LOCANA - Al 25 Aprile ospite il Console Generale della Bosnia Erzegovina

| Era già venuto in Canavese qualche mese fa perché, quand'era ragazzino, il nonno paterno, Vojin, amava raccontargli storie di guerra che una volta i bambini erano soliti ascoltare in famiglia

+ Miei preferiti
LOCANA - Al 25 Aprile ospite il Console Generale della Bosnia Erzegovina
E’ stato un 25 aprile speciale quello di quest’anno per Locana. Accanto alle Autorità Comunali, al sindaco Giovanni Bruno Mattiet, al sindaco di Sparone Anna Bonino e al vice sindaco di Alpette Laura Blessent in rappresentanza dell’Unione Montana Gran Paradiso, agli Alpini, ai rappresentanti dei Gruppi e delle Associazioni e a tutti gli intervenuti, c’era il Console Generale della Bosnia Erzegovina Igor Babić.
 
Era già venuto in Canavese qualche mese fa perché, quand’era ragazzino, il nonno paterno, Vojin, amava raccontargli una di quelle storie di guerra che una volta i bambini erano soliti ascoltare in famiglia, crescendo. Era il modo appassionante attraverso il quale le generazioni passavano il testimone della propria storia. Vojin Babić era stato fatto prigioniero nel 1941 dalle truppe italiane durante l’occupazione del Regno Jugoslavo, era stato tradotto in Italia con altri connazionali ed era giunto a Locana a lavorare per l’A.E.M. alla costruzione del tratto d’impianto Bardonetto-Pont.

«Era un contesto di guerra, difficile, - ha raccontato il Console nel suo intervento – eppure, della sua permanenza a Locana, mio nonno non ha mai raccontato un’amarezza, un dispiacere. Anzi, mi raccontava come la gente fosse disponibile ad aiutare, rendendo meno dura la prigionia, prima, e la vita in fuga poi, dopo l’armistizio. In questo modo ha seminato in me il desiderio di venire a Locana, per vedere i luoghi e le montagne che mi descriveva». A Locana, dal gennaio 1942, era attivo il campo di prigionia PG 127: venne occupato da 196 greci, fino al maggio successivo, e da 100 slavi, dal luglio dello stesso anno all’8 settembre 1943. Era sito presso le Casermette di Piazza Gran Paradiso e, in occasione della celebrazione del 25 aprile, l’Amministrazione Comunale vi ha affisso la targa che ne ricorda la storia: i prigionieri, ma anche il suo comandante, il capitano Vincenzo Sacchi, e l’interprete dei greci, il sergente maggiore Renato Moro che, di origini varesine, è divenuto dopo la guerra cittadino locanese.

Alla commemorazione era presente a ricordo del padre la figlia di Renato Moro, Silvana. Lei e Igor Babić hanno scoperto la targa mentre la banda di Sparone, convenuta alla cerimonia, suonava l’Inno nazionale. Il 25 aprile locanese è stato reso ancora più gioioso dalla partecipazione degli alunni  della scuola elementare accompagnati dalla professoressa Bruna Querio, dalla referente Marina Tarro Lucia, e dalle maestre Maria Teresa Baudino, Elisa Genovesi e Anahid Abagian, e della scuola media accompagnati dalle professoresse Piera Gotta, Lucia Nugai, Domenica Menietti e Carla Consenti. A tutti gli scolari il Sindaco ha distribuito copia della Costituzione con la dedica del Presidente Sergio Mattarella.

Politica
CUORGNE' - Polizia municipale e Comune in piazza contro la violenza di genere
CUORGNE
Per ‪il 25 Novembre‬, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l’amministrazione di Cuorgnè ha deciso di scendere in piazza
CALUSO - I bimbi delle scuole mettono a dimora nuovi alberi ad Arè
CALUSO - I bimbi delle scuole mettono a dimora nuovi alberi ad Arè
Il circolo di Legambiente Pasquale Cavaliere del Basso Canavese organizza alle ore 21 di giovedì un incontro pubblico a Caluso
FELETTO - Gli alunni del paese a «lezione» con la polizia municipale
FELETTO - Gli alunni del paese a «lezione» con la polizia municipale
Si è concluso martedì 20 novembre il progetto «Bimbi Accompagnati - Sulla Buona Strada» realizzato da vigili e Comune
CIRIE' - «IoLavoro» all'area Remmert per chi cerca un posto
CIRIE
Il 30 novembre dalle 9.30 alle 17 le aziende avranno a disposizione una postazione colloquio in cui incontrare i candidati
CANAVESE - «La pedemontana deve passare subito all'Anas»
CANAVESE - «La pedemontana deve passare subito all
«Siamo favorevoli alla cessione all'Anas, ma solo in presenza di garanzie di investimenti», ribatte dall'ex provincia Antonino Iaria
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
La mostra sulla Prima Guerra Mondiale, il laboratorio musicale e quello di lettura animata. Tutto questo incentivato e promosso dall'assessorato alla Cultura
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell'asilo nido Olivetti
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell
L'asilo, punto storico delle architetture olivettiane nella lista del patrimonio mondiale Unesco, riceverà fondi europei
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
Domenica 25 novembre al centro congressi Martinetti di Castellamonte per affrontare una tematica purtroppo molto attuale
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
Nuova iscrizione di Ronco Canavese, che si aggiudica 2 fiori, e il massimo del punteggio, 4 fiori, per il Comune di Ingria
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
«La Regione deve fare qualcosa, non può limitarsi allo scaricabarile nei confronti di Gtt», dice il senatore della Lega, Pianasso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore