RIVAROLO - Decreto sicurezza, associazioni scrivono al sindaco Rostagno: «Rivarolo da che parte sta?»

| «Invitiamo il nostro sindaco ad assumere decisioni nell'interesse di tutti che non ledano i diritti di tutte le persone presenti sul territorio, mantenendo quello spirito di solidarietà e di integrazione patrimonio della città»

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Decreto sicurezza, associazioni scrivono al sindaco Rostagno: «Rivarolo da che parte sta?»
Alcune associazioni di Rivarolo Canavese hanno scritto una lettera al sindaco Alberto Rostagno sul decreto sicurezza. Le associazioni sottolineano la preoccupazione di andare a creare una «popolazione fantasma, abbandonata a se stessa e privata dei diritti fondamentali garantiti da un paese democratico, con conseguente più facile contatto con chi è interessato a perseguire interessi malavitosi». In tal senso l'appello riguarda Rivarolo anche perchè le associazioni chiedono al sindaco quale posizione intende prendere nei confronti del decreto sicurezza. Firmano la richiesta l'associazione L’Allea, Avulss “D. Naretto”, Azione Cattolica Rivarolo, Anpi, “Il Buon Samaritano” Onlus.

«In questi giorni si è parlato molto del decreto sicurezza, che impone ai sindaci di non iscrivere più nell’anagrafe cittadina i migranti richiedenti asilo per motivi umanitari e economici. Molti sindaci hanno dichiarato di non voler applicare le norme in contrasto con la nostra Costituzione, e presidenti di regioni intendono fare ricorso alla Corte Costituzionale in merito ad alcune parti del decreto ritenute lesive dei diritti delle persone. L’impugnazione però ha tempi di risposta molto lunghi mentre le norme volute dal ministro degli interni deteriorano da subito pesantemente il livello di garanzie, il sistema di accoglienza e quello di integrazione degli immigrati bisognosi di protezione.

Tutto ciò comporterà un arretramento dei diritti costituzionali e internazionali, nonché del buon senso, perché, scaduto il permesso di soggiorno, molti immigrati saranno fuori dall’anagrafe senza sanità, lavoro, casa. Fuori da tutto senza protezione umanitaria, e i più vulnerabili saranno spinti verso forme di esclusione sociale. Sarebbe una pericolosa involuzione del nostro sistema democratico togliere i diritti, la libertà e la solidarietà, principi sanciti dalla nostra Costituzione. A volte per mera propaganda politica si emanano decreti “forti” senza prevederne le conseguenze devastanti.

La destrutturazione degli SPRAR (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati del Ministero dell’interno per l’accoglienza e l’integrazione) fa aumentare l’irregolarità di quei migranti che non avranno più alcuna tutela giuridica. Smantellare lo SPRAR e cancellare la protezione umanitaria significa rifiutare l’integrazione e trasformare in “fantasmi” decine di migliaia di persone in cerca di sicurezza, lasciandole per strada in balia della disperazione ottenendo in questo modo un risultato contrario a quello perseguito dal ministro degli interni. Siamo preoccupati per le conseguenze nefaste per i migranti e per le nostre Comunità. Pertanto invitiamo il nostro Sindaco ad assumere decisioni  nell’interesse di tutti che non ledano i diritti di tutte le persone presenti sul nostro territorio, mantenendo quello spirito di solidarietà e di integrazione patrimonio comune della nostra Città».

Politica
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
Il piano speditivo per gestire il traffico in caso di chiusura dell'autostrada A5 Torino-Aosta è destinato a cambiare
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
Da anni si parla di regolamentare le auto in quota anche in Canavese, in particolare sulla strada che da Ceresole sale fino al colle del Nivolet. Anche quest'anno la discussione è tornata d'attualità dopo il passaggio del Giro d'Italia
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
Buone notizie per le famiglie interessate dal servizio scuolabus. I Comuni, se il bilancio lo consentirà, potranno continuare a integrare le spese
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell'infanzia paritarie
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell
Lo stanziamento per l'anno scolastico 2018-2019 supera quello che era stato erogato per l'annata precedente dalla Regione
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
Ci vorrà un terzo consiglio comunale per far passare la contestata variante al piano regolatore già oggetto di scontri e polemiche
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
L'evento per il conferimento della cittadinanza onoraria si svolgerà in Sala Consiliare domenica 29 settembre, in occasione della Festa di San Michele Arcangelo. Lo ha deciso la giunta comunale del sindaco Alberto Rostagno
SICUREZZA - Più forze dell'ordine su treni e stazioni ferroviarie
SICUREZZA - Più forze dell
Il protocollo siglato in Prefettura prevede l'installazione di telecamere e tornelli nelle principali stazioni della zona
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
All'attacco della Lega sulla Mostra della Ceramica di quest'anno è arrivata puntuale la risposta dell'amministrazione comunale
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
«L'anticipo a luglio rispetto alle edizioni precedenti non è stato una mossa vincente, vista la bassa affluenza di pubblico»
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
Sono tre le proposte operative che Confindustria per la Montagna ha rivolto al ministro per gli affari regionali Erika Stefani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore