RIVAROLO - Il diserbante utilizzato dal Comune, secondo il Ministero della Salute, è pericoloso

| Dopo la polemica in consiglio comunale e la risposta del sindaco Rostagno, ci pensa il Ministero della salute a sostenere la causa del Movimento 5 Stelle. Da ieri sono in vigore in Italia alcuni limiti per l'uso del diserbante glifosato

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Il diserbante utilizzato dal Comune, secondo il Ministero della Salute, è pericoloso
Estate al gusto di glifosato in quel di Rivarolo Canavese. Dopo la polemica in consiglio comunale e la risposta del sindaco Alberto Rostagno, ci pensa il Ministero della salute a sostenere la causa del Movimento 5 Stelle. Da ieri sono in vigore in Italia alcuni limiti per l'uso del diserbante, giudicato nel marzo 2015 dalla Iarc (l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) probabilmente cancerogeno per l'uomo anche se valutazioni successive hanno smentito il pericolo. Il decreto vieta l'uso del glifosato nella fase di pre-raccolta in agricoltura e non potrà più essere usato nemmeno nelle aree urbane come i giardinetti o i bordi di strade e ferrovie. Il decreto del Ministero, infatti, ne vieta l'uso in zone «frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili quali parchi, giardini, campi sportivi e zone ricreative, aree gioco per bambini, cortili ed aree verdi interne a complessi scolastici e strutture sanitarie». Un problema anche per la Città metropolitana che anzichè tagliare l'erba ai lati delle provinciali da anni utilizza il diserbante in grande quantità. 
 
«Quando durante il consiglio comunale di venerdì 29 luglio con una nostra mozione chiedevamo al sindaco di Rivarolo di vietare l'uso di erbicidi a base di glifosato, lo facevamo con la convinzione che sarebbe stato un buon segnale di tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini - dicono dal Movimento 5 Stelle di Rivarolo - a seguito di un nostro comunicato siamo stati duramente attaccati dal sindaco che ha sminuito la pericolosità del diserbo chimico con il glifosato adducendo addirittura ad un necessario bagno di umilità da parte del nostro rappresentante in consiglio». Evidentemente l'opinione del Movimento è condivisa a più livelli. «In questi ultimi giorni abbiamo appreso due notizie: la prima riguarda la scelta dell'amministrazione di Cuorgnè di ricorrere a metodi alternativi per la rimozione delle erbe infestanti - dicono dal Movimento 5 Stelle di Rivarolo - la seconda notizia, ancora più importante, è che il Ministero della Salute definisce e norma quanto già da noi citato a sostegno della nostra richiesta durante il dibattimento in aula consiliare».
 
Al netto dei bagni di umiltà, insomma, anche il Comune di Rivarolo, appena riceverà dal Ministero della Salute adeguata documentazione, dovrà rivedere l'uso del diserbante a base glifosato. «Interrogheremo presto il nostro sindaco per conoscere se la posizione dell'amministrazione in merito muterà - aggiungono dal Movimento - e chiederemo di rivedere le scelte effettuate anche per quanto riguarda l'acquisto di 500 litri di diserbante al costo di 4.270 euro come riportato dalla determina del 21 luglio e alla quale speriamo vivamente non sia ancora stata data attuazione».
Dove è successo
Politica
CASTELLAMONTE - Addio vecchia palestra: al suo posto una moderna palazzina - FOTO
CASTELLAMONTE - Addio vecchia palestra: al suo posto una moderna palazzina - FOTO
In questi giorni è iniziata la demolizione della vecchia palestra di piazza della Repubblica. Un angolo del centro di Castellamonte è destinato a cambiare volto per sempre
CANAVESANI IN MEETING - Riguadagnare l'eredità dei propri padri
CANAVESANI IN MEETING - Riguadagnare l
A Rimini canavesani presenti sia tra i visitatori che tra i volontari
CUORGNE' - Lavori in corso per la pulizia di griglie e caditoie
CUORGNE
«Si tratta di semplici azioni di prevenzione che evitano disagi alla cittadinanza in caso di forte pioggia» dice il sindaco Pezzetto
PONT - L'azienda meccanica regala lo scuolabus al Comune
PONT - L
Alla ditta Aira Valentino Officine Meccaniche il sentito ringraziamento del sindaco Coppo e di tutta l'amministrazione
CANAVESE - Fiumi secchi: Legambiente lancia un nuovo allarme
CANAVESE - Fiumi secchi: Legambiente lancia un nuovo allarme
«Per decenni i nostri fiumi sono stati maltrattati: ora sono urgenti politiche che portino a rinaturalizzare i corsi d’acqua»
CERESOLE REALE - Appello a Chiamparino e Appendino per salvare la biblioteca
CERESOLE REALE - Appello a Chiamparino e Appendino per salvare la biblioteca
Uncem si unisce all'appello dell'Associazione Amici del Gran Paradiso per salvare e rilanciare le attività culturali della Biblioteca di Ceresole Reale intitolata a Gianni Oberto
IVREA - Prove di dialogo dopo l'esposto per apologia del fascismo
IVREA - Prove di dialogo dopo l
Invito al dialogo del presidente del consiglio comunale. Rebel Firm accetta ma sotto palazzo civico è spuntato uno striscione...
LEINI - Il car sharing di Torino si estende a 18 comuni: Leini c'è
LEINI - Il car sharing di Torino si estende a 18 comuni: Leini c
Sarà un "free floating", senza stazioni fisse di prelievo e deposito. Il bando per le aziende interessate scade il 29 settembre
VOLPIANO - Comital addio: il sindaco chiede intervento del governo
VOLPIANO - Comital addio: il sindaco chiede intervento del governo
«A fine mese incontro governativo tra Italia e Francia su varie questioni e noi chiediamo che venga inserito anche questo tema»
IVREA - Il Risveglio Popolare cambia direttore: arriva Zorzi
IVREA - Il Risveglio Popolare cambia direttore: arriva Zorzi
Il primo numero del giornale della diocesi di Ivrea che uscirà dopo la pausa estiva sarà firmato da Carlo Maria Zorzi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore