LEINI - Il pullman è stracolmo: gli studenti restano a casa

| Polemiche sulla linea Gtt che trasporta i giovani alle scuole superiori di Settimo. Persi diversi giorni di lezione

+ Miei preferiti
LEINI - Il pullman è stracolmo: gli studenti restano a casa
Pullman zeppo di studenti. Tanti restano a piedi e perdono giorni di scuola. Situazione paradossale a Leini dove il bus che trasporta, tutti i giorni, alle 7,30, gli studenti agli istituti superiori di Settimo Torinese, non basta più. Spesso, a seconda degli autisti e del grado di "riempimento" della linea, le fermate vengono saltate e gli studenti restano a terra. Il tutto nonostante i quasi 300 euro di abbonamento pagati in anticipo. I giorni di assenza, ormai, non si contano più. Anche perchè da Leini l'altra soluzione è prendere la linea 46 fino a via Ivrea, scendere e salire su un altro bus, il 51, diretto a Settimo. Con tempi di percorrenza lunghissimi. 
 
«I ragazzi ci hanno segnalato più volte i disagi – dice Giorgio Pidello, dirigente scolastico del liceo scientifico 8 Marzo – e noi abbiamo fatto altrettanto con i Comuni. Quest’anno la situazione è peggiorata anche perché gli studenti di Leini sono passati da 125 a 161. E, poi c’è il problema del pomeriggio. Quando i ragazzi escono dopo le 16 non c’è nessun mezzo di trasporto che li riporti a casa». Il sindaco di Leini, Gabriella Leone, ha chiesto l'intervento della Gtt che gestisce la linea. «L'azienda ha risposto che avrebbe monitorato e valutato la situazione. Chiederemo l'intervento della Città Metropolitana perché così non può andare avanti». 
 
Gtt, per ora, conferma che le condizioni di sicurezza sono comunque garantite. «Se ci saranno ulteriori criticità – fanno sapere dall'azienda dei trasporti - studieremo un modo per intervenire». Per ora gli studenti dovranno fare di necessità virtù.
Politica
IVREA - Anche Mariastella Gelmini al convegno di Forza Italia
IVREA - Anche Mariastella Gelmini al convegno di Forza Italia
Si scaldano i motori per le amministrative. Forza Italia promuove il convegno "Insieme per cambiare il Piemonte e l'Italia"
CUORGNE' - Con una App si pagano i servizi scolastici del Comune
CUORGNE
«Con l'attivazione della piattaforma PagoPA, proseguiamo nell'ammodernamento del dialogo tra cittadino e Comune» dice il sindaco
RACCOLTA RIFIUTI EX ASA - Esposto alla Corte dei conti e all'autorità nazionale anti corruzione
RACCOLTA RIFIUTI EX ASA - Esposto alla Corte dei conti e all
Oltre a queste iniziative, comunicate a breve anche al Prefetto di Torino e alla procura della Repubblica di Ivrea, Il comitato canavesano di Grande Nord sta valutando con i propri legali il ricorso a una class action tra i cittadini
VOLPIANO - Sedici nuove telecamere per garantire la sicurezza
VOLPIANO - Sedici nuove telecamere per garantire la sicurezza
Via ai lavori per sostituire occhi elettronici obsoleti, in particolare nel parcheggio interrato di piazza Emanuele Filiberto
LOMBARDORE - I terreni dell'ex poligono militare non sono inquinati
LOMBARDORE - I terreni dell
Il Ministero della Difesa su una parte di quei terreni oggi dismessi avrebbe voluto realizzare un grosso campo fotovoltaico
FAVRIA - Il consigliere di minoranza Scandale lascia l'incarico
FAVRIA - Il consigliere di minoranza Scandale lascia l
«Auguro a tutti, amministratori e dipendenti, un buon lavoro, con la certezza che non sia un addio ma solo un arrivederci»
RIVAROSSA - Dimissioni in massa: cade il consiglio comunale
RIVAROSSA - Dimissioni in massa: cade il consiglio comunale
Ora tocca al prefetto di Torino nominare il commissario. Si andrà a votare la prossima primavera, con un anno di anticipo
VOLPIANO - Torna l'appuntamento con il festival «No Mafia»
VOLPIANO - Torna l
Nato dall'impegno di un gruppo di giovani volpianesi per portare al centro dell'attenzione la legalità, in paese e dentro le scuole
CASTELLAMONTE - Accoglienza ai migranti: il parroco dice «basta»
CASTELLAMONTE - Accoglienza ai migranti: il parroco dice «basta»
Don Luca Pastore al convegno della Lega: «La carità si fa in casa, guardando alle nostre famiglie e ai nostri giovani»
CANAVESE - Treni regionali in ritardo? Adesso ti avvisa la App
CANAVESE - Treni regionali in ritardo? Adesso ti avvisa la App
«Un passo avanti per soddisfare l'esigenza, sempre più sentita dai viaggiatori, di avere info tempestive», dice l'assessore Balocco
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore