IVREA - Le biblioteche del Canavese al Salone del Libro di Torino

| La sfida e l'obiettivo del progetto sono quelli di costruire fisicamente e idealmente una vera e propria Piazza dei lettori

+ Miei preferiti
IVREA - Le biblioteche del Canavese al Salone del Libro di Torino
Dal 18 al 22 maggio 2017 la XXX edizione del Salone internazionale del Libro ospita la Biblioteca nel Salone all’interno della Piazza dei Lettori, nel Terzo Padiglione. Il Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese partecipa all’iniziativa e vi invita a visitare gli spazi ad essa dedicati. Cos’è la Biblioteca nel Salone? Il luogo in cui biblioteche e bibliotecari provenienti da diverse tipologie istituzionali diventano un’unica Biblioteca, connessa e integrata, intrecciandosi anche con il sistema delle librerie del territorio all’interno della Piazza dei Lettori del Salone.
 
La sfida e l’obiettivo sono quelli di costruire fisicamente e idealmente una vera e propria Piazza dei lettori, evocare la biblioteca immaginata negli anni Venti del Novecento dallo storico dell’arte Aby Warburg. Una biblioteca - libreria, insieme fisica e virtuale, che rende disponibili circa 15.000 risorse, organizzate in quattro macro aree tematiche - Pensiero, Azione, Orientamento, Immagine - riconducibili alla struttura della biblioteca warburghiana, dando vita ad un punto di incrocio di una affascinante e complessa rete di relazioni tra i libri e le persone.
 
Il progetto, coordinato dalla Sezione Piemonte dell’Associazione Italiana Biblioteche in collaborazione con il Prof. Maurizio Vivarelli dell’Università degli Studi di Torino, è frutto della collaborazione tra l’Area Bibliotecaria e Museale del Politecnico di Torino, il Sistema Bibliotecario dell’Università di Torino, le Biblioteche Civiche torinesi, il Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese, lo SBAM (Sistema Bibliotecario di Area Metropolitana), le biblioteche speciali del CoBIS (Coordinamento delle Biblioteche Speciali e Specialistiche) e quelle del Polo del ‘900: tutte istituzioni che, grazie alle competenze delle bibliotecarie e dei bibliotecari, ogni giorno, operano per gestire e promuovere la vitalità di un’istituzione fondamentale – la biblioteca - per la vita intellettuale e sociale delle comunità, promuovendo l’accesso alla conoscenza, all’informazione e alla lettura in modo democratico ed inclusivo. Competenze che, grazie a questa iniziativa,  sono a disposizione di tutti i   lettori che visitano il Salone e che vorranno utilizzarle esplorando questo spazio.
 
Nella Biblioteca nel Salone vengono proposte mappe e percorsi - digitali ed analogici - per orientarsi e muoversi nella selva selvaggia dei libri, per imparare a scegliere, criticamente e consapevolmente, le proprie letture nel quadro di un’offerta editoriale vastissima. I percorsi saranno consultabili a partire dai libri cartacei, e saranno arricchiti da estensioni sul web che rendono possibile esplorare le reti di relazioni che correlano un libro a un autore o ad un argomento. Tutto questo senza escludere la possibilità per i visitatori di utilizzare gli strumenti di mediazione classici, catalografici ed informativi, con cui le biblioteche, nella loro attività quotidiana, organizzano e gestiscono patrimoni straordinari per quantità e qualità.
 
La Biblioteca nella Piazza dei lettori vuole essere anche una suggestione per immaginare le biblioteche come luoghi prossimi a quell’Oltre il confine che è il tema portante di questa edizione del Salone. Reinterpretando con leggerezza un mestiere ed una vocazione antichi, le biblioteche vogliono qualificarsi come strumenti di scoperta e di esplorazione di territori nuovi della conoscenza, che si situano al di là di quella metaforica linea d’ombra fatta spesso di pigrizia e di banale conformismo. La Biblioteca nel Salone, e le biblioteche di ogni giorno, possono essere potenti farmaci per l’anima dei lettori, come recitava la celebre iscrizione sulla soglia della mitica biblioteca di Alessandria e l’auspicio è che la XXX edizione del  Salone costituisca un modello esemplare di collaborazione e di integrazione tra i diversi soggetti della “filiera” del libro, orientato a rafforzare nel lettore la consapevolezza dei propri imprescindibili diritti di libertà, di autodeterminazione, di creatività.
Politica
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
RIVAROLO - Addio area Vallesusa: diventerà deposito del cippato?
Rivarolo resta senza teatro e senza area expo. Cambio di sede anche per il Vespa Club e la Galleria della locomozione storica
CUORGNE' - Il progetto della scuola Cena supera l'esame della Regione
CUORGNE
Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 9 agosto la graduatoria relativa agli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici
CANAVESE - L'Uncem: «Su lupi e ungulati stiamo dalla parte degli allevatori»
CANAVESE - L
«Uncem da sempre sta dalla parte degli allevatori, delle imprese agricole, di chi svolge un ruolo attivo nelle aree montane»
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
PONTE PRETI - 6000 firme raccolte per chiedere interventi urgenti
Bozzello alla carica: promosso un incontro pubblico a Castellamonte sulla situazione del ponte il prossimo otto settembre
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
PONTE PRETI - «La manutenzione del ponte con i pedaggi della Torino-Aosta»
Proposta dell'Uncem per garantire maggiori opere di manutenzione su alcuni assi viari molto trafficati
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
LEINI - Polemica sulla ristrutturazione della scuola Anna Frank
«I locali non potevano essere utilizzati perché privi di tutta la documentazione necessaria» ha fatto presente il consigliere Pittalis
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
FELETTO - Settimana decisiva per salvare la stazione ferroviaria
Il comitato «No alla chiusura della stazione ferroviaria di Feletto» continua nella sua battaglia per evitare la soppressione
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderà per sempre la discarica dei Pogliani
CHIVASSO - Il 31 agosto chiuderà per sempre la discarica dei Pogliani
«Finalmente riusciamo a vedere un po' di luce, ma non la fine, al fondo del tunnel», dice il sindaco chivassese Castello
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti è una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed è una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilità»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchè vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore