IVREA - Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa

| Momento di confronto sul tema della pace con il segretario pontificio per i Rapporti con gli Stati, monsignor Richard Gallagher

+ Miei preferiti
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa
Venerdì 21 ottobre si è svolto al teatro Giacosa di Ivrea un importante momento di confronto sul tema della pace con il segretario pontificio per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher. Il ministro degli esteri del Papa approfitterà della tre giorni eporodiese anche per pregare sulla tomba del conterraneo beato Taddeo McCarthy e per inaugurare la nuova mensa della Caritas. Dopo i saluti del vescovo di Ivrea, monsignor Edoardo Cerrato e i ringraziamenti alle autorità civili e militari, il moderatore don Piero Agrano ha introdotto il tema della relazione: "Vincere l'indifferenza per costruire la pace". 
 
Monsignor Gallagher ha iniziato la sua lectio magistralis parlando dell'attuale situazione internazionale. Ha ribadito che viviamo tempi pericolosi, come se stessimo per affrontare la tempesta perfetta di una crisi internazionale senza precedenti. Un livello di conflittualità allarmante: migrazioni, fame, istituzioni deboli e poca coesione sociale. Un crescente pessimismo domina i pensieri di tutti. Soprattutto in Europa si capisce che il sistema che ha permesso 70 anni di pace non è più invulnerabile. La Santa Sede sta dando il suo contributo alla pace in Europa e nel mondo, sia in merito ai conflitti aperti (Iraq, Libia e Siria) che per quelli congelati (come quello ucraino), le crisi economiche e sociali in Africa e in sud America, le ombre di escalation nucleare che si scorgono in Corea e in altri paesi.
 
L'analisi di uno dei più stretti collaboratori del Santo Padre è iniziata dal messaggio del Papa dello scorso gennaio: "Dio non è indifferente,  non abbandona l'umanità". Occorrono comportamenti concreti pur nei diversi compiti e funzioni che  a livello internazionale. La Santa Sede non può essere solo una voce critica della coscienza ma deve operare per la vera cooperazione tra i popoli. Ha ribadito monsignor Gallagher che ognuno deve dare il suo contributo al compimento del disegno della salvezza: questo è anche il compito del dicastero per i Rapporti con gli Stati da lui diretto. Il rispetto dei patti è il primo passo ma bisogna però anche lavorare per la riconciliazione tra i popoli e le comunità. Occorre far crescere il dialogo. La pace è un bene irrinunciabile, ovviamente nel rispetto della legalità internazionale. 
 
Monsignor Gallagher ha poi introdotto l'aspetto personale, quello che in realtà ci tocca più da vicino. Ha spiegato infatti che per noi il problema è l'indifferenza, una specie di sonnifero dell'empatia.  L'indifferenza chiama in causa tutti noi, nelle figure dei migranti o del disoccupati. L'indifferenza ci lascia vivere nel guscio che ci creiamo ma uccide la nostra umanità. Occorre rompere i nostri schermi.  Il Papa ci invita ad alzare lo sguardo: anche noi possiamo essere portatori di pace. La relazione è terminata con l'individuazione di tre linee guida. La prima è l'amore per i poveri e l'attenzione alla nostra spiritualità. La seconda è lavorare per la pace e per i bene di tutti. La terza è costruire ponti con Dio e con gli uomini. Tutti, credenti e non, siamo invitati a questo cammino personale, sociale e globale. (Pr)
Galleria fotografica
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa - immagine 1
IVREA -  Il ministro degli esteri del Papa ospite al teatro Giacosa - immagine 2
Politica
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti è una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed è una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilità»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchè vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
CUORGNE' - Due tirocinanti diventano cantonieri per sei mesi
CUORGNE
«Un'iniziativa che si inserisce nell'ambito degli interventi a favore di soggetti svantaggiati ed in situazione economica precaria», dice il sindaco Pezzetto
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
Le lezioni si svolgeranno in più sedi contemporaneamente, collegate via video: Torino, Pinerolo, Susa, Lanzo e Ivrea
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
Con le cessioni è stata, pertanto, garantita la salvaguardia occupazionale di 2.304 dipendenti pari a circa l'85% del totale
CUORGNE' - Via le barriere architettoniche alla materna e in Manifattura
CUORGNE
«Abbiamo dato corso ad interventi attesi da lungo tempo in particolare presso la scuola», sottolinea l'assessore Lino Giacoma Rosa
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
Così Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem (Unione Comuni, Comunità ed Enti montani) in merito alla notizia relativa alla proposta di sparare ai lupi con proiettili di gomma. Quello dei lupi è un problema sentito anche in Canavese
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
Riceviamo da Belboschetto una segnalazione di disagi e problematiche legate alla strada che collega il centro abitato
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
Il defibrillatore è stato poi consegnato alla dottoressa Stefania Scagliola, responsabile della farmacia numero 13 dell'Asm
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
«Sono emerse delle problematiche gravi, legate anche alla cattiva manutenzione», conferma il vicesindaco Fabrizio Troiani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore