REFERENDUM - Si o No? I sindaci del Canavese prendono posizione in vista del voto

| Si vota solo domenica 4 dalle ore 7 alle ore 23: lo scrutinio dei voti inizierà a partire dalla chiusura dei seggi, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l’accertamento del numero dei votanti. Non è necessario il quorum

+ Miei preferiti
REFERENDUM - Si o No? I sindaci del Canavese prendono posizione in vista del voto
Domenica si vota per il referendum sulla riforma costituzionale voluta dall'attuale Governo Renzi. I favorevoli alla riforma votano «Si». I contrari, invece, votano «No». Al netto dello scontro che si è venuto a creare sulla tenuta dell'attuale esecutivo è chiaro che l'appuntamento referendario avrà valore politico perchè il premier ha scommesso molto su questa riforma e, soprattutto, sul successo del Si alle urne. Sarà quindi una delicata maratona elettorale. Si vota solo domenica 4 dalle ore 7 alle ore 23: lo scrutinio dei voti inizierà a partire dalla chiusura dei seggi, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l’accertamento del numero dei votanti.
 
Anche la politica locale, in Canavese, si è mossa in queste settimane per il Si o per il No. Sono nati comitati e associazioni per l'una e per l'altra parte con un fiorire (per certi versi insolito) di incontri politici e dibattiti. Un dato positivo (e assolutamente imparziale): a differenza di altre consultazioni referendarie, sebbene questa volta non sia richiesto il quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto, si è risvegliato un interesse per la politica, per la nostra Costituzione e per la gestione della cosa pubblica.
 
A proposito di politica locale. Molti sindaci, in queste settimane, hanno deciso di rendere palese la loro posizione in vista del referendum. Ma sono ancora tantissimi, tra gli amministratori, anche gli indecisi. Una situazione che sembra rispecchiare quella dell'elettorato in generale.
 
Il fronte del Si annovera, tra gli altri, i sindaci delle città più grandi del Canavese: Carlo Della Pepa primo cittadino di Ivrea, Beppe Pezzetto (Cuorgnè) e Alberto Rostagno (Rivarolo). Schierato per il Si anche il sindaco di Volpiano, Emanuele De Zuanne. Voterà Si il sindaco di Agliè, Marco Succio, così come il «vicino» Andrea Zanusso, primo cittadino di San Giorgio Canavese, e Maura Geminiani sindaco di San Benigno. Il fronte del Si, in Canavese, si avvale anche dell'appoggio dei sindaci di Valperga (Francisca), Forno (Boggia), Locana (Bruno Mattiet) e Ronco (Crosasso). Per il Si schierati anche i primi cittadini di Caselle (Baracco), Borgaro (Gambino), Chivasso (Ciuffreda) e Ciriè (Devietti).
 
Per il No alla riforma, invece, si sono schierati pubblicamente il sindaco di Ingria (con gran parte del consiglio comunale) Igor De Santis, Aldo Querio Gianetto (Colleretto Castelnuovo), Livio Tola di Borgofranco d'Ivrea, Stefano Filibero di Feletto e Sergio Bartoli di Ozegna. Con il No anche tre sindaci decisamente vulcanici che hanno spesso animato il dibattito politico dell'intero Canavese: Diego Maria Bili, primo cittadino di Lombardore, Giambattistino Chiono sindaco di Busano e, soprattutto, Serafino Ferrino borgomastro di Favria. No convinto anche dal sindaco di Vistrorio, Federico Steffenina.
Politica
FERROVIA - Via i passaggi a livello: Legambiente invoca prudenza
FERROVIA - Via i passaggi a livello: Legambiente invoca prudenza
L'associazione chiede il varo di uno studio che metta a fuoco le esigenze di mobilità dei cittadini e studi i flussi attuali
CUORGNE' - Meno alberi in piazza: polemica sui social network
CUORGNE
E' partita la riqualificazione di piazza Martiri della Libertà per il mantenimento della sicurezza e il riordino del viale alberato
REFERENDUM - Anche il Canavese volta le spalle a Renzi: il No sfiora il 60% - TUTTI I DATI COMUNE PER COMUNE
REFERENDUM - Anche il Canavese volta le spalle a Renzi: il No sfiora il 60% - TUTTI I DATI COMUNE PER COMUNE
Netta affermazione del NO al referendum costituzionale che ha sancito la bocciatura del governo Renzi e le relative dimissioni del primo ministro. I dati del Canavese confermano l'andamento nazionale
REFERENDUM - Affluenza da record anche in Canavese: oltre il 70% dei cittadini sono andati a votare
REFERENDUM - Affluenza da record anche in Canavese: oltre il 70% dei cittadini sono andati a votare
Le affluenze definitive in Canavese confermano una grande partecipazione al voto da parte dell'elettorato. Persino superiore alle affluenze registrate a livello nazionale
REFERENDUM - Urne aperte fino alle 23: affluenza in aumento oltre il 20% anche in Canavese - TUTTI I DATI
REFERENDUM - Urne aperte fino alle 23: affluenza in aumento oltre il 20% anche in Canavese - TUTTI I DATI
Si attesta oltre il 23% la percentuale d'affluenza nei Comuni del Canavese, superiore a quella del resto della provincia di Torino. A livello nazionale, alle 12, aveva votato il 20,1% degli aventi diritto. Non c'è bisogno del quorum
REFERENDUM - Urne chiuse: i primi sondaggi confermano il successo del NO
REFERENDUM - Urne chiuse: i primi sondaggi confermano il successo del NO
Secondo i primi SONDAGGI diffusi da Repubblica questi i risultati delle urne SI - 42-46% NO - 54-58%
CASTELLAMONTE - «Sulle telecamere Maddio si deve dimettere»
CASTELLAMONTE - «Sulle telecamere Maddio si deve dimettere»
Appalto illegale: «Il vicesindaco lo chiami a coppe e lui risponde a bastoni. Questa volta però ha superato il limite...»
MONTAGNA - Posta solo a giorni alterni: la rabbia dell'Uncem
MONTAGNA - Posta solo a giorni alterni: la rabbia dell
L'associazione segnala il caso all'AgCom, ai competenti Ministeri, ai parlamentari dei territori e alla Regione Piemonte
CANAVESANA - La Regione assicura: «La ferrovia non chiude: chiesti i fondi per elettrificare la Rivarolo-Pont»
CANAVESANA - La Regione assicura: «La ferrovia non chiude: chiesti i fondi per elettrificare la Rivarolo-Pont»
La Regione ha chiesto al governo 5,8 milioni di euro per procedere all'elettrificazione della tratta Rivarolo-Pont. Altri otto milioni di euro, invece, sono stati richiesti per la messa in sicurezza del tratto Rivarolo-Settimo
RIVAROLO - Il sindaco Alberto Rostagno rinuncia allo stipendio
RIVAROLO - Il sindaco Alberto Rostagno rinuncia allo stipendio
Vice e assessori, invece, incasseranno rispettivamente 1430 e 1150 euro (lordi). Il Comune risparmia così più di 16 mila euro
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore