IVREA - Sanità carente: i sindaci disertano l'incontro del Nursind

| Al confronto convocato dal sindacato presente solo il sindaco di Bollengo, l'assessore di Caluso e i Cinque Stelle di Ivrea

+ Miei preferiti
IVREA - Sanità carente: i sindaci disertano lincontro del Nursind
Dopo aver proclamato lo stato di agitazione, visto il tentativo di conciliazione fallito in Prefettura, il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Ivrea, «affinchè possa essere interrotta la catena delle inottemperanze da parte dell'azienda ed accertare eventuali responsabilità». Dai dati in possesso al sindacato, rispetto al 2010 il personale infermieristico è diminuito di circa 100 unità. Il personale medico poi al 31/12/2016, è diminuito di 32 unità rispetto al 2009.

«Nonostante l'Asl To4 abbia dichiarato di aver incrementato le assunzioni rispetto agli anni 2015 e 2016, gli attuali numeri di personale presente in reparto, non prendono in considerazione numerose criticità e variabili di rilevanza non indifferente. Una di queste, è il numero di operatori con limitazioni all'idoneità alla mansione dovuta anche all'aumento dell'età media e nello specifico 286 infermieri e 223 OSS. Questo dato, va ad aggravare la situazione di carenza, poiché chiaramante aumenta il carico assistenziale per il restante personale, con i relativi rischi per i pazienti».

Per il sindacato la situazione è resa ancora più complessa, dalla presenza di letti bis, barelle e di pazienti ricoverati collegati ad apparecchi monitor per la rilevazione dei parametri vitali in continuo, i quali  richiederebbero una costante sorveglianza da parte del personale infermieristico, spesso impossibile a causa dell'esiguo numero di personale presente in turno, esponendo il paziente a chiari rischi. «Tale rapporto, aumenta pericolosamente nel turno pomeridiano e notturno, quando appunto ad erogare assistenza anche a 44 pazienti non autosufficienti con numerosi bisogni assistenziali, ci sono solo 2 infermieri e 1 OSS».

«Il non rispetto (se pur occasionale) dell'orario di lavoro, così come dichiarato dall'Azienda in Prefettura, è un chiaro segno di carenza di personale e ciò si verifica soprattutto nell'area dell'emergenza ed in particolare nelle sale operatorie. Non si conosce il dato numerico sulle sale operatorie, ma i circa 3000 interventi chirurgici in urgenza a livello aziendale per l'anno 2016 (1000 solo ad Ivrea su 5000 in elezione) e le numerose segnalazioni riferite al costante utilizzo della pronta disponibilità dell'equipe reperibile nell'anno in corso, fanno chiaramente comprendere come l'azienda stia utlizzando un istituto contrattuale straordinario, per sopperire ad esempio alla necessità di avere del personale in guardia attiva».

Secondo il sindacato, inoltre, sono costanti le carenze di personale nei pronto soccorso del Canavese, dove «la presenza di personale non dipendente, potrebbe essere un punto di debolezza all'interno del lavoro di equipe e per la continuità assistenziale». Infine, in merito al nuovo ospedale di Ivrea, Nursind si farà promotore di numerose azioni e raccolta firme, poiché lo ritiene un punto assolutamente fondamentale per la rinascita della sanità canavesana, che non può permettersi di continuare a perdere ulteriormente validi professionisti che sempre più scappano altrove. Purtroppo lunedì, all'incontro convocato dal Nursind con i sindaci del territorio, gran parte delle amministrazioni hanno disertato. «Ringraziamo il Sindaco di Bollengo Ricca, il comune di Caluso con l'assessore Roberto Podio, il Movimento 5 stelle di Ivrea e il tribunale per i diritti del malato di Ivrea - dicono dal Nursind - siamo dispiaciuti per l'assenza degli altri sindaci su un argomento così importante».

Politica
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
CANAVESE - Operativo il nuovo centro per la salute degli immigrati
Il Servizio si rivolge ai cittadini stranieri non in regola e non iscrivibili al Servizio Sanitario Nazionale
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
TAVAGNASCO - Siglato il «gemellaggio» con Charantonnay
In piazza del Municipio si è svolta la celebrazione dell'unione tra i due Comuni, con la lettura della Carta del Gemellaggio
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
IVREA - 80 posti di lavoro a rischio al Cic: incontro in Regione
La Regione Piemonte chiederà con urgenza un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico per affrontare la situazione
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrà
RIVAROLO - Summit dei geometri al Castello Malgrà
Snellimento delle procedure burocratiche e velocizzazione delle pratiche. Sono queste le richieste principali che i geometri di Torino e Provincia rivolgono al nuovo governo insediatosi poco più di un mese fa
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
CANAVESE - 500 mila euro per gli studenti pendolari che partono dai paesi di montagna
Si tratta di un contributo per l'acquisto degli abbonamenti al trasporto pubblico, per il prossimo anno scolastico, che favorirà la residenzialità nei Comuni posti a oltre 600 metri di altitudine, limitando abbandono e spopolamento
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l'Alternanza»
MONTALTO DORA - La Fasti ha ottento il «Bollino per l
Un riconoscimento per le imprese associate a Confindustria che si distinguono per i percorsi di alternanza scuola-lavoro
CUORGNE' - Puliti i canali per evitare guai in caso di nubifragi
CUORGNE
«Sono azioni di prevenzione che rientrano nell’ambito del progetto Cuorgnè più Sicura», dice il sindaco Beppe Pezzetto
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
LOCANA - Taglio del nastro per la nuova centralina idroelettrica
Alla cerimonia il sindaco Giovanni Bruno Mattiet insieme all'onorevole Alessandro Giglio Vigna e alla Senatrice Virginia Tiraboschi
CASTELLAMONTE - L'ex asilo va in malora: è scontro politico - FOTO
CASTELLAMONTE - L
Allarme degrado a Preparetto. Da quando la vecchia gestione ha lasciato la frazione, la struttura è stata abbandonata
RIVAROLO - Addio zona blu... ma solo ad agosto
RIVAROLO - Addio zona blu... ma solo ad agosto
Arriva il mese di agosto e, come consuetudine, va in vacanza anche la sosta a pagamento
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore