RIVAROLO - I dubbi del comitato sulla centrale a biomassa

| Non bruciamoci il futuro ribadisce la necessità di un sistema che garantisca la totale trasparenza dei controlli

+ Miei preferiti
RIVAROLO - I dubbi del comitato sulla centrale a biomassa
Una raffica di domande sono state poste ai tecnici di Arpa e Provincia, da parte del comitato Non bruciamoci il futuro, nel corso dell'incontro organizzato dall'amministrazione comunale che si è tenuto la scorsa settimana a palazzo Lomellini. Mancano, al momento, copia delle relazioni sulla tipologia e l'origine della biomassa bruciata nella centrale e i verbali dei sopralluoghi dell'Arpa, che il comitato ha richiesto tramite istanza di accesso agli atti. Resta da capire se il comitato può effettivamente ottenere quella documentazione (richiesta a gennaio e sollecitata già due volte) o se, per qualche motivo, risulti riservata. 
 
«Durante l'incontro abbiamo chiesto spiegazioni alle numerose incongruenze riscontrate sui dati SME (Sistema Monitoraggio Emissioni) nel periodo 1 gennaio-16 maggio 2014 - dicono dal Comitato - come è possibile, per uno SME in autocontrollo, trasmettere lo stato impianto fermo (esempio di giovedì 9 gennaio e martedì 21 gennaio 2014) mentre contemporaneamente dal camino sembra elevarsi con evidenza il fumo? Come è possibile che numerosi superamenti del limite delle emissioni sembrano coincidere con repentini cambiamenti di stato dell'impianto (spegnimento SP, accensione AC) per poi tornare prontamente allo stato di servizio regolare? Come è possibile che sia sufficiente comunicare ad Arpa uno sforamento dei limiti entro le 24 ore per poter essere giustificati (caso del 28 ottobre 2013)? Come è possibile che su 3.240 ore (1 gennaio-16maggio 2014) si possono contare sino a 465 ore in cui non è valido (sigla NV) il valore del carbonio organico totale (COT), 370 ore in cui non è valido il valore delle polveri (PLV), 266 ore in cui non è valido il valore dell'ossido di azoto (NOx)?»
 
«Arpa - confermano dal comitato - ha di nuovo evidenziato che tutti i limiti di legge sono a tutt'oggi rispettati dall'impianto e che loro continueranno a controllare e vigilare per garantire la sicurezza a tutta la popolazione. Pensiamo sia necessario un rigoroso approfondimento poiché, pur nel rispetto dei limiti di legge (limiti nel nostro caso molto elevati), questo non equivale a dire che l'impianto non inquina come ci insegnano diversi esempi tipo la Centrale di Vado ligure».
 
La richiesta è stata ribadita ancora una volta: serve un sistema che garantisca in totale trasparenza, controlli continui sulla natura del materiale che viene (e verrà nel tempo) bruciato all'interno dell'impianto e sulla sua provenienza. «Analogamente, in totale trasparenza, il sistema dovrà garantire un rigoroso controllo in continuo sui fumi che usciranno dal camino e sul trattamento dei rifiuti prodotti (polveri, ceneri, acque di scarico)».
Politica
VOLPIANO - Crisi Comital: due cordate in visita allo stabilimento
VOLPIANO - Crisi Comital: due cordate in visita allo stabilimento
Ora i sindacati chiedono di congelare i 138 licenziamenti dal momento che è possibile avviare una trattativa con gli acquirenti
IVREA - Contro Vodafone parte la campagna di boicottaggio
IVREA - Contro Vodafone parte la campagna di boicottaggio
Rifondazione Comunista ha convocato un presidio-flash mob per il lancio di una campagna di boicottaggio contro Vodafone
CASTELLAMONTE - La ceramica anche al Day Service Riabilitativo
CASTELLAMONTE - La ceramica anche al Day Service Riabilitativo
«Ancora una volta dal fare sistema tra istituzioni e realtà territoriali nascono opportunità a vantaggio della comunità»
CASTELLAMONTE - Due giorni di festa per i pensionati della Cgil
CASTELLAMONTE - Due giorni di festa per i pensionati della Cgil
La lega 33 dello Spi-Cgil, il sindacato pensionati, festeggia la sua presenza sul territorio del Canavese con due giorni di eventi
CASELLE - 70 mila euro per ancorare le tegole che volano con gli aerei
CASELLE - 70 mila euro per ancorare le tegole che volano con gli aerei
E' lo stanziamento per ancorare le tegole sui tetti delle case e fare in modo che non volino via con gli aerei che atterrano
INGRIA - Il piccolo Comune si schiera con il popolo Catalano
INGRIA - Il piccolo Comune si schiera con il popolo Catalano
Arriva anche dal Canavese un piccolo sostegno alla causa del popolo Catalano, pronto a chiedere l'indipendenza dalla Spagna
MAPPANO - «In 100 giorni il Comune ha prodotto solo 5 delibere»
MAPPANO - «In 100 giorni il Comune ha prodotto solo 5 delibere»
E' un bilancio negativo quello tracciato dall'opposizione dopo i primi 100 giorni di governo della giunta guidata da Grassi
FELETTO - Una scuola più bella grazie anche all'aiuto dei profughi
FELETTO - Una scuola più bella grazie anche all
Prima dell'inaugurazione dei locali è stata presentata anche l'iniziativa del Comune chiamata «Bimbi accompagnati»
IVREA - Il Comune nella classifica degli enti pubblici virtuosi
IVREA - Il Comune nella classifica degli enti pubblici virtuosi
«Questo conferma l’attenzione con la quale si è sempre operato in tutti gli aspetti amministrativi» dice il vicesindaco
CASTELLAMONTE - Bozzello promuove Mazza solo a metà: il Psi chiede al Pd un incontro urgente
CASTELLAMONTE - Bozzello promuove Mazza solo a metà: il Psi chiede al Pd un incontro urgente
Primi 100 giorni di amministrazione: il Senatore traccia il bilancio. Per Mazza non arriva la promozione a pieni voti. Il Psi chiede di definire con il Pd le linee guida necessarie per amministrare al meglio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore