RIVAROLO - Mai dire... Consiglio: gli stimoli del piano regolatore e la pipì in compagnia di Raimondo

| Viste le temperature non più estive sono sparite dalla sala consiglio le infradito. L'assessore Conta Canova, però, ha deliziato i curiosi con un altro modello di scarpe (con zeppa) ispirate alle Bratz...

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Mai dire... Consiglio: gli stimoli del piano regolatore e la pipì in compagnia di Raimondo
La serata dedicata alla variante generale del piano regolatore dura meno del previsto e il pubblico, incredulo, può uscire da palazzo Lomellini alle 22 in punto, ancora in tempo per trovare un bar aperto. E' successo l'imponderabile nel corso dell'ultimo consiglio comunale di Rivarolo Canavese. Solo tre ore di dibattito. Roba da pivelli dopo le maratone alle quali ci avevano abituato maggioranza e (soprattutto) opposizione. Se si fosse pagato il biglietto per entrare in sala consiglio, questa volta gli spettatori (più del solito, tra l'altro) avrebbero chiesto il rimborso. Nelle tre ore, tra l'altro, sono compresi i sessanta minuti di "lezione" dell'architetto Paglia che ha illustrato per filo e per segno la variante partendo dalla situazione urbanistica del 1600, quando Rivarolo era grande poco più di Ingria ed Edo Gaetano era già in amministrazione.

Lo spiegone tecnico deve aver fiaccato la resistenza dei consiglieri di minoranza, meno spumeggianti del solito, troppo presi, piano regolatore alla mano, a chiedersi che cosa intendeva l'architetto Paglia quando, nel sottolineare la partecipazione collettiva, ha detto che «le sollecitazioni dei cittadini hanno portato a 200 stimoli»... I più hanno pensato a sollecitazioni lassative. E lo stesso hanno ipotizzato i consiglieri di minoranza dal momento che i suggerimenti pervenuti, a loro dire, sono finiti nel cestino (per non dire di peggio). L'ora di lezione sulla variante, tra l'altro, è avvenuta a luci spente per permettere la proiezione delle slide. Metà della sala si è addormentata, complice l'oscurità. Qualcuno è stato assalito dagli incubi politico-amministrativi e ha sognato il ritorno di Bertot e delle sue infinite varianti al piano regolatore. Al momento del voto, la «strana coppia» Navone-Vittone ha abbandonato l'aula. Che si prospetti davvero, come qualche assessore ha ipotizzato in aula, una lista unica delle minoranze?

Bene Diemoz che, con l'avvicinarsi della fine del mandato, ha fatto il primo passo verso la santità, citando l'enciclica sull'ambiente di Papa Francesco per giustificare la variante al piano regolatore. «Qualcuno mi ha anche preso in giro», ha poi puntualizzato l'assessore. Era inevitabile: per molti colleghi di giunta è già diventato Papa Francesco Diemoz o, per non tirarsela troppo, Don Diemoz. Viste le temperature non più estive sono sparite dalla sala consiglio le infradito. L'assessore Conta Canova, però, ha deliziato i curiosi con un altro modello di scarpe (con zeppa) ispirate alle Bratz. Attendiamo con ansia la camicia a fiori del presidente del consiglio comunale Rosboch. Raimondo ha chiesto di poter andare a fare pipì (a proposito di stimoli) insieme al capogruppo di maggioranza... Ma la menzione speciale va al consigliere Zucco Chinà che ha esordito negli interventi con una perla destinata a rimanere negli annali... (Mdc)


Le «PERLE» della serata

In che senso?
«le sollecitazioni pervenute hanno portato a 200 stimoli...» (Paglia)

Capolavoro
«Concedetemi di stare seduto così magari il sangue mi arriva al cervello e dico delle cose sensate» (Zucco)

Prole-tari
«Io e il presidente Nastro abbiamo dato sui figli» (Raimondo)

Freddura...
«Avete toppato. Questa variante è stata un fuoco di Paglia» (Navone)

Campagna elettorale
«Farete la lista unica» (Diemoz ai consiglieri di minoranza)

Beato lui
«Abbiamo fatto gli incontri con i professionisti. Lei non è stato invitato. Lei è un professionista?» (Diemoz)
«No, sono pensionato...» (Navone)

Incontri pericolosi in bagno...
«Posso chiedere di andare a fare pipì per parlare col capogruppo Ricciardi?» (Raimondo)

Politica
CASTELLAMONTE - Riprendono i «Caffè con l'esperto» della Lega
CASTELLAMONTE - Riprendono i «Caffè con l
In questo caso l'organizzazione sarà a cura del direttivo della sezione di Castellamonte insieme al Movimento Giovani Padani
IVREA - La segnaletica non c'è: il blocco delle auto non è valido
IVREA - La segnaletica non c
Lo stop alle auto che inquinano ad Ivrea c'è ma non si vede. Senza cartelli della segnaletica verticale il blocco resta sulla carta
CANDIA - Balneabilità e qualità delle acque nel 2018: i dati Arpa
CANDIA - Balneabilità e qualità delle acque nel 2018: i dati Arpa
Gli sforamenti sono attribuibili a inquinamenti di breve durata (conclusi entro 72 ore) dovuti al dilavamento del terreno
PONTE PRETI - Droni e laser per valutare la «salute» della struttura
PONTE PRETI - Droni e laser per valutare la «salute» della struttura
La Città metropolitana ha consegnato al Club Turati di Castellamonte tutto il materiale sul ponte nuovo di Strambinello
RIVAROLO - L'asilo Maurizio Farina è tornato all'antico splendore
RIVAROLO - L
Sono terminati i lavori di restauro della facciata del palazzo ottocentesco, già sede del primo asilo aportiano del Piemonte
CASTELLAMONTE - Frazioni al voto: si parte il 5 novembre a Filia
CASTELLAMONTE - Frazioni al voto: si parte il 5 novembre a Filia
Si ricorda che le nomine dei candidati al Consiglio di Frazione dovranno essere presentate, direttamente dai candidati stessi, su apposito modulo entro le ore 17,30 di lunedì 22 ottobre
BORGARO - Sono partiti i lavori per il restyling di palazzo civico
BORGARO - Sono partiti i lavori per il restyling di palazzo civico
Nonostante il cantiere non ci saranno disagi, visto che sarà garantito il passaggio delle auto e l'accesso dei cittadini al municipio
IVREA - Arrigo Sacchi ospite all'assemblea di Confindustria
IVREA - Arrigo Sacchi ospite all
Il presidente nazionale di Confindustria, Boccia, il fisico Temporelli e l'ex allenatore del Milan il 30 ottobre alle Officine H
CUORGNE' - Una raccolta fondi per ridare vita all'area ex Salesiani
CUORGNE
Progetto di crowdfunding presentato da Fondazione di Comunità del Canavese con la collaborazione dei Comuni di Cuorgnè e Ivrea
FERROVIA CANAVESANA - A breve la firma del protocollo Regione-Rfi: poi (finalmente) partiranno i lavori
FERROVIA CANAVESANA - A breve la firma del protocollo Regione-Rfi: poi (finalmente) partiranno i lavori
L'accordo consentirà di dare il via ai lavori di messa in sicurezza della linea Canavesana e soprattutto di rivedere le prescrizioni sulla velocità. I treni torneranno a 70 chilometri orari se Gtt manterrà il doppio macchinista a bordo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore