre si è svolto al teatro Giacosa di Ivrea un importante momento di confronto sul tema della pace con il segretario pontificio per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher. Il ministro degli esteri del Papa approfitterà della tre giorni eporodiese anche per pregare sulla tomba del conterraneo beato Taddeo McCarthy e per inaugurare la nuova mensa della Caritas. Dopo i saluti del vescovo di Ivrea, monsignor Edoardo Cerrato e i ringraziamenti alle autorità civili e militari, il moderatore don Piero Agrano ha introdotto il tema della relazione: "Vincere l'indifferenza per costruire la pace". 
 
Monsignor Gallagher ha iniziato la sua lectio magistralis parlando dell'attuale situazione internazionale. Ha ribadito che viviamo tempi pericolosi, come se stessimo per affrontare la tempesta perfetta di una crisi internazionale senza precedenti. Un livello di conflittualità allarmante: migrazioni, fame, istituzioni deboli e poca coesione sociale. Un crescente pessimismo domina i pensieri di tutti. Soprattutto in Europa si capisce che il sistema che ha permesso 70 anni di pace non è più invulnerabile. La Santa Sede sta dando il suo contributo alla pace in Europa e nel mondo, sia in merito ai conflitti aperti (Iraq, Libia e Siria) che per quelli congelati (come quello ucraino), le crisi economiche e sociali in Africa e in sud America, le ombre di escalation nucleare che si scorgono in Corea e in altri paesi.
 
L'analisi di uno dei più stretti collaboratori del Santo Padre è iniziata dal messaggio del Papa dello scorso gennaio: "Dio non è indifferente,  non abbandona l'umanità". Occorrono comportamenti concreti pur nei diversi compiti e funzioni che  a livello internazionale. La Santa Sede non può essere solo una voce critica della coscienza ma deve operare per la vera cooperazione tra i popoli. Ha ribadito monsignor Gallagher che ognuno deve dare il suo contributo al compimento del disegno della salvezza: questo è anche il compito del dicastero per i Rapporti con gli Stati da lui diretto. Il rispetto dei patti è il primo passo ma bisogna però anche lavorare per la riconciliazione tra i popoli e le comunità. Occorre far crescere il dialogo. La pace è un bene irrinunciabile, ovviamente nel rispetto della legalità internazionale. 
 
Monsignor Gallagher ha poi introdotto l'aspetto personale, quello che in realtà ci tocca più da vicino. Ha spiegato infatti che per noi il problema è l'indifferenza, una specie di sonnifero dell'empatia.  L'indifferenza chiama in causa tutti noi, nelle figure dei migranti o del disoccupati. L'indifferenza ci lascia vivere nel guscio che ci creiamo ma uccide la nostra umanità. Occorre rompere i nostri schermi.  Il Papa ci invita ad alzare lo sguardo: anche noi possiamo essere portatori di pace. La relazione è terminata con l'individuazione di tre linee guida. La prima è l'amore per i poveri e l'attenzione alla nostra spiritualità. La seconda è lavorare per la pace e per i bene di tutti. La terza è costruire ponti con Dio e con gli uomini. Tutti, credenti e non, siamo invitati a questo cammino personale, sociale e globale. (Pr)
Galleria fotografica
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa - immagine 1
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa - immagine 2
Dove è successo
Politica
CUORGNE' - Progetto Italia-Francia: summit in Manifattura
CUORGNE
Toccherà ai capofila ed ai partner italiani presentare lo stato dei lavori in corso, centrati per il versante torinese sul Canavese e le Valli di Lanzo
VALPRATO - Il paese scopre il turismo con un'estate da record
VALPRATO - Il paese scopre il turismo con un
Numeri stimolati dall'inaugurazione della seggiovia Ciavanassa e del rifugio, oltre al centro di educazione ambientale
CANAVESE - Addio a Mediapolis: il tribunale di Ivrea ha sancito il fallimento del parco divertimenti
CANAVESE - Addio a Mediapolis: il tribunale di Ivrea ha sancito il fallimento del parco divertimenti
Il progetto, osteggiato in prima battuta dagli ambientalisti, anche a causa dei ritardi e delle beghe giudiziarie, è stato affossato da 15 milioni di euro di debiti. Ora toccherà al curatore fallimentare valutare le richieste dei creditori
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
IVREA - Un presidio di Casa Pound per la sicurezza dei cittadini
Militanti di CasaPound e residenti hanno svolto un presidio in strada «per dire basta al degrado e all'escalation di violenza»
CUORGNE' - Torna a vivere l'area verde della Manifattura - FOTO A CONFRONTO
CUORGNE
Da sabato l'area di fronte alla Manifattura, il cosiddetto «arcipelago dello sport», è a disposizione dei cittadini cuorgnatesi
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
TASSE NON PAGATE - Bollo auto: la Regione Piemonte ha recapitato 450.000 avvisi e ingiunzioni
I destinatari delle ingiunzioni erano già stati raggiunti in passato dagli avvisi di accertamento per lo stesso motivo. Entro il mese di dicembre saranno circa 700 mila le raccomandate recapitate nelle case dei piemontesi...
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
LEINI - Nuove deleghe per Silvia Cossu in Città metropolitana
Silvia Cossu era la prima non eletta della lista del Movimento 5 Stelle nelle elezioni. Subentra a Carlotta Trevisan
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
LEINI - Luca Torella è il nuovo coordinatore di Articolo 1- MDP
Torella, già dirigente provinciale di SeL, ha accettato l'incarico affidatogli assumendo l'impegno a una gestione unitaria
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
LOCANA - Goiettina confermato segretario del Pd nelle valli
«Siamo un gruppo di giovani che vuole costruire opportunità sul territorio» ha detto il riconfermato segretario del partito di Renzi
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
IVREA - Tribunale condanna Vodafone: «Trasferimenti illegittimi». I lavoratori devono tornare in Canavese
Avevano ragione i lavoratori: il trasferimento deciso da Vodafone per 19 di loro era illegittimo. Questa mattina il giudice del Lavoro ha dato torto all'azienda telefonica che, due mesi fa, aveva spedito 19 dipendenti da Ivrea a Milano
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore