RIVAROLO - Desiderio ai soci di Rivabanca: «Non rischio con i vostri soldi»

| E sul comitato dei contrari: «Dietro c'è qualcuno che si nasconde. Io, invece, la faccia ce la metto da sei anni per la banca»

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Desiderio ai soci di Rivabanca: «Non rischio con i vostri soldi»
Nuovo incontro con i soci di Rivabanca, mercoledì sera in sala Lux a Rivarolo Canavese, per il presidente Gianni Desiderio e il direttore Franco Biglino, i vertici dell'istituto di credito cooperativo. Analoghi incontri sono già andati in scena nei giorni scorsi a Bosconero e Castellamonte. Desiderio ha nuovamente illustrato le opportunità della prevista fusione di Rivabanca con Banca d'Alba, sulla quale l'assemblea dei soci sarà chiamata ad esprimere un parere definitivo a maggio. «Io non racconto fesserie - ha detto Desiderio - le regole sono cambiate e, purtroppo, non sono regole che decidiamo noi. Io non rischio con i soldi degli altri: con lungimiranza credo sia opportuno un matrimonio tra Bcc».
 
Desiderio, grazie alle domande dei soci in sala, si è soffermato sull'addio dell'ex direttore Naretto («Ha dato le dimissioni lui: gli abbiamo chiesto di restare fino alla fusione ma ha preferito diversamente. Non posso che ringraziarlo per il grande lavoro che ha svolto in Rivabanca») e sulla nascita del comitato del No (link sotto) che si batterà, fino a maggio, contro la fusione. «Ho letto di questo comitato - ha detto Desiderio - il presidente non è neanche un nostro socio. Non ne comprendo nemmeno le motivazioni ma io parlo con tutti. Gli ho chiesto la disponibilità a un confronto pubblico. E' ovvio che dietro c'è qualcuno che si nasconde. Io, invece, la faccia ce la metto da sei anni per Rivabanca. Nel bene o nel male. Per questo stiamo incontrando i soci un po' ovunque». 
 
Quella della fusione, per Desiderio, non sarà un'operazione a carattere personale: «Non rivestirò mai alcun ruolo nel consiglio di Banca d'Alba. Propongo la fusione perché nessuno perda nulla e ci sia una banca che investa sul territorio». E se dovesse prevalere il "no" tra i soci? «Non so cosa potrà capitare. C'è una riforma del credito cooperativo in atto che non dipende da noi e da nessun comitato canavesano. C'è il rischio che Banca d'Italia chiuda gli istituti con un capitale come il nostro. A quel punto Banca d'Alba si prenderebbe Rivabanca a costo zero, col rischio che i soci perdano i soldi. Il rischio c'è. Non ho la sfera di cristallo ma ho l'obbligo di avvertire tutti dei rischi che potrebbero verificarsi. E' dura da dire ai soci ma io non posso non dire le cose come stanno».
Politica
VALPERGA - Addio Unicredit: la banca chiude nonostante le proteste dei cittadini
VALPERGA - Addio Unicredit: la banca chiude nonostante le proteste dei cittadini
Da fine novembre Valperga resterà senza banca. Un colpo durissimo per il centro dell'alto Canavese, tanto più che la stessa Unicredit aveva ribadito di non voler chiudere la filiale. L'anno scorso era stato sospeso il servizio cassa
MONTALENGHE - Lavori eterni al polivalente: ultimatum di Grosso
MONTALENGHE - Lavori eterni al polivalente: ultimatum di Grosso
Il Comune ha chiesto alla ditta di chiudere i lavori entro 20 giorni, pena la possibile rescissione unilaterale del contratto
SAN GIUSTO - Appello di Libera per la villa confiscata ad Assisi
SAN GIUSTO - Appello di Libera per la villa confiscata ad Assisi
«Potrebbe diventare uno dei simboli della vittoria dello Stato contro le mafie, nel nord Italia. Oppure la sua resa...»
IVREA - Patrizia Paglia presidente di Confindustria Canavese: prima volta per una donna
IVREA - Patrizia Paglia presidente di Confindustria Canavese: prima volta per una donna
L'alladiese Patrizia Paglia, amministratore delegato della Iltar-Italbox Industrie Riunite di Bairo, è il nuovo Presidente di Confindustria Canavese; succede a Fabrizio Gea che ha guidato l'associazione degli industriali negli ultimi 5 anni
IVREA - L'Anpi contro il Comune: «L'Ivrea antirazzista non c'è più»
IVREA - L
«L'Ivrea antifascista, antirazzista, antixenofoba, accogliente, aperta, solidale non c’è più. Ne trarremo le conseguenze»
VOLPIANO - Piero Cerutti ricordato a un anno dalla sua scomparsa
VOLPIANO - Piero Cerutti ricordato a un anno dalla sua scomparsa
Intitolata a lui la Scuola di musica della Filarmonica Volpianese. Era stato anche nominato Cavaliere della Repubblica
CASTELLAMONTE - E' nata la segreteria del nuovo Istituto Comprensivo
CASTELLAMONTE - E
I locali della storica segreteria non erano più sufficienti e idonei per ospitare tutti gli uffici e gli operatori che ora si trovano al posto della polizia municipale
CASTELLAMONTE - Il Psi lascia Mazza: «Quindici mesi di nulla»
CASTELLAMONTE - Il Psi lascia Mazza: «Quindici mesi di nulla»
Frattura definitiva tra l'amministrazione e una delle forze politiche che aveva sostenuto alle elezioni l'attuale primo cittadino
VOLPIANO - Furbetti del parcheggio: ora partono le multe dei vigili
VOLPIANO - Furbetti del parcheggio: ora partono le multe dei vigili
Partono i controlli in piazza Madonna delle Grazie per il parcheggio: si può sostare solo all'ingresso e all'uscita da scuola
CUORGNE' - Zaccaria è il nuovo presidente del centro anziani
CUORGNE
«Non posso che ringraziare il direttivo per questa scelta - dice il neo presidente - spero nella collaborazione di tutti»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore