RIVAROLO - Non bruciamoci il futuro attende delle risposte

| L'associazione torna sullo studio commissionato dalla Sipea sull'impatto della centrale a biomassa del Vallesusa

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Non bruciamoci il futuro attende delle risposte
L'associazione «Non bruciamoci il futuro» torna sullo studio commissionato dalla Sipea sull'impatto della centrale a biomassa del Vallesusa di Rivarolo Canavese, ribadendo le proprie posizioni sull'impianto. «Non siamo stati invitati alla conferenza che ha presentato i risultati ma apprendiamo dai giornali che uno studio da loro commissionato si conclude dicendo che non dipende dalla Centrale a biomasse l'aria inquinata di Rivarolo - dicono dal Comitato - non hanno nessun problema a fornire i dati dello SME ma i dati vanno ben interpretati; il combustibile utilizzato è cippato di legno vergine, tracciato ed il 46% acquistato dalla filiera corta; Sipea era disponibile a creare una commissione, insieme al Comune, per le analisi e il monitoraggio dell'impianto».
 
A queste affermazioni l'associazione risponde con una serie di considerazioni: «Dalla fine dell'anno scorso il Comune di Rivarolo ha conferito incarico al Politecnico di Torino per effettuare uno screening sull'impianto ma pare che, a ieri, la società Sipea non abbia ancora trasmesso l'indispensabile documentazione richiesta e concordata con il Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente guidato dal prof. Giuseppe Genon. Tutto ciò mentre lo studio da loro commissionato prontamente conclude  che: "è trascurabile l'effetto delle emissioni della Centrale sulla qualità dell'aria. Anche in occasione dell'incontro pubblico del 16/10/2013 Sipea affermò che i dati SME erano disponibili alla cittadinanza ma poi è avvenuto il contrario. Riguardo la dichiarazione che i dati debbano essere ben interpretati, segnaliamo poi che la nostra Associazione si avvale di tecnici in grado di comprendere ed apprendere, casomai.
 
Ribadiamo che siamo interessati a conoscere analisi e luogo di origine della biomassa utilizzata e non solamente il posto dove è stata acquistata. Riguardo la disponibilità a istituire, insieme al Comune, una commissione con compiti di analisi e monitoraggio sull'impianto, avendola a suo tempo proposta, rimaniamo disponibili purché abbia effettivamente tali poteri.
 
Per ultimo si sottolinea l'esigenza che siano garantire le opportune verifiche su quanto accade ed ancora di più su quello che domani potrebbe accedere. Depone male il fatto che da oltre un mese siamo ancora in attesa di risposte, dagli Enti preposti, circa i motivi dei recenti pesanti e numerosi superamenti dei limiti delle emissioni al camino (polveri e CO)».
Politica
LEINI - Si dimette l'assessore al bilancio del Comune, Marco D'Acri
LEINI - Si dimette l
Motivi professionali alla base della decisione: źNon sono pi¨ in grado di garantire quella presenza che la carica impone╗
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della cittÓ
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della cittÓ
Nei giorni scorsi, a Castellamonte, sono partiti alcuni lavori di manutenzione richiesti da parecchio tempo al Comune
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
Parte un percorso formativo organizzato per aiutare le aziende a superare sfide e barriere nei mercati internazionali
CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerÓ una palestra?
CUORGNE
L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderÓ il gestore e rimarrÓ, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, per˛, evidentemente źnon tirano╗
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
Dopo decenni di servizio l'associazione Ŕ ormai ad un passo dalla chiusura a causa del calo degli iscritti e dell'aumento dei costi
IVREA - CaffŔ con l'esperto: incontro sui media con Marco Mussini
IVREA - CaffŔ con l
Marco Mussini, giornalista ed ex-assistente all'Europarlamento, parlerÓ di comunicazione e media
TORINO-CERES - Da Vivi Caselle una proposta per ridurre i disagi
TORINO-CERES - Da Vivi Caselle una proposta per ridurre i disagi
Dopo la proposta per ridurre i disagi del tunnel di corso Grosseto a chi usa i bus, arriva un'analoga iniziativa per i treni
IVREA - Dall'Anpi un appello a coerenza e responsabilitÓ
IVREA - Dall
Riceviamo e pubblichiamo una riflessione sull'attualitÓ (anche in Canavese) di Mario Beiletti dell'Anpi Ivrea e Basso Canavese
CANAVESE - Esposto in procura contro l'Asl To4: źNegli ospedali del Canavese poco personale e pazienti a rischio╗
CANAVESE - Esposto in procura contro l
Dopo il fallito tentativo in Prefettura, il segretario territoriale Giuseppe Summa, a nome del Nursind, ha presentato un esposto alla procura di Ivrea per denunciare le gravissime condizioni in cui verserebbero gli ospedali dell'Asl To4
IVREA - Neve e ghiaccio: la cittÓ resta senza sale e il Comune si scusa
IVREA - Neve e ghiaccio: la cittÓ resta senza sale e il Comune si scusa
Diventano oggetto di scontro politico i disagi patiti dagli eporediesi dopo l'ondata di maltempo. Attacco della Lega Nord
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore