MAPPANO - Lettera aperta del comitato Mappano Comune

| «Non possiamo stare placidamente ad attendere gli eventi, vogliamo essere costruttori del nostro futuro»

+ Miei preferiti
MAPPANO - Lettera aperta del comitato Mappano Comune
Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta scritta dagli esponenti del “Comitato per la costituzione di Mappano Comune”.
 
Con questa lettera vogliamo rispondere alle accuse ricevute nei giorni scorsi e rilanciare le iniziative per difendere l'autonomia del Comune di Mappano, bloccata dal 2013 a causa dell'accanimento giudiziario attuato da parte dell'amministrazione del Comune di Settimo Torinese. Le accuse da noi ricevute sono state la conseguenza di aver pubblicamente denunciato l'esito delle votazioni del 28 novembre e del 29 dicembre delle maggioranze dei Comuni di Borgaro e Caselle, che hanno bocciato la richiesta di una soluzione di mediazione con il Comune di Settimo.
 
L'elezione del nuovo Consiglio degli Organizzatori-Rappresentanti e del Presidente del “Comitato per la Costituzione di Mappano Comune” è avvenuta con assemblea regolarmente convocata a norma di statuto il 17 ottobre 2014, tanto che la rappresentanza in giudizio del Presidente è stata validata anche dal TAR. Mettere in discussione la legittimità del consiglio o della figura del Presidente non giova certo alla causa di Mappano Comune.
 
L'Assemblea del Comitato riunitasi il 17 ottobre 2014, ha dato al suo presidente il mandato di resistere in giudizio presso il TAR e di cercare di uscire dal contenzioso. La rinuncia del Comune di Settimo sarebbe senza dubbio la soluzione migliore per tutti, infatti permetterebbe di sbloccare la vita amministrativa di Mappano e di sedersi attorno ad un tavolo dove non ci sarebbero vincitori e vinti, ma solo due comunità riconciliate. La continuazione del contenzioso pone invece in contrapposizione frontale gli interessi della comunità di Mappano con chi governa gli altri Comuni. In che direzione si vuole andare? Riteniamo che non sia troppo tardi per chiedere insieme con forza la rinuncia al ricorso da parte del Comune di Settimo, ma è necessario farlo subito, prima dell'udienza del 19 febbraio 2015.
 
La legittimità del riconoscimento dell'autonomia di Mappano affonda le sue radici in un movimento che è iniziato decenni fa, di cui ci siamo fatti interpreti e con determinazione ne abbiamo proseguito le istanze. In tanti anni di alterne vicende è difficile parlare di “fughe in avanti”, ma avanti bisognava andare e così è stato. Abbiamo favorito e fortemente sostenuto l'approvazione di 2 leggi regionali nel 2009, una nel 2010 e nel 2013 l'ultima è stata il coronamento del nostro lavoro: l'Istituzione del Comune di Mappano con la legge 1 del 2013! La misura della rappresentatività del nostro Comitato sono 2000 aderenti dal 2001, quasi 6000 firme raccolte nel 2008, 2000 persone in piazza il 15 novembre 2009, quasi 5000 Sì al Referendum dell'11 novembre 2012, la quasi unanimità del Consiglio Regionale nell'approvazione della Legge 1/2013, due pronunce a noi favorevoli della Corte Costituzionale e una del Consiglio di Stato. 
 
Se permanessero problemi sui confini o di altro genere (che al momento ci sembrano più un pretesto) potrebbero essere affrontati con i diretti interessati e con un intervento regionale di revisione delle circoscrizioni comunali. Era possibile in passato, ma è possibile anche in futuro, sentite le popolazioni interessate. Non desideriamo fare “terra bruciata” attorno a noi, anzi quello che cerchiamo è proprio una maggior collaborazione con le amministrazioni dei Comuni confinanti, ma non possiamo nemmeno tacere se vengono calpestati i nostri diritti, sanciti dalla legge regionale e dalle sentenze della Suprema Corte. Noi abbiamo sempre detto che in caso di rinuncia al ricorso ci saremmo seduti attorno ad un tavolo per collaborare, anche con la supervisione della Regione, e resteremo disponibili in questo senso fino all'udienza. Diversamente continueremo per la nostra strada, fino a veder riconosciute, per l'ennesima volta, le nostre ragioni. 
 
In un giudizio i giudici sentono le parti, che hanno diritto di difendersi, perché lo prevede la legge e lo prevede la costituzione. Noi mappanesi, quando la nostra esistenza come comune autonomo è stata rimessa in discussione, non potevamo restare in silenzio ad aspettare che piovesse un giudizio dall'alto. Noi abbiamo fiducia nelle istituzioni, ma senza la nostra iniziativa oggi non ci sarebbe nessun Comune da difendere. Non possiamo stare placidamente ad attendere gli eventi, vogliamo e dobbiamo essere costruttori del  nostro futuro e riteniamo che chi ha la responsabilità di un mandato elettorale debba fare altrettanto. 
 
L'unità non è scontata, ma è frutto di obiettivi comuni, noi oggi abbiamo come obiettivo immediato di raggiungere l'agibilità amministrativa del nostro Comune, di chiudere per sempre questa guerra giudiziaria e di poter cominciare a costruire il nostro dignitoso futuro di comunità. Per riproporre una collaborazione nelle prossime settimane incontreremo gli amministratori dei comuni confinanti con Mappano per valutare le possibilità di collaborazione e organizzeremo un'assemblea del Comitato prima dell'udienza del 19 febbraio per informare i cittadini e realtà associative di Mappano e per chiedere la loro collaborazione.
Noi ci siamo, e voi?
 
Il Consiglio degli Organizzatori-Rappresentanti del “Comitato per la Costituzione di Mappano Comune”
Francesco Grassi – Presidente
Marco Bongi – Vicepresidente
Paola Borsello – Vicepresidente
Ercole Carpanetto – Segretario
Davide Battaglia – Tesoriere
Maurizio Ballisai – Consigliere
Alessandro Matera – Consigliere
Stefano Morreale - Consigliere
 

Politica
CANAVESE - Interi paesi senza la tv: il digitale terrestre «non prende»
CANAVESE - Interi paesi senza la tv: il digitale terrestre «non prende»
Problema di portata nazionale: sono quasi cinque milioni gli Italiani che hanno difficoltà a vedere i canali Rai e l'intero bouquet del digitale terrestre
CUORGNE' - 200 mila euro da Roma per gli impianti sportivi cittadini
CUORGNE
Il bocciodromo, purtroppo, non riaprirà ma, se non altro, il Comune porterà avanti alcune opere di messa in sicurezza
FAVRIA - Casa di riposo, tutti gli atti inviati alla Corte dei Conti
FAVRIA - Casa di riposo, tutti gli atti inviati alla Corte dei Conti
Vicenda casa di riposo: «Confidiamo ora nelle autorità competenti per individuare eventuali responsabilità» dice l'assessore Carruozzo
FAVRIA - Avvisi di garanzia, parla l'ex sindaco Ferrino: «Sono sereno, la verità verrà a galla»
FAVRIA - Avvisi di garanzia, parla l
Il Circolo Territoriale del Popolo della Famiglia-Piemonte si schiera con Serafino Ferrino, l'ex sindaco di Favria indagato nell'ambito dell'operazione dei carabinieri che ha portato all'arresto dell'imprenditore Pasquale Motta
CASTELLAMONTE - Anche la Lega critica l'amministrazione
CASTELLAMONTE - Anche la Lega critica l
Dopo il Movimento 5 Stelle, anche la Lega ha preso carta e penna per attaccare «l'immobilismo» della giunta Mazza
CANAVESE - Mancano i medici: si allungano le liste d'attesa per le visite d'ambulatorio
CANAVESE - Mancano i medici: si allungano le liste d
Un problema che riguarda tutta la Regione Piemonte e che, purtroppo, non fa eccezioni in Canavese. Lo conferma anche l'Asl To4, precisando alcuni dati relativi alle liste d'attesa. Chiesti degli specialisti «in prestito»
LEINI - Un premio al merito scolastico per gli studenti più bravi
LEINI - Un premio al merito scolastico per gli studenti più bravi
Sabato in Comune la premiazione dei 13 ragazzi della media che hanno conseguito con il massimo dei voti il diploma
FAVRIA - Avvisi di garanzia, dall'ex sindaco Giorgio Cortese «massima fiducia nella magistratura»
FAVRIA - Avvisi di garanzia, dall
«Ho la convinzione di poter dimostrare che ho sempre agito nell'interesse esclusivo della Comunità di Favria che ho avuto l'onore di rappresentare, in particolare come Sindaco, all'epoca dei fatti»
AGLIE' - Il salone «Alladium» diventerà Franco Paglia - FOTO
AGLIE
Il sindaco ha annunciato che l'amministrazione ha proposto di intitolare alla memoria dell'architetto il salone polifunzionale
CUORGNE' - Il Comune brinda al successo dell'Aperibook in biblioteca
CUORGNE
«Sono molto soddisfatto della partecipazione di pubblico a tutte le presentazioni di libri che si sono succedute», il commento dell'assessore Lino Giacoma Rosa
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore