IVREA - Parte il progetto sperimentale «Bellavista Si-cura»

| Aperto anche uno sportello per i conflitti. Il piano è stato finanziato dalla Compagnia di San Paolo

+ Miei preferiti
IVREA - Parte il progetto sperimentale «Bellavista Si-cura»
Un quartiere più sicuro per i residenti, più vivace, più attivo. E' partito ufficialmente il progetto «Bellavista Si-cura», presentato nei giorni scorsi  con una conferenza stampa in comune  e poi con un primo appuntamento dedicato a tutti i residenti di Bellavista. Elaborato dall’associazione Bellavista Viva (attiva da anni nel quartiere), finanziato dalla Compagnia di San Paolo, il piano si propone di sperimentare forme innovative di gestione dei conflitti. A cominciare dalle problematiche che si possono riscontare negli edifici di edilizia sociale, con Atc ad esempio. 
 
Bellavista Si-cura, sostenuto dal consorzio In.Re.Te e dal Comune e realizzato con la collaborazione del gruppo Abele, punta a sollecitare e valorizzare forme di responsabilizzazione dei cittadini per la risoluzione dei conflitti e la partecipazione alla gestione dei beni pubblici. «L’idea è quella di far crescere il quartiere, migliorare la coesione sociale e quindi la vita dei residenti – ha spiegato Daniela Teagno – Vogliamo riaccendere l’entusiasmo dei residenti e azzerare quel leggero degrado che si era registrato in questi ultimi anni». 
 
In tal senso sono già stati realizzati incontri soprattutto per cercare di risolvere il problema delle case Atc. «Nel quartiere si avverte un sentimento di disagio – ammette Marco Bertoluzzo, criminologo, collaboratore del gruppo Abele – è un rione bellissimo che ha avuto e ha una storia importante, manca quel qualcosa in più per ripartire e rinsaldare i legami». A pochi giorni dall’apertura dello sportello dedicato sono già molte le segnalazioni arrivate. Un’attività che serve almeno in questo primo momento a mappare le necessità dei cittadini. 
 
«Rumori molesti, problemi di parcheggio, spazi comuni mal gestiti. Sono queste le segnalazioni, soprattutto. Vorremmo invitare la gente ad essere ancora più partecipe. Lo schema utilizzato è uguale per tutto il territorio. E’ chiaro che in un posto come Bellavista dove esistono i servizi è più facile cominciare, risolvere i problemi e coinvolgere le persone, in quartieri più degradati il conflitto di base può trasformarsi subito in violenza e le problematiche sono molto differenti e difficili da gestire». Il progetto pilota avrà la durata di 12 mesi e prevede attività di ascolto dei cittadini, di mappatura dei conflitti ed interventi di risoluzione. Si creeranno inoltre 4 tavoli di lavoro aperti al contributo di tutti i cittadini per individuare problemi e possibili soluzioni in tema di giovani, anziani, sport, ambiente e gestione degli spazi pubblici. 
 
«Alla fine di questi dodici mesi siamo convinti che la comunità del quartiere sarà in grado di gestire le criticità e sarà migliorato il dialogo con le istituzioni. Saranno apportate anche delle migliorie, ristrutturati alcuni spazi, come ad esempio la Polisportiva. In questo senso abbiamo già ottenuto piena disponibilità da parte dell’associazione sportiva» ha confermato l’assessore Augusto Vino.
Politica
IVREA - «Rifugiati e accoglienza: le paure degli uni e degli altri»
IVREA - «Rifugiati e accoglienza: le paure degli uni e degli altri»
Alessandra Morelli, Delegata dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, incontrerà gli studenti del Gramsci
CASELLE - Bilancio economico da record per l'aeroporto Pertini
CASELLE - Bilancio economico da record per l
Il fatturato di Sagat, al netto dei contributi, ammonta a 56 milioni di euro, in crescita del +16,6% rispetto all'anno precedente
CASTELLAMONTE - Paura per la discarica. Mazza: «Va chiusa subito»
CASTELLAMONTE - Paura per la discarica. Mazza: «Va chiusa subito»
Diventa una questione politica la gestione della discarica di Vespia dopo l'allarme lanciato ieri dai residenti della zona
CANAVESE - I circoli del Pd tentano la via della partecipazione
CANAVESE - I circoli del Pd tentano la via della partecipazione
Venerdì il Partito Democratico presenta un'iniziativa unica in Italia, lanciata dai circoli del PD del Canavese e del Chivassese
BOLLENGO - Nelle scuole il ricordo delle vittime innocenti della mafia
BOLLENGO - Nelle scuole il ricordo delle vittime innocenti della mafia
Il paese è stato uno dei "4000 luoghi del 21 marzo" grazie all'invito di Lucia Grillo e Laura Rocchietta di Libera Ivrea
RIVARA - Incontri del Gal per chi vuole mettersi in proprio
RIVARA - Incontri del Gal per chi vuole mettersi in proprio
In vista della ripresa del servizio offerto dal Programma Mip-Mettersi in proprio
CUORGNE' - Genitori a pranzo con i figli nella mensa scolastica
CUORGNE
E' l'iniziativa promossa dal Comune anche per dare modo ai genitori di verificare personalmente la qualità del servizio
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
Tra i manifestanti anche il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, già noto anche per le sue posizioni contro le unioni civili
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all'incontro con gli eurodeputati
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all
Si è discusso del rapporto tra giovani e impresa, innovazione digitale e fondi europei destinati alle imprese dal Piano Juncker
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
Venerdì 24 marzo ha avuto luogo presso la palestra parrocchiale di Castellamonte una cena povera a favore della Quaresima di Fraternità
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore