RIVAROLO - La centrale a biomassa annunciata già nel 2004

| Ne erano al corrente anche i giornali. Come mai nessuno ha mosso un dito fino al 2012?

+ Miei preferiti
RIVAROLO - La centrale a biomassa annunciata già nel 2004
L'amministrazione Bertot non ha brillato in trasparenza nella gestione progettuale della centrale a biomassa all'ex Vallesusa. Ma l'idea di trasformare l'ex centrale termica dell'azienda nella nuova (potente) caldaia per il teleriscaldamento della città era nota da parecchio tempo. Chi dice di «non aver saputo nulla» del progetto fino a un anno e mezzo fa, forse non ha mai letto i quotidiani. Peggio ancora se, in quel periodo, si trovava in consiglio comunale, seppur sui banchi dell'opposizione.
 
Nel dicembre del 2004 (ben prima delle autorizzazioni della Provincia o dell'inizio dei lavori), il quotidiano La Stampa annuncia la realizzazione della centrale a cippato al Vallesusa. L'Asa, l'azienda che aveva sottoscritto l'anno prima il contratto per il teleriscaldamento (e non con la giunta Bertot), annuncia che sarà recuperata la «centrale termica dell'ex stabilimento Vallesusa» e, nel frattempo, realizzate piccole caldaie per alimentare i primi tratti di rete (una di queste, in via Merlo, è costata 1 milione di euro ma non è mai entrata in funzione e, a breve, dovrebbe essere oggetto di un'inchiesta da parte della corte di conti ndr).
 
Il 9 febbraio 2005, sempre il quotidiano La Stampa ribadisce che l'ex Vallesusa diventerà una centrale a cippato, annunciando anche un finanziamento dalla Regione di 720 mila euro (quando ancora l'Asa avrebbe dovuto gestire tutto il pacchetto). Il 25 settembre 2005, un altro articolo sul teleriscaldamento, proprio a stretto giro dalla conferenza dei servizi in Provincia che ha dato il via libera alla maxi centrale di Rivarolo. La Stampa annuncia «il polo del teleriscaldamento» nell'ex cotonificio Vallesusa (da completarsi entro il 2007).
 
Ora, tra il 2005 e il 2007, data presunta della fine dei lavori, nessuno si è "accorto" che, nel frattempo la Provincia aveva autorizzato un maxi impianto a due passi dal centro di Rivarolo. Questo nonostante gli articoli di giornale e la pubblicazione dei verbali delle conferenze dei servizi (atti pubblici) all'albo pretorio della Provincia. Dove, tra l'altro, venivano certificate le modifiche al progetto che hanno poi trasformato la centrale a cippato in una maxi centrale (che, al momento, continua a produrre elettricità e non riscaldamento, in barba agli inutili ultimatum della Provincia e del suo presidente Saitta).
 
Tutto è possibile. Ma la mancata vigilanza di allora (specie in consiglio comunale) sta ampiamente pesando adesso. La trasparenza amministrativa, probabilmente, è un'altra roba. Ma continuare a ribadire che il Comune ha tenuto «segreto» il progetto è vero solo in parte, se ne erano al corrente i giornali.
Galleria fotografica
RIVAROLO - La centrale a biomassa annunciata già nel 2004 - immagine 1
RIVAROLO - La centrale a biomassa annunciata già nel 2004 - immagine 2
RIVAROLO - La centrale a biomassa annunciata già nel 2004 - immagine 3
Politica
CIRIE' - «IoLavoro» all'area Remmert per chi cerca un posto
CIRIE
Il 30 novembre dalle 9.30 alle 17 le aziende avranno a disposizione una postazione colloquio in cui incontrare i candidati
CANAVESE - «La pedemontana deve passare subito all'Anas»
CANAVESE - «La pedemontana deve passare subito all
«Siamo favorevoli alla cessione all'Anas, ma solo in presenza di garanzie di investimenti», ribatte dall'ex provincia Antonino Iaria
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
CUORGNÈ - Proseguono le tante iniziative per le scuole del paese
La mostra sulla Prima Guerra Mondiale, il laboratorio musicale e quello di lettura animata. Tutto questo incentivato e promosso dall'assessorato alla Cultura
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell'asilo nido Olivetti
IVREA - In progetto la ristrutturazione dell
L'asilo, punto storico delle architetture olivettiane nella lista del patrimonio mondiale Unesco, riceverà fondi europei
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
CASTELLAMONTE - La città dice NO alla violenza sulle donne
Domenica 25 novembre al centro congressi Martinetti di Castellamonte per affrontare una tematica purtroppo molto attuale
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
INGRIA - Protagonisti alla premiazione nazionale dei Comuni Fioriti a Bologna
Nuova iscrizione di Ronco Canavese, che si aggiudica 2 fiori, e il massimo del punteggio, 4 fiori, per il Comune di Ingria
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
CANAVESANA - Pianasso contro il Pd: «Incapaci sui trasporti pubblici»
«La Regione deve fare qualcosa, non può limitarsi allo scaricabarile nei confronti di Gtt», dice il senatore della Lega, Pianasso
IVREA - Il Ministro celebra la città Unesco: «Adesso Ivrea gioca nella serie A del patrimonio culturale»
IVREA - Il Ministro celebra la città Unesco: «Adesso Ivrea gioca nella serie A del patrimonio culturale»
Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, questa mattina, ha visitato il sito Unesco «Ivrea, Città Industriale del XX secolo». Successivamente ha incontrato, nella Sala Dorata del municipio, gli amministratori
CASTELLAMONTE - La maggioranza di Mazza perde i pezzi
CASTELLAMONTE - La maggioranza di Mazza perde i pezzi
Andrea Ertola e Marialuisa Villirillo stamattina hanno rimesso gli incarichi ma resteranno comunque in consiglio comunale
VOLPIANO - Migranti, arriva lo spettacolo del Teatro Regio di Torino
VOLPIANO - Migranti, arriva lo spettacolo del Teatro Regio di Torino
Italiani, popolo migrante: un fenomeno che in un secolo, dal 1876 al 1976, assunse la forma di un vero e proprio esodo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore