MAPPANO - I cinque candidati a sindaco scrivono al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

| Lettera unitaria di Grassi, Gennaro, Campioni, Tonini e Longobardi per chiedere il rispetto della legge che ha sancito l'istituzione del Comune di Mappano: l'undici giugno si vota ma i Comuni di Borgaro e Leini vogliono bloccare tutto

+ Miei preferiti
MAPPANO - I cinque candidati a sindaco scrivono al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Francesco Grassi, Luigi Gennaro, Luigi Longobardi, Valter Campioni e Roberto Tonini, ovvero i candidati a sindaco del neonato Comune di Mappano, hanno scritto una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al prefetto di Torino, Renato Saccone, e, ovviamente agli enti locali coinvolti (Regione, Città metropolitana e i Comuni di Borgaro, Caselle, Leini, Settimo) per chiedere il pieno rispetto della Legge Regionale del 2013 istitutiva del Comune di Mappano. Quella stessa legge di cui i consigli comunali di Borgaro e Leini, invece, chiedono la revoca. Una scelta unitaria: perchè anche a fronte di cinque liste, l'interesse che va tutelato è quello dei mappanesi.
 
«Con questa lettera noi, Francesco Grassi, Valter Campioni, Luigi Longobardi, Luigi Gennaro e Roberto Tonini, candidati a Sindaco del Comune di Mappano, insieme per la difesa dei diritti dei cittadini Mappanesi, vogliamo testimoniare ancora un volta l’unità della nostra Comunità nel rivendicare il suo diritto ad essere Comune.
 
Dopo un lungo e travagliato percorso legislativo e giudiziario, Mappano è stato elevato alla dignità di Comune della Repubblica Italiana, istituito con la Legge Regionale n. 1 del 2013. Per arrivare a questo risultato abbiamo dovuto sopportare per tre volte la negazione del voto democratico con due sospensioni del Referendum nel 2009 e nel 2010 e una sospensione delle prime elezioni amministrative nel 2013. Nonostante ciò abbiamo continuato a rivendicare i nostri diritti basati anche sulla consultazione referendaria che il 12 novembre 2012 ha coinvolto i cittadini di Borgaro, Caselle, Leini e Settimo e ha confermato la volontà dei cittadini coinvolti di permettere la nascita del Comune di Mappano.
 
Noi chiediamo il rispetto di quanto scritto sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, nella conclusione della promulgazione della Legge Regionale n. 1 del 2013 istitutiva del Comune di Mappano e cioè che “E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Piemonte.”
 
Noi dichiariamo a chi ha detto di voler chiedere di nuovo la sospensione delle Elezioni Amministrative del Comune di Mappano che non esiste nessun pericolo (“periculum in mora”) nell’espressione del voto democratico dei cittadini per scegliere i suoi amministratori, tanto più che già oggi il Comune di Mappano è pienamente rappresentato dal Commissario Prefettizio, Dott. Giuseppe Zarcone. 
 
Noi chiediamo che non sia vanificato il percorso virtuoso che ha portato la Regione Piemonte a sottoscrivere con il Comune di Settimo Torinese un protocollo d’Intesa che ha consentito la rinuncia al ricorso e la fine del contenzioso che continuava dal 2012 permettendo l’immediato ripristino dell’agibilità amministrativa del Comune di Mappano. Noi siamo fermamente convinti che sia necessaria e doverosa la massima leale collaborazione fra il Comune di Mappano e i Comuni da cui si è distaccato nell’interesse di tutti i cittadini coinvolti.
 
Noi, chiunque sia il Sindaco che avrà l’onere e l’onore di guidare la prima amministrazione del Comune di Mappano, vogliamo essere segno di unità e ci impegniamo a sostenere già da oggi l’iniziativa del Commissario Prefettizio nel proporre la sottoscrizione di convenzioni tra il Comune di Mappano e i Comuni da cui si è distaccato e in generale tutte le possibili iniziative che saranno promosse dagli Enti a tutela dei cittadini di tutti i comuni coinvolti che permettano il consolidamento del Comune di Mappano.  Inoltre ci impegniamo a rispettare ed onorare gli impegni contenuti nelle Convenzioni che verranno sottoscritte a patto che si abbandoni ogni iniziativa volta a mettere in discussione la nascita del Comune di Mappano».
Dove è successo
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore