MAPPANO - Il sindaco Grassi si difende e attacca gli altri Comuni

| Il neo-sindaco Francesco Grassi si difende e dopo le critiche piovute un po' da tutte le parti sulla gestione di palazzo civico

+ Miei preferiti
MAPPANO - Il sindaco Grassi si difende e attacca gli altri Comuni
Il sindaco Francesco Grassi si difende e dopo le critiche piovute un po' da tutte le parti sulla gestione di palazzo civico a due mesi dalle elezioni che hanno sancito la nascita del Comune di Mappano. Quella di Grassi è una difesa d'ufficio. «Chi dovrebbe rispondere (i comuni cedenti di Caselle, Borgaro e Leini) a doveri nei confronti del comune di Mappano, peraltro previsti da leggi e delibere regionali e nazionali, non lo fa con la indispensabile celerità - dice il sindaco mappanese - di conseguenza si è obbligati a procedere con difficoltà continue e costanti, obbligando il comune di Mappano a frequenti formalizzazioni di solleciti e richieste peraltro di cose o procedure dovute».

Nei giorni scorsi Mappano ha rinnovato la pressante richiesta di garantire le risorse di personale strettamente necessarie al mantenimento del primo servizio scorporato di anagrafe di stato civile ed elettorale. Dalle stime della città metropolitana la prima dotazione organica del Comune di Mappano ammonterebbe a 24 dipendenti. «Questo primo servizio scorporato completamente non ha però avuto la disponibilità del personale sufficiente tanto che gli stessi amministratori mappanesi eletti hanno dovuto dare supporto materiale ed operativo all'unica dipendente distaccata per 10 ore dal Comune di Borgaro. Il Comune di Caselle ha dichiarato con lettera del 4 agosto di essere disponibile a distaccare 2 dipendenti aggiuntive presso il Comune di Mappano per coprire le ferie della dipendente di Borgaro nella seconda metà di agosto. Noi abbiamo chiesto di distaccare in modo continuativo tali unità di personale fino al trasferimento previsto dalla legge degli stimati 24 dipendenti dei quali ben 17 dovrebbero secondo le stime della città metropolitana arrivare dal comune di Caselle, 6 da quello di Borgaro e 1 da quello di Leini».

Il tutto cozza con le carenze organiche dei Comuni cedenti. Su questo Grassi chiede di prendere atto della previsione di legge chiarita da Corte Costituzionale e dalla Corte dei Conti rispetto all'obbligo di trasferimento del personale al nascente comune di Mappano. Richiesta legittima, per carità, ma, in questa fase, l'impressione è che con la mancata diplomazia non si risolvano i problemi.

Dove è successo
Politica
ADDIO TEKNOSERVICE - Si spacca il fronte dei sindaci dopo la decisione di Pertusio bocciata dal Tar
ADDIO TEKNOSERVICE - Si spacca il fronte dei sindaci dopo la decisione di Pertusio bocciata dal Tar
Inevitabile: la forzatura del sindaco di Pertusio, Antonio Cresto, che ha abbandonato Teknoservice perchè troppo costosa, inizia a incrinare i rapporti tra i sindaci. Che, va detto, sulla questione rifiuti sono "caldi" ormai da anni...
IVREA - Campo «nazional-rivoluzionario»: pronto esposto in procura
IVREA - Campo «nazional-rivoluzionario»: pronto esposto in procura
Fa discutere il campo «nazional-rivoluzionario» di Ivrea promosso lo scorso weekend dal gruppo di destra Rebel-Firm
CASTELLAMONTE - Ricorso contro il Comune per i soldi della Cresto
CASTELLAMONTE - Ricorso contro il Comune per i soldi della Cresto
Non si è ancora conclusa la vicenda dei 500 mila euro destinati ai lavori di ristrutturazione della scuola media Cresto
CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dell'Uncem Piemonte
CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dell
L'aumento del gettito del pedaggio delle autostrade ancora una volta finisce per ignorare e penalizzare il territorio, i pendolari e i flussi turistici. L’Uncem rilancia la sfida ai concessionari delle autostrade
VOLPIANO - Striscione dei lavoratori Comital sul municipio - FOTO
VOLPIANO - Striscione dei lavoratori Comital sul municipio - FOTO
La storica azienda, la scorsa settimana, dopo mesi di discussione, ha deciso di chiudere l'attività. 138 dipendenti a casa...
PERTUSIO - Decreto del Tar contro il Comune: «Per ora non può lasciare Teknoservice»
PERTUSIO - Decreto del Tar contro il Comune: «Per ora non può lasciare Teknoservice»
Bocciato il divorzio del sindaco Antonio Cresto dall'azienda di Piossasco che da oggi torna a raccogliere la spazzatura anche nel piccolo centro dell'alto Canavese. La Teknoservice ha presentato un ricorso urgente
CASTELLAMONTE - Recco dona il gettone di presenza alle scuole
CASTELLAMONTE - Recco dona il gettone di presenza alle scuole
Giovanni Maddio, Giuseppe Tomaino e Nella Falletti, invece, hanno deciso di donare il proprio gettone alla parrocchia
IVREA - Striscione di CasaPound contro l'assessore Pentenero
IVREA - Striscione di CasaPound contro l
Lo striscione è stato affisso nella notte a Ivrea, anche in risposta agli annunciati licenziamenti della Comital di Volpiano
PERTUSIO - Addio Teknoservice: Cresto cambia ditta per la raccolta rifiuti
PERTUSIO - Addio Teknoservice: Cresto cambia ditta per la raccolta rifiuti
Dalle parole ai fatti. Antonio Cresto, sindaco di Pertusio, ha stracciato il contratto con Teknoservice e ha affidato il servizio di raccolta rifiuti alla ditta «SEA Soluzioni Eco Ambientali» di Torino. E' il primo caso in Canavese
VALLE SACRA - Un «Posto occupato» grazie alle «Donne per la Valle Sacra»
VALLE SACRA - Un «Posto occupato» grazie alle «Donne per la Valle Sacra»
Un'iniziativa per continuare nell'attività di sensibilizzazione dell'opinione pubblica contro la violenza sulle donne
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore