RIVAROLO - Desiderio ai soci di Rivabanca: «Non rischio con i vostri soldi»

| E sul comitato dei contrari: «Dietro c'è qualcuno che si nasconde. Io, invece, la faccia ce la metto da sei anni per la banca»

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Desiderio ai soci di Rivabanca: «Non rischio con i vostri soldi»
Nuovo incontro con i soci di Rivabanca, mercoledì sera in sala Lux a Rivarolo Canavese, per il presidente Gianni Desiderio e il direttore Franco Biglino, i vertici dell'istituto di credito cooperativo. Analoghi incontri sono già andati in scena nei giorni scorsi a Bosconero e Castellamonte. Desiderio ha nuovamente illustrato le opportunità della prevista fusione di Rivabanca con Banca d'Alba, sulla quale l'assemblea dei soci sarà chiamata ad esprimere un parere definitivo a maggio. «Io non racconto fesserie - ha detto Desiderio - le regole sono cambiate e, purtroppo, non sono regole che decidiamo noi. Io non rischio con i soldi degli altri: con lungimiranza credo sia opportuno un matrimonio tra Bcc».
 
Desiderio, grazie alle domande dei soci in sala, si è soffermato sull'addio dell'ex direttore Naretto («Ha dato le dimissioni lui: gli abbiamo chiesto di restare fino alla fusione ma ha preferito diversamente. Non posso che ringraziarlo per il grande lavoro che ha svolto in Rivabanca») e sulla nascita del comitato del No (link sotto) che si batterà, fino a maggio, contro la fusione. «Ho letto di questo comitato - ha detto Desiderio - il presidente non è neanche un nostro socio. Non ne comprendo nemmeno le motivazioni ma io parlo con tutti. Gli ho chiesto la disponibilità a un confronto pubblico. E' ovvio che dietro c'è qualcuno che si nasconde. Io, invece, la faccia ce la metto da sei anni per Rivabanca. Nel bene o nel male. Per questo stiamo incontrando i soci un po' ovunque». 
 
Quella della fusione, per Desiderio, non sarà un'operazione a carattere personale: «Non rivestirò mai alcun ruolo nel consiglio di Banca d'Alba. Propongo la fusione perché nessuno perda nulla e ci sia una banca che investa sul territorio». E se dovesse prevalere il "no" tra i soci? «Non so cosa potrà capitare. C'è una riforma del credito cooperativo in atto che non dipende da noi e da nessun comitato canavesano. C'è il rischio che Banca d'Italia chiuda gli istituti con un capitale come il nostro. A quel punto Banca d'Alba si prenderebbe Rivabanca a costo zero, col rischio che i soci perdano i soldi. Il rischio c'è. Non ho la sfera di cristallo ma ho l'obbligo di avvertire tutti dei rischi che potrebbero verificarsi. E' dura da dire ai soci ma io non posso non dire le cose come stanno».
Dove è successo
Politica
IVREA - Prove di dialogo dopo l'esposto per apologia del fascismo
IVREA - Prove di dialogo dopo l
Invito al dialogo del presidente del consiglio comunale. Rebel Firm accetta ma sotto palazzo civico è spuntato uno striscione...
LEINI - Il car sharing di Torino si estende a 18 comuni: Leini c'è
LEINI - Il car sharing di Torino si estende a 18 comuni: Leini c
Sarà un "free floating", senza stazioni fisse di prelievo e deposito. Il bando per le aziende interessate scade il 29 settembre
VOLPIANO - Comital addio: il sindaco chiede intervento del governo
VOLPIANO - Comital addio: il sindaco chiede intervento del governo
«A fine mese incontro governativo tra Italia e Francia su varie questioni e noi chiediamo che venga inserito anche questo tema»
IVREA - Il Risveglio Popolare cambia direttore: arriva Zorzi
IVREA - Il Risveglio Popolare cambia direttore: arriva Zorzi
Il primo numero del giornale della diocesi di Ivrea che uscirà dopo la pausa estiva sarà firmato da Carlo Maria Zorzi
CASTELLAMONTE - Un richiedente asilo pulisce il rio San Pietro
CASTELLAMONTE - Un richiedente asilo pulisce il rio San Pietro
Una manutenzione necessaria dal momento che, in caso di maltempo, il rio San Pietro è solito creare ampi problemi
ADDIO TEKNOSERVICE - Si spacca il fronte dei sindaci dopo la decisione di Pertusio bocciata dal Tar
ADDIO TEKNOSERVICE - Si spacca il fronte dei sindaci dopo la decisione di Pertusio bocciata dal Tar
Inevitabile: la forzatura del sindaco di Pertusio, Antonio Cresto, che ha abbandonato Teknoservice perchè troppo costosa, inizia a incrinare i rapporti tra i sindaci. Che, va detto, sulla questione rifiuti sono "caldi" ormai da anni...
IVREA - Campo «nazional-rivoluzionario»: pronto esposto in procura
IVREA - Campo «nazional-rivoluzionario»: pronto esposto in procura
Fa discutere il campo «nazional-rivoluzionario» di Ivrea promosso lo scorso weekend dal gruppo di destra Rebel-Firm
CASTELLAMONTE - Ricorso contro il Comune per i soldi della Cresto
CASTELLAMONTE - Ricorso contro il Comune per i soldi della Cresto
Non si è ancora conclusa la vicenda dei 500 mila euro destinati ai lavori di ristrutturazione della scuola media Cresto
CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dell'Uncem Piemonte
CANAVESE - «I soldi del pedaggio autostradale restino ai Comuni montani»: la proposta dell
L'aumento del gettito del pedaggio delle autostrade ancora una volta finisce per ignorare e penalizzare il territorio, i pendolari e i flussi turistici. L’Uncem rilancia la sfida ai concessionari delle autostrade
MAPPANO - Il sindaco Grassi si difende e attacca gli altri Comuni
MAPPANO - Il sindaco Grassi si difende e attacca gli altri Comuni
Il neo-sindaco Francesco Grassi si difende e dopo le critiche piovute un po' da tutte le parti sulla gestione di palazzo civico
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore