RIVAROLO - Profughi con il tesserino per distinguerli dagli abusivi

| Dopo le lamentele di numerosi utenti del mercato, il Comune, insieme alle cooperative che gestiscono i migranti, è corso ai ripari

+ Miei preferiti
RIVAROLO - Profughi con il tesserino per distinguerli dagli abusivi
Dopo le lamentele di numerosi utenti del mercato del sabato, il Comune di Rivarolo, in accordo con le cooperative che gestiscono i migranti in città, è corso ai ripari per evitare spiacevoli malintesi sulla gestione dei parcheggi gratuiti da parte dei profughi. Da qualche tempo, infatti, erano arrivate diverse segnalazioni a palazzo Lomellini di migranti che, dopo aver aiutato le persone a parcheggiare, chiedevano un contributo in euro. «I richiedenti asilo che controllano le aree sosta del mercato non possono chiedere nessun tipo di contributo agli automobilisti – dice il sindaco Alberto Rostagno – nelle scorse settimane, però, abbiamo ricevuto diverse segnalazioni e abbiamo effettuato dei controlli».

Ed è allora che è venuto alla luce un fatto sorprendente. A chiedere il contributo per il parcheggio, infatti, non erano i migranti coordinati dal Comune, ma altri abusivi. «Si sono mescolati ai ragazzi che abbiamo autorizzato per la vigilanza nei parcheggi – conferma il primo cittadino – così abbiamo studiato una prima contromossa». I migranti «ufficiali» sono stati dotati di un tesserino numerato da esibire durante il servizio: chi non ce l’ha non fa parte del progetto di volontariato promosso (con successo) dal Comune.

«E’ una questione di chiarezza – dice Rostagno – questo progetto è nato per fornire un servizio tramite il volontariato. Nei parcheggi dove operano i ragazzi richiedenti asilo la sosta è gratuita. Se qualcuno chiede dei soldi non fa parte di questo progetto e va segnalato alla polizia municipale». L’idea del tesserino sembra aver colto nel segno: nelle ultime due settimane, infatti, le lamentele sembrano essersi ridotte a zero.

Dove è successo
Politica
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
CANAVESE - Post fascista? La maestra si difende: «La mia era solo una ricerca sociologica»
«Non sono fascista: la mia era una ricerca sociologica per vedere quali potevano essere le reazioni della gente quando si parla di un argomento delicato come il fascismo». Alessandra Pettorruso si difende dopo la segnalazione alla polizia
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
CASTELLAMONTE - Uno striscione per la maestra di Rivarossa
Il gruppo Rebel Firm del Canavese ha preso posizione sul caso della maestra, schierandosi al suo fianco dopo le polemiche
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
RIVAROLO - Rotonde non collaudate nel pieno centro della città
Ancora una conferma dei lavori fatti con "leggerezza" dall'Asa. In municipio non sono rimasti nemmeno i progetti di allora
CUORGNE' - Spunta un duce sul muro di una casa - FOTO
CUORGNE
Archeologia del ventennio dal momento che si tratta di un murales sicuramente d'epoca con tanto di scritte
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
IVREA - CasaPound offre tutela legale gratis alla maestra di Rivarossa
«Una persona deve essere giudicata per ciò che fa ogni giorno al lavoro e non per le proprie idee espresse su Facebook»
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
BAIRO - Scatta #TaggailMaiale: sabato giornata ecologica
Dal Comune: «Chiediamo ai cittadini di vigilare il più possibile sull'abbandono di rifiuti e di segnalare il fenomeno»
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all'attacco
CASTELLAMONTE - Maestra si vanta di essere fascista? Il Pd subito all
Una nota contro l’insegnante arriva dal Pd di Castellamonte, città dove la maestra ha effettivamente insegnato per qualche tempo
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
CANAVESE - Post fascista su Facebook: maestra segnalata alla polizia postale
L'insegnante avrebbe reso pubbliche le proprie preferenze politiche su diversi post che sono stati pubblicati sul profilo Facebook. Profilo che, nei giorni scorsi è stato oscurato. La Regione ha segnalato il caso anche al provveditorato
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
CANAVESE - Forza Nuova al fianco della maestra segnalata alla polizia postale: «Pronti a difenderla»
Forza Nuova si schiera al fianco dell'insegnante segnalata alla Polizia Postale dalla Regione dopo alcune frasi inneggianti il fascismo pubblicate su Facebook: «In Piemonte è diventato pericoloso anche solo pensare»
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l'addio a Teknoservice e Cca
OZEGNA - Bartoli fa sul serio e annuncia l
Il pensiero del sindaco è chiaro e sarà discusso, domani, in consiglio regionale. Il CCA e Teknoservice costano troppo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore