RIVAROLO - Ambientalisti amareggiati sulla centrale a biomassa: «A Rivarolo un caso unico in Italia»

| Via libera per i prossimi 15 anni espresso, per competenza, dalla Città metropolitana che si è fatta beffe del parere negativo espresso dal Comune di Rivarolo

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Ambientalisti amareggiati sulla centrale a biomassa: «A Rivarolo un caso unico in Italia»
L'associazione Non bruciamoci il futuro incassa il colpo sul rinnovo delle autorizzazioni per i prossimi quindici anni ottenuto dalla centrale a biomassa dell'ex Vallesusa di Rivarolo Canavese. Via libera espresso, per competenza, dalla Città metropolitana che si è fatta beffe del parere negativo espresso dal Comune. «Siamo amareggiati non tanto e non solo per questa nuova autorizzazione, ma per il fatto che essa non contiene tutte le precauzioni che avrebbe richiesto una Centrale a biomasse collocata all'interno del centro abitato di Rivarolo e che, a quanto pare, è un caso unico in Italia. Avevamo ripetutamente richiesto, in subordine al diniego, che almeno la nuova autorizzazione recepisse pienamente le linee guida (D.M. 10 settembre 2010), che venisse prescritto l'utilizzo esclusivo di legno vergine come combustibile e che venissero sciolti tutti i dubbi circa il sistema di rilevamento fumi al camino. Da una prima lettura di questa nuova autorizzazione emergono forti criticità».

Per l'associazione appare dubbio il rispetto degli indici di rendimento richiesti dalle linee guida affinché un impianto possa considerarsi operante in assetto cogenerativo, causa la limitatezza della attuale rete di teleriscaldamento unitamente al massimo prelievo del vapore consentito dalla turbina. Nella combustione del legno vergine la presenza nei fumi e ceneri di acido cloridrico è modesta, pertanto il suo monitoraggio in continuo rappresenta un indicatore affinché non venga bruciato altro. Viene prescritto per quasi tutti gli impianti simili che sono stati autorizzati dalla Provincia di Torino e non si comprende la ragione per cui viene escluso l'impianto di Rivarolo. 
 
«Avendo riscontrato il 16/04/2014 significative presenze di acido cloridrico nei fumi al camino, Arpa ne richiedeva il monitoraggio in continuo, come risulta dal verbale della prima Conferenza dei Servizi. Di seguito la Società produce delle misure, effettuate da una ditta privata, dalle quali risulterebbero bassi valori di acido cloridrico ed in considerazione degli elevati costi di adeguamento (circa 60.000 euro), chiede di essere esentata da tale monitoraggio in continuo. Richiesta che viene poi accordata da Arpa e Città Metropolitana. Invece è stata ritenuta non necessaria la richiesta del Consulente del Comune di valutare l'introduzione di un sistema in grado di abbattere ulteriormente gli ossidi di azoto. L'unica valutazione positiva riguarda l'introduzione di nuovi limiti per le polveri emesse al camino che passano da 30 a 10 mg/m3 orari (5 mg/m3 giornalieri)». 
 
«Riteniamo nel complesso molto negativa questa nuova autorizzazione basata su promesse di fare in futuro quello a cui sin'ora non si è ottemperato, che non prevede l'esclusivo utilizzo di legno vergine come combustibile e lascia aperti tutti i dubbi che da tempo abbiamo manifestato. Di sicuro continueremo a mantenere alta l'attenzione su questo impianto». 
Politica
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
PONTE PRETI - La Città metropolitana assicura: «300 mila euro per la sicurezza»
«Il ponte Preti è una struttura ben diversa dal ponte dell'autostrada A10 crollato a Genova ed è una struttura monitorata in continuo dal nostro servizio Viabilità»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
PONTE PRETI - Il ponte è pericoloso? Bozzello: «Fermiamo subito i camion»
Dopo il crollo del viadotto Morandi a Genova, anche in Canavese si sono moltiplicate le segnalazioni di ponti «problematici» perchè vecchi e (forse) alle prese con una scarsa manutenzione
CUORGNE' - Due tirocinanti diventano cantonieri per sei mesi
CUORGNE
«Un'iniziativa che si inserisce nell'ambito degli interventi a favore di soggetti svantaggiati ed in situazione economica precaria», dice il sindaco Pezzetto
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
IVREA - Parte il corso per le nuove Guardie Ecologiche Volontarie
Le lezioni si svolgeranno in più sedi contemporaneamente, collegate via video: Torino, Pinerolo, Susa, Lanzo e Ivrea
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
MAPPANO - Procedura finita, il Mercatone Uno può riaprire
Con le cessioni è stata, pertanto, garantita la salvaguardia occupazionale di 2.304 dipendenti pari a circa l'85% del totale
CUORGNE' - Via le barriere architettoniche alla materna e in Manifattura
CUORGNE
«Abbiamo dato corso ad interventi attesi da lungo tempo in particolare presso la scuola», sottolinea l'assessore Lino Giacoma Rosa
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
CANAVESE - «Inutile sparare ai lupi ma servono azioni a tutela di chi lavora in montagna»
Così Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem (Unione Comuni, Comunità ed Enti montani) in merito alla notizia relativa alla proposta di sparare ai lupi con proiettili di gomma. Quello dei lupi è un problema sentito anche in Canavese
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
RIVARA - Strada stretta: borgata inaccessibile dalle ambulanze - FOTO
Riceviamo da Belboschetto una segnalazione di disagi e problematiche legate alla strada che collega il centro abitato
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
BORGARO - Defibrillatore in piazza Agorà: città cardioprotetta
Il defibrillatore è stato poi consegnato alla dottoressa Stefania Scagliola, responsabile della farmacia numero 13 dell'Asm
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
LEINI - Problemi di sicurezza: chiude il parco «Grande Torino»
«Sono emerse delle problematiche gravi, legate anche alla cattiva manutenzione», conferma il vicesindaco Fabrizio Troiani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore