IVREA - Parte il progetto sperimentale «Bellavista Si-cura»

| Aperto anche uno sportello per i conflitti. Il piano è stato finanziato dalla Compagnia di San Paolo

+ Miei preferiti
IVREA - Parte il progetto sperimentale «Bellavista Si-cura»
Un quartiere più sicuro per i residenti, più vivace, più attivo. E' partito ufficialmente il progetto «Bellavista Si-cura», presentato nei giorni scorsi  con una conferenza stampa in comune  e poi con un primo appuntamento dedicato a tutti i residenti di Bellavista. Elaborato dall’associazione Bellavista Viva (attiva da anni nel quartiere), finanziato dalla Compagnia di San Paolo, il piano si propone di sperimentare forme innovative di gestione dei conflitti. A cominciare dalle problematiche che si possono riscontare negli edifici di edilizia sociale, con Atc ad esempio. 
 
Bellavista Si-cura, sostenuto dal consorzio In.Re.Te e dal Comune e realizzato con la collaborazione del gruppo Abele, punta a sollecitare e valorizzare forme di responsabilizzazione dei cittadini per la risoluzione dei conflitti e la partecipazione alla gestione dei beni pubblici. «L’idea è quella di far crescere il quartiere, migliorare la coesione sociale e quindi la vita dei residenti – ha spiegato Daniela Teagno – Vogliamo riaccendere l’entusiasmo dei residenti e azzerare quel leggero degrado che si era registrato in questi ultimi anni». 
 
In tal senso sono già stati realizzati incontri soprattutto per cercare di risolvere il problema delle case Atc. «Nel quartiere si avverte un sentimento di disagio – ammette Marco Bertoluzzo, criminologo, collaboratore del gruppo Abele – è un rione bellissimo che ha avuto e ha una storia importante, manca quel qualcosa in più per ripartire e rinsaldare i legami». A pochi giorni dall’apertura dello sportello dedicato sono già molte le segnalazioni arrivate. Un’attività che serve almeno in questo primo momento a mappare le necessità dei cittadini. 
 
«Rumori molesti, problemi di parcheggio, spazi comuni mal gestiti. Sono queste le segnalazioni, soprattutto. Vorremmo invitare la gente ad essere ancora più partecipe. Lo schema utilizzato è uguale per tutto il territorio. E’ chiaro che in un posto come Bellavista dove esistono i servizi è più facile cominciare, risolvere i problemi e coinvolgere le persone, in quartieri più degradati il conflitto di base può trasformarsi subito in violenza e le problematiche sono molto differenti e difficili da gestire». Il progetto pilota avrà la durata di 12 mesi e prevede attività di ascolto dei cittadini, di mappatura dei conflitti ed interventi di risoluzione. Si creeranno inoltre 4 tavoli di lavoro aperti al contributo di tutti i cittadini per individuare problemi e possibili soluzioni in tema di giovani, anziani, sport, ambiente e gestione degli spazi pubblici. 
 
«Alla fine di questi dodici mesi siamo convinti che la comunità del quartiere sarà in grado di gestire le criticità e sarà migliorato il dialogo con le istituzioni. Saranno apportate anche delle migliorie, ristrutturati alcuni spazi, come ad esempio la Polisportiva. In questo senso abbiamo già ottenuto piena disponibilità da parte dell’associazione sportiva» ha confermato l’assessore Augusto Vino.
Politica
VOLPIANO - Fino al 6 maggio le iscrizioni per i centri estivi
VOLPIANO - Fino al 6 maggio le iscrizioni per i centri estivi
All'Informagiovani di via Botta 26 iscrizioni lunedì, martedì e giovedì dalle 9.30 alle 12.30; lunedì e giovedì anche 14.30-17.30
CHIVASSO - Al via i lavori di riqualificazione dell'ex Campo Enel
CHIVASSO - Al via i lavori di riqualificazione dell
I giorni previsti per l'opera sono 210 e i lavori sono stati affidati a una ditta di Moncalieri per un importo di 277mila euro
MAPPANO - Passa il bilancio: sindaco esulta, minoranze contro
MAPPANO - Passa il bilancio: sindaco esulta, minoranze contro
«Le aspettative dei mappanesi, dopo due anni, sono già naufragate vista la non capacità dell'esecutivo in carica»
IVREA - Nuovo ospedale: «Si» del Movimento 5 Stelle al referendum
IVREA - Nuovo ospedale: «Si» del Movimento 5 Stelle al referendum
«In questo momento è necessaria una presa d'atto della politica locale sulla necessità di realizzare un nuovo ospedale»
BORGARO - «Chi raccoglie semina civiltà a Borgaro»: ecco il contest
BORGARO - «Chi raccoglie semina civiltà a Borgaro»: ecco il contest
Parte un vero e proprio concorso per dare vita alla campagna di sensibilizzazione per la raccolta delle deiezioni canine
RIVAROLO-CUORGNE'-CASTELLAMONTE - Dalla Regione 45 mila euro per i vigili del fuoco
RIVAROLO-CUORGNE
Approvata la graduatoria con la quale verranno finanziate 33 domande presentate dai Comuni e dalle Unioni Montane sede di distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari
CASTELLAMONTE - Un concorso letterario per valorizzare la lingua piemontese
CASTELLAMONTE - Un concorso letterario per valorizzare la lingua piemontese
L'assessorato alla cultura del Comune di Castellamonte promuove il concorso letterario «Ij pignatè 'd Castlamont 2019»
COLLERETTO C. - Il sindaco Aldo Querio Gianetto si ricandida
COLLERETTO C. - Il sindaco Aldo Querio Gianetto si ricandida
Con il bilancio di mandato di questi cinque anni il sindaco ha confermato la sua intenzione di ripresentarsi alle urne
CUORGNE' - L'assessore Mauro Fava candidato in Regione
CUORGNE
La sua candidatura ha l'obiettivo di riportare una rappresentanza canavesana in seno al consiglio di Palazzo Lascaris
CASTELLAMONTE - L'ex sindaco Paolo Mascheroni candidato alle regionali
CASTELLAMONTE - L
«L'Udc, quale erede della Democrazia Cristiana nella quale sono stato tesserato sin da giovane, è il partito che meglio rappresenta i miei ideali e valori»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore