PONT - Riapre Insieme per Pont dopo il «silenzio stampa»

| «Fra scettici, scontenti, perplessi e tanti sostenitori di questa nostra iniziativa: in fondo ognuno “spara con le munizioni” che possiede»

+ Miei preferiti
PONT - Riapre Insieme per Pont dopo il «silenzio stampa»
Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo «Insieme per Pont».
 
«12 Giugno 2017. Rieccoci qui dopo questo intervallo di voluta assenza seppur con rammarico per non aver potuto dare risalto ad alcuni importanti e bei eventi avvenuti in paese in questo lasso di tempo. Fra scettici, scontenti, perplessi e tanti sostenitori di questa nostra iniziativa: in fondo ognuno “spara con le munizioni” che possiede e dalla nostra avevamo solo un educato, esclusivamente dimostrativo, civile silenzio. In effetti non ci sbagliavamo. È successo o accaduto qualcosa in merito all’iter per l’edificazione del nuovo Polo Scolastico? Sono per caso piovuti Euri dal cielo o è cambiato qualche dettaglio logistico/strutturale?  Mhhh... No. Semmai sono rimasti gli stessi macro problemi di prima e per risolverne alcuni si ipotizza di shakerare i bambini delle Elementari con i ragazzi delle Medie. Perfetto quanto assurdo perchè verrebbe meno il presupposto iniziale ma lasciamo perdere... Ciò che è sicuro è che dal canto nostro abbiamo risparmiato un sacco di parole inutili, flaconi di Maalox ed abbiamo capito che “questa nuova scuola sa da fasi”: par forsa!
 
Abbiamo concesso un po’ di ferie (!) a coloro i quali, nonostante il dado fosse già ben tratto, i nostri post, like o commenti erano diventati un costante, curioso, assillo. Perciò abbiamo fatto anche un’opera  quasi caritatevole. Noi non siamo spariti eh!! Anzi. In questo breve periodo abbiamo incontrato e parlato con la gente comune del Paese e frazioni, molti commercianti, genitori, ragazzi, docenti, pensionati ecc ecc, compresi coloro che Feisbuc non sanno cos’è ma hanno una testa del tutto in grado di pensare. Anche fra loro, i sostenitori di questa operazione (progettuale, logistica ed economica soprattutto), sigh, si possono contare davvero sulle dita della mano. Alcuni sono talmente rassegnati per la situazione in generale che esprimono indifferenza. Inesorabile realtà dei fatti ma nessuno è più sordo di chi non vuol sentire.
 
Abbiamo letto un articolo, apparso su una testata locale la scorsa settimana: enfasi e numeroni sul risparmio energetico della nuova struttura: forse non c’era più spazio in quell’articolo per scrivere che fra circa 20 anni o poco più, quel tetto energizzante sarà scaduto ed esaurito. Esattamente come accade per il decadimento della batteria dei nostri comuni cellulari. Sarà solo necessario smaltirlo e rifarlo. Bazzecole tecniche. Speriamo che il Mutuo subisca la stessa sorte. Così come, nel paventato risparmio, non viene menzionato il costo di mantenimento che continuerà ad avere la vecchia scuola: peccato che la matematica non possa essere solo un opinione: le Maestre insegnano la + e la - ai bambini in Prima Elementare. Forse, chissà, un giorno la troveremo in vendita su Ebay con immenso rammarico delle ultra felici Associazioni che stanno ricevendo  spintanei inviti per traslocare. Ma si dai, dettagli. Chissà che ne sarà di noi fra vent’anni? Forse rimarrà un effige sulla nuova scuola per ricordare ai posteri i nomi dei promotori tecnico/finanziari con la speranza che si rivelino “eroi”. 
 
Nel frattempo nelle nostre case private, per trascorrere gli inverni, continueremo ad usare i putagè’, le stufe a pellet o i classici, vecchi, cari termosifoni alimentati dalle più moderne tecnologie (!), che vanno dalla caldaia a legna...al metano, spendendo all’anno all’incirca quanto si prospetta che si spenda per un’intera scuola (4.800 EuroAnno). Sempre nel frattempo, noi “comuni mortali” cercheremo di mantenere il più possibile degnamente, le nostre case,  seppure spesso richiedano costanti manutenzioni.  Nessuno di noi si indebiterà  fino al collo per costruirsi una nuova casa ”ecosostenibile”  mantenendo viva e attiva la vecchia in mattoni e cemento (!!) Che “pifferi” siamo!
 
Buona Estate a tutti Voi, un cordiale sorriso,  guardiamo avanti senza polemica, facciamo “na bela festa” scacciapensieri ogni tanto, viva la Vita e viva Pont». 
 
Insieme per Pont (che non siamo assolutamente quelli contrari a tutto, ANZI: siamo quelli che ci dimostriamo felici e grati, quando si fa qualcosa di buono per il Paese e siamo critici, scettici ma propositivi quando si fa qualcosa che invece, lo danneggia e lo compromette matematicamente).
Politica
PONTE PRETI - Droni e laser per valutare la «salute» della struttura
PONTE PRETI - Droni e laser per valutare la «salute» della struttura
La Città metropolitana ha consegnato al Club Turati di Castellamonte tutto il materiale sul ponte nuovo di Strambinello
RIVAROLO - L'asilo Maurizio Farina è tornato all'antico splendore
RIVAROLO - L
Sono terminati i lavori di restauro della facciata del palazzo ottocentesco, già sede del primo asilo aportiano del Piemonte
CASTELLAMONTE - Frazioni al voto: si parte il 5 novembre a Filia
CASTELLAMONTE - Frazioni al voto: si parte il 5 novembre a Filia
Si ricorda che le nomine dei candidati al Consiglio di Frazione dovranno essere presentate, direttamente dai candidati stessi, su apposito modulo entro le ore 17,30 di lunedì 22 ottobre
BORGARO - Sono partiti i lavori per il restyling di palazzo civico
BORGARO - Sono partiti i lavori per il restyling di palazzo civico
Nonostante il cantiere non ci saranno disagi, visto che sarà garantito il passaggio delle auto e l'accesso dei cittadini al municipio
IVREA - Arrigo Sacchi ospite all'assemblea di Confindustria
IVREA - Arrigo Sacchi ospite all
Il presidente nazionale di Confindustria, Boccia, il fisico Temporelli e l'ex allenatore del Milan il 30 ottobre alle Officine H
CUORGNE' - Una raccolta fondi per ridare vita all'area ex Salesiani
CUORGNE
Progetto di crowdfunding presentato da Fondazione di Comunità del Canavese con la collaborazione dei Comuni di Cuorgnè e Ivrea
FERROVIA CANAVESANA - A breve la firma del protocollo Regione-Rfi: poi (finalmente) partiranno i lavori
FERROVIA CANAVESANA - A breve la firma del protocollo Regione-Rfi: poi (finalmente) partiranno i lavori
L'accordo consentirà di dare il via ai lavori di messa in sicurezza della linea Canavesana e soprattutto di rivedere le prescrizioni sulla velocità. I treni torneranno a 70 chilometri orari se Gtt manterrà il doppio macchinista a bordo
VOLPIANO - Smog e blocchi auto: «Bene, ma Volpiano non è Torino»
VOLPIANO - Smog e blocchi auto: «Bene, ma Volpiano non è Torino»
Il sindaco: «Chiederemo che venga posizionata una centralina nella nostra zona per misurare i livelli effettivi di inquinamento»
SAN MAURIZIO - Gli ospiti della casa di riposo diventano scrittori
SAN MAURIZIO - Gli ospiti della casa di riposo diventano scrittori
Si è svolta sabato la presentazione di «Nella mente, nell'anima, nel cuore», la raccolta di racconti scritti dagli ospiti della Rsa
CANAVESE - Differenziata scarsa: 28 Comuni multati dalla Città metropolitana. Un conto da 700 mila euro
CANAVESE - Differenziata scarsa: 28 Comuni multati dalla Città metropolitana. Un conto da 700 mila euro
Il Comune più sanzionato è Forno Canavese (134 mila euro di multa), seguito a ruota da Bosconero, Feletto, Rivara, Ozegna, Sparone, Borgiallo, Pratiglione. La Città metropolitana disponibile «a verificare con i Comuni le situazioni»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore