RIVARA - Sulle bollette che aumentano la minoranza attacca

| Il sindaco: «Con il porta a porta, per il prossimo anno, una cospicua riduzione dei costi di smaltimento»

+ Miei preferiti
RIVARA - Sulle bollette che aumentano la minoranza attacca
Il gruppo di minoranza «Uniti per Rivara», guidato dal consigliere Lorenzo Terrando ha presentato durante il consiglio comunale di ieri una mozione e un’interrogazione sullo scottante tema dei rifiuti. E’ risaputo a tutti i canavesani che dal crollo finanziario dell’Asa, il problema della raccolta rifiuti è diventato un tema centrale con cui tutte le amministrazioni si devono cimentare. Si pensava che con l’arrivo dell’azienda Teknoservice e l’inizio della raccolta differenziata il problema si sarebbe risolto velocemente. 
 
Ma così non è stato. «I costi del servizio hanno fatto veramente montare la protesta dei suoi concittadini - ha detto Terrando rivolgendosi direttamente al sindaco Quarelli - e non solo di quel 40% che rappresentiamo noi, Uniti per Rivara, ma anche di quel 60% che lei ha sempre usato per farsi forte nel suo portare avanti decisioni anche discutibili». Appena prima di iniziare a illustrare la mozione, due dei tre consiglieri di minoranza hanno indossato una maglietta nera con la scritta «Io mi indiffeRENZiO»: «Non a caso di colore nero perché ci sono ben poche ragioni per stare allegri, dopo che la cittadinanza ha ricevuto le bollette» ha spiegato Terrando. Poco dopo, iniziata l’illustrazione della mozione il consigliere Pastore ha anche fatto comparire in mezzo alla stanza un bidoncino della raccolta differenziata, prontamente fatto rimuovere dal sindaco Quarelli. «Le pagliacciate le lasciamo fuori» ha sentenziato il primo cittadino.
 
Motivo della protesta del gruppo di opposizione è la mancanza di una pesatura dell'indifferenziato, pesatura che faciliterebbe un calcolo più preciso e reale. Il Consorzio Asa a suo tempo spiegò la mancanza di una pesatura col fatto che i camion visitavano più Comuni alla volta, ed era quindi piuttosto difficile attribuire a ogni paese la giusta quantità. «Tutto ciò quando dall’introduzione della differenziata ci si aspettavano riduzioni delle tariffe - aggiunge Terrando - perchè tutto quanto è riciclabile porta proventi all’azienda che si occupa della raccolta».
 
«La verità è che il problema relativo alla valutazione del quantitativo di rifiuti prodotto dai singoli Comuni non si limita a Rivara ma coinvolge tutti i territori serviti dall’ex consorzio Asa con l’esclusione delle città di Rivarolo, Castellamonte e Cuorgnè - ha spiegato il sindaco - inutile dire che la gravità del problema è emersa solo in seguito al collasso del consorzio. Al fine di risolvere tale criticità il sottoscritto e gli altri membri del tavolo tecnico del CCA hanno richiesto al gestore del servizio (Teknoservice) di effettuare una serie di pesature campione relative ai vari territori comunali in modo da avere dati chiari ed univoci da utilizzare per il prossimo piano finanziario. Al momento sono già state effettuate tre pesature e ne è in programma una quarta, in modo da avere dati riferibili ai vari periodi dell’anno, variando come è noto il regime di produzione dei rifiuti a seconda della stagionalità. Le pesate evidenziano in particolare una sensibile riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati in seguito al passaggio al regime di raccolta “porta a porta”, consentendo di immaginare per il prossimo anno una cospicua riduzione dei costi di smaltimento».
 
In ogni caso, anche dopo l'ultimo consiglio, la diatriba tra maggioranza e minoranza (non solo sui rifiuti) è ben lontana dal trovare una conclusione. (p.f.)
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore