IVREA - «Un bosco per la città», così si celebra la festa dell'albero

| Tutti al Bosco San Michele con i bambini, i cittadini attivi del territorio, Legambiente e UPM Un Punto Macrobiotico

+ Miei preferiti
IVREA - «Un bosco per la città», così si celebra la festa dellalbero
La collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Ivrea e l’Associazione Nazionale e Internazionale UPM Un Punto Macrobiotico ha reso possibile la piantumazione di 150 nuove piante arboree e arbustive, grazie al Progetto “Un Bosco per la Città”, cui la Città di Ivrea ha aderito. Il progetto è stato ideato nel 1970 dal Prof. Mario Pianesi, pluripremiato scienziato autodidatta, socio onorario di due Accademie delle scienze e membro del comitato scientifico Dess 2005/2015 (decennio di educazione allo sviluppo sostenibile) della Commissione Nazionale Italiana Unesco, nonché ideatore, fondatore e Presidente dell’Associazione UPM Un Punto Macrobiotico.
 
Tra i promotori dell’iniziativa un sentito ringraziamento alla Regione Piemonte che, oltre a patrocinare il progetto ha messo a disposizione, per tutti i Comuni aderenti, le piante necessarie per la realizzazione delle aree verdi. L'iniziativa ha inoltre il patrocinio di ONU, UNESCO, UNCDD, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e Corpo Forestale dello Stato, nonché il vivo apprezzamento e considerazione da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, ed ha lo scopo di realizzare dei Boschi all'interno del territorio urbano con specie autoctone tipiche delle varie zone: costa, pianura, vallata, collina, montagna, con il fine di migliorare la qualità dell’aria, bene assoluto dell’umanità. 
 
La piantumazione, come previsto dal Progetto Pianesiano,avverrà con il coinvolgimento di alcuni alunni delle scuole San Michele e Fiorana al fine di educare i giovani ad una maggiore consapevolezza sull'importanza degli alberi, sia nella produzione di ossigeno, sia negli equilibri ambientali ecosistemici e idrogeologici. La mattinata, anche intesa a celebrare la festa dell’Albero 2016 promossa da Legambiente, si svolgerà presso il “Bosco san Michele” di via Lago San Michele, buon esempio di contrasto all'avanzata del cemento:  l’area di via Lago san Michele, infatti, da sterrato si sta trasformando in un parco con tanti alberi e tanto verde un parco cittadino, grazie a un progetto partecipato da tutto il quartiere.  18mila metri quadrati di verde pubblico con 150 nuovi alberi per restituire alla comunità locale spazi belli e accoglienti per una città più vivibile e sostenibile.
 
La Festa dell’Albero 2016, campagna storica di Legambiente, che - nonostante l’età - conferma godere di ottima salute, riuscendo di anno in anno a raccogliere un ampio consenso su tutto il territorio nazionale per sottolineare l'importanza della partecipazione, del coinvolgimento e della sensibilizzazione dei più piccoli ai temi ambientali attraverso il gioco e il divertimento  e per continuare a scrivere queste pagine verdi per il nostro territorio: nuovi alberi per dare alle future generazioni un dono che custodiranno e difenderanno per passarlo a quelle successive. 
 
Ci ritroviamo grandi e piccini per ricordare a tutti che gli alberi sono i nostri amici più preziosi in natura, ci proteggono dall'inquinamento atmosferico e acustico, contribuiscono a mitigare gli effetti dei mutamenti climatici, riducono il pericolo di frane e smottamenti. Rendono unici i nostri paesaggi, ci regalano ombra, frutti, legno. Gli alberi, ogni giorno, ci stringono in un abbraccio ideale che vogliamo ricambiare tutelandoli dalla pericolosa e incessante avanzata del cemento. Proprio per questo Legambiente dedica l'edizione 2016 della Festa dell'Albero al fenomeno preoccupante del consumo di suolo: l’albero diventa il simbolo della lotta al consumo di suolo e al suo impoverimento; vero e proprio paladino contro tutte le azioni che hanno come risultante il degrado e la cancellazione del terreno.
 
Un ringraziamento va a tutte le classi aderenti all’iniziativa e, naturalmente, alle loro insegnanti per il loro prezioso lavoro, così come agli uffici Verde e Istruzione del Comune di Ivrea che hanno organizzato la manifestazione e ai cittadini che vorranno unirsi a noi. 
 
DI SEGUITO IL PROGRAMMA:
 
Martedì 22 novembre 2016
ore 10.30 
benvenuto e ristoro caldo per i bambini
ore 10.45
Introduzione sull'importanza degli alberi e presentazione del Progetto “Un Bosco per la Città”, con la partecipazione di Manuele Mussa, membro della Commissione Nazionale Boschi dell’Associazione UPM Un Punto Macrobiotico
Presentazione della Festa dell’Albero 2016, con la partecipazione di Marilisa Schellino, Circolo Legambiente Dora Baltea
Illustrazione del progetto del Parco Cittadino Bosco San Michele,  Giovanna Codato, Comune di Ivrea
ore 11.00 
Messa a dimora di due  piante (una parrozia e un liquidambar), che si aggiungono ai 150 già piantumati  davanti alla scuola materna San Michele,  all'inizio del percorso sterrato di attraversamento dell'area verde e abbraccio collettivo degli alberi.
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
A Rivarolo c'è sempre qualche colpo di scena per fare in modo che lo sparuto pubblico non pagante debba necessariamente rinunciare alle partite di calcio in Tv...
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l'arrivo di altri profughi»
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l
Per il centrodestra c'è un problema di sicurezza: «All'hotel Europa sono in 128 quando lo stabile ha l'agibilità solo per 60 persone»
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
Visto che le segnalazioni di ritardi, guasti e carrozze al freddo sono ormai all'ordine del giorno da almeno quattro mesi, la politica locale ha deciso di darsi una mossa
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
La scorsa settimana sindaci e amministratori hanno dato mandato al Ciss38, il consorzio dei servizi socio assistenziali, di scrivere al prefetto sulla questione migranti. «Abbiamo già soddisfatto i parametri previsti per l'accoglienza»
CUORGNE' - Cavalot stronca la giunta Pezzetto: «Non fate nulla»
CUORGNE
Sul ricorso al lodo Asa, invece, per la prima volta anche l'ex sindaco si è trovato (stranamente) d'accordo con l'amministrazione
CASTELLAMONTE - L'ex ospedale non chiude: diventa Casa della Salute
CASTELLAMONTE - L
La struttura della città della ceramica ospiterà anche il centro diurno per l’autismo adulto dedicato a tutto il territorio del Canavese
CUORGNE' - Il Comune aderisce a M'illumino di meno
CUORGNE
I ragazzi di Caterpillar, nota trasmissione di Radio 2, anche quest'anno hanno lanciato la celebre campagna radiofonica, giunta al suo tredicesimo anno
CUORGNE' - Mai dire... consiglio: tra tosse e capitomboli
CUORGNE
Ancora un consiglio soporifero a Cuorgnè che si è scaldato solo in termini strettamente sanitari...
RIVAROLO - «Basta profughi in città. Ne abbiamo abbastanza...»
RIVAROLO - «Basta profughi in città. Ne abbiamo abbastanza...»
Domani il consiglio comunale sarà chiamato per la prima volta a discutere dell'emergenza migranti e dei presunti nuovi arrivi
VALPERGA - Semaforo rotto: rischio incidenti stradali
VALPERGA - Semaforo rotto: rischio incidenti stradali
Il sindaco invita gli automobilisti alla prudenza
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore