RONCO CANAVESE - Sei alunni nella mini-scuola di montagna

| La scuola elementare di Ronco rappresenta ancora una sorta di “appiglio” alle famiglie che non vogliono scendere a valle

+ Miei preferiti
RONCO CANAVESE - Sei alunni nella mini-scuola di montagna
Angelica, Asia, Azzurra, Federico, Francesco, Sara e la maestra Sabina. Questa è la composizione di un’intera scuola. Una tra le più piccole d’Italia. E’ la scuola elementare – da alcuni anni “sussidiata” – di Ronco Canavese. I bambini di tutta la valle vengono a scuola qui, in questa pluriclasse al pian terreno del palazzo comunale. L’anno scorso gli alunni erano cinque, quest’anno sono diventati sei con l’arrivo di Francesco, proveniente dall’asilo di Valprato Soana. Vivere in montagna non è facile. Soprattutto durante l’inverno, quando le nevicate abbondano e i residenti nelle frazioni sono pochi. Alcune famiglie lavorano quassù – molti uomini sono artigiani e le donne si dividono tra chi lavora nel turismo e chi nella casa di riposo di Ronco – ma altrettante persone sono costrette a viaggiare. La vita in montagna è difatti causa di molti sacrifici. La scuola elementare di Ronco rappresenta ancora una sorta di “appiglio” alle famiglie che non vogliono scendere a valle.
 
L’impegno dell’amministrazione comunale è dunque quello di garantire la realtà della scuola a queste ed alle prossime famiglie che scelgono e sceglieranno di vivere nelle “terre alte” di questa valle. In fondo, si tratterebbe di un “diritto” che non dovrebbe essere negato a chi come già detto convive quotidianamente con i sacrifici di una vita tra i monti. E se lo Stato non arriva, per fortuna c’è la Regione, che con un finanziamento contribuisce alle spese del personale. Finanziamento che però copre sempre meno dell’ammontare dei costi. E poi c’è il “blocco del personale” e quindi le difficoltà per il mantenimento aumentano.
 
Lunedì la campanella è suonata. “Tuiti a ahcola!” , che nella parlata francoprovenzale della Valle Soana vuole dire “tutti a scuola!”. Ed è proprio il patois a giocare ancora un ruolo fondamentale anche a scuola. Nella stessa scuola che per prima portò l’italiano alla gente di quassù, ora le ricerche sulla cultura e le radici storiche ritornano ad impegnare i giovani valsoanini. Ogni anno si partecipa al concorso Effepi, sulla cultura e le tradizioni locali: vengono realizzate ricerche, lezioni in patois e vengono poi presentati i lavori che ogni anno sono itineranti nelle località del concorso. Il concorso 2015-2016 ha visto la giornata conclusiva organizzarsi proprio a Ronco, dove sono arrivati più di 300 alunni provenienti dalle scuole dell’area francoprovenzale piemontese. Quest’anno, per ricambiare la visita della scuola valdostana di Introd, i bambini dell’asilo di Valprato e della scuola di Ronco parteciperanno alla festa del Concorso Cherlogne nella vicina regione autonoma.
 
«Il Comune – spiega il sindaco Danilo Crosasso – continua ad impegnarsi per garantire quello che può essere definito come il “servizio fondamentale” per abitare in Valle. Ai nostri alunni viene offerto il trasporto con il mezzo comunale che ogni mattina, girando le frazioni, anche quelle più in alto, accompagna i bimbi a scuola. Lo stesso mezzo, poi, sempre gratuitamente, accompagna a Pont gli allievi delle medie». Anche i libri vengono direttamente acquistati dal comune e portati in classe dagli amministratori il primo giorno di scuola. Ma le iniziative non sono finite qua: per una scuola di montagna fare intervallo vuole dire godersi la pausa all’aria aperta. Ed ecco che la ricreazione a Ronco la si fa nel prato della piazzetta comunale e nelle “tchampane”, i vicoli del centro storico. 
 
D’inverno, poi, vengono organizzate con l’associazione che gestisce gli impianti di risalita di Piamprato in alta valle alcune giornate sulla neve con lezioni di sci. «Da alcuni anni – continua il sindaco – la scuola è dotata di LIM, la lavagna interattiva multimediale, che, grazie ad un progetto della Comunità Montana (ICI-VOS , Insegnare Comunicare Innovare nelle Valli Orco e Soana”) permette di effettuare lezioni in connessione tra le scuole delle due valli». La fase 2 del progetto permette anche, in caso di non possibilità di raggiungere la scuola nel capoluogo, di collegarsi alle lezioni direttamente da casa. E ultima iniziativa in ordine di tempo: il “bonus scuola” alle famiglie degli alunni che frequentano la materna di Valprato e l’elementare di Ronco. Adottato dalle amministrazioni comunali della Valle, è un importante sostegno economico finalizzato ad incentivare le famiglie a restare e a tornare a vivere quassù. La lotta allo spopolamento della montagna è in atto e la presenza della scuola sul territorio è di fondamentale importanza. Le nuove nascite infine fanno ben sperare le amministrazioni comunali, impegnate nel mantenimento di questi presidi.
Politica
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
QUINCINETTO - Frana: accolti i suggerimenti dei sindaci della zona
Il piano speditivo per gestire il traffico in caso di chiusura dell'autostrada A5 Torino-Aosta è destinato a cambiare
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
CERESOLE REALE - Accessi limitati alle auto? Uncem chiede regole per salvaguardare pedoni, ciclisti e ambiente
Da anni si parla di regolamentare le auto in quota anche in Canavese, in particolare sulla strada che da Ceresole sale fino al colle del Nivolet. Anche quest'anno la discussione è tornata d'attualità dopo il passaggio del Giro d'Italia
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
ISTRUZIONE - Lo scuolabus resta gratuito: esultano sindaci e amministrazioni locali
Buone notizie per le famiglie interessate dal servizio scuolabus. I Comuni, se il bilancio lo consentirà, potranno continuare a integrare le spese
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell'infanzia paritarie
CANAVESE - Raffica di contributi alle scuole dell
Lo stanziamento per l'anno scolastico 2018-2019 supera quello che era stato erogato per l'annata precedente dalla Regione
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
VALPERGA - Consiglio comunale: tutti assenti, in aula solo il sindaco
Ci vorrà un terzo consiglio comunale per far passare la contestata variante al piano regolatore già oggetto di scontri e polemiche
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
RIVAROLO CANAVESE - Cittadinanza onoraria per il vescovo emerito di Ivrea, monsignor Luigi Bettazzi
L'evento per il conferimento della cittadinanza onoraria si svolgerà in Sala Consiliare domenica 29 settembre, in occasione della Festa di San Michele Arcangelo. Lo ha deciso la giunta comunale del sindaco Alberto Rostagno
SICUREZZA - Più forze dell'ordine su treni e stazioni ferroviarie
SICUREZZA - Più forze dell
Il protocollo siglato in Prefettura prevede l'installazione di telecamere e tornelli nelle principali stazioni della zona
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
CASTELLAMONTE - Mostra: Bethaz e Mazza rispondono alla Lega
All'attacco della Lega sulla Mostra della Ceramica di quest'anno è arrivata puntuale la risposta dell'amministrazione comunale
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Lega a gamba tesa sulla Mostra della Ceramica
«L'anticipo a luglio rispetto alle edizioni precedenti non è stato una mossa vincente, vista la bassa affluenza di pubblico»
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
CANAVESE - Tre idee per dare nuova vita ai territori di montagna
Sono tre le proposte operative che Confindustria per la Montagna ha rivolto al ministro per gli affari regionali Erika Stefani
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore