SAITTA: L'OSPEDALE DI CUORGNE' NON VE LO CHIUDO

| L'assessore regionale risponde alla lettera di Pezzetto e ai timori di tanti

+ Miei preferiti
SAITTA: LOSPEDALE DI CUORGNE NON VE LO CHIUDO
«Sono a conoscenza delle preoccupazioni e delle paure dei cittadini, le rispetto, le comprendo e come amministratore ho il dovere di farmene carico e di fornire delle risposte. La delibera 1-600 sul riordino della rete ospedaliera non chiude nessun ospedale: l’offerta ospedaliera non diminuirà, ma sarà migliorata per garantire sicurezza e salute. La delibera classifica la struttura di Cuorgnè come ‘ospedale di area disagiata’. Si tratta di un ospedale nel senso pieno del termine, con un Pronto Soccorso h24, quindi un presidio inserito nella rete dell’Emergenza-Urgenza, non una semplice lungodegenza o un poliambulatorio. Non solo l’ospedale di Cuorgnè non perderà nessuna delle attività che attualmente si svolgono, ma, nella fase di attuazione della delibera che avverrà in due-tre anni, sarà possibile implementare l’ospedale con ulteriori attività/servizi: come scritto con precisione nella delibera, spetterà all’assessorato, su proposta dei direttori generali delle aziende, definire l’allocazione definitiva delle discipline non connesse all’Emergenza urgenza». E’ la risposta dell’assessore regionale alla sanità, Antonio Saitta, alla lettera inviata nei giorni scorsi dal sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto.
 
 «Voglio poi ricordare che il riordino della rete ospedaliera verrà attuato contestualmente alla riorganizzazione dell’assistenza territoriale e alla riorganizzazione del 118 – aggiunge Saitta - siamo convinti che soprattutto nei territori montani con popolazione prevalentemente anziana, occorra passare da una visione sanitaria prevalentemente incentrata sull’ospedale a una impostazione ‘territoriale’, e per questo assegneremo ai nuovi direttori generali che nomineremo ad aprile obiettivi non generici, ma specifici e articolati, con una particolare rilevanza assegnata proprio all’assistenza territoriale”.
 
Sul punto nascite di Cuorgnè e sulle richieste avanzate dal gruppo “Sosteniamo l'ostetricia di Cuorgnè”, l’assessore Saitta così risponde: «Il Punto nascite venne trasferito da Ivrea a Cuorgnè provvisoriamente a causa dei lavori di ristrutturazione dell’ospedale di Ivrea. Terminati i lavori il Punto nascite è ritornato nella sua originaria collocazione. La delibera sul riordino della rete ospedaliera del 14 marzo 2013 (Giunta Cota), stabiliva la disattivazione di otto Punti nascite sotto soglia, tra cui quello di Cuorgnè. Qui, peraltro, sarà attivato il nuovo Day Service materno-infantile. Pertanto le gestanti non saranno certo abbandonate al loro destino. Il Patto per la salute e il regolamento attuativo stabiliscono che i Punti nascite possono essere mantenuti solo nei Dea di I e II livello. E non si tratta di una discrezionalità o una scelta dettata da ragioni di risparmio, ma dal rispetto di precisi parametri tesi alla tutela della salute delle mamme e dei nascituri». 
 
Saitta conferma che i parti devono avvenire in strutture dove sono presenti tutti i reparti indispensabili a garantire interventi di emergenza (cardiologia, neurologia, rianimazione). Infine, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fissato in 1.000 parti la soglia dei Punti nascite: «Come amministrazione regionale riteniamo che sotto l’asticella dei 500 parti ci sia un inaccettabile rischio per le mamme e per i bambini. Pertanto, la chiusura dei Punti nascite non è giustificata da ragioni di risparmio, ma solo di sicurezza».
Politica
VALCHIUSELLA - Unione tra Vico, Meugliano e Trausella: vince il Si
VALCHIUSELLA - Unione tra Vico, Meugliano e Trausella: vince il Si
A Trausella, però, a sorpresa, si sono imposti i contrari, nell'unico Comune in cui, tra l'altro, l'affluenza ha superato il 50%
IVREA - Post dell'assessore leghista su Facebook: «Zingari zecche e parassiti». Il centrosinistra insorge
IVREA - Post dell
Un post contro gli zingari scatena la polemica politica ad Ivrea. Il Partito Democratico ha presentato un'interpellanza al sindaco Stefano Sertoli per le affermazioni dell'assessore leghista alle politiche sociali, Giorgia Povolo
CASTELLAMONTE - Migranti: per la Lega «c'è falsa accoglienza»
CASTELLAMONTE - Migranti: per la Lega «c
«Il concetto di accoglienza funziona se viene tutelata la dignità umana di chi scappa da situazioni estreme nel paese di origine»
CANAVESE - Scuole superiori, Pezzetto plaude al 25 Aprile e all'Aldo Moro
CANAVESE - Scuole superiori, Pezzetto plaude al 25 Aprile e all
«Questi risultati avvalorano ancor di più il mio convincimento della necessità di dotare il nostro territorio di collegamenti adeguati»
CIRIE' - Educazione alla cittadinanza nelle scuole: il Comune aderisce alla proposta dell'Anci
CIRIE
I residenti maggiorenni che vogliono firmare la proposta di legge possono farlo allo Sportello del Cittadino di via D'Oria
FOGLIZZO - Il paese è un'Antenna Europa con la Città Metropolitana
FOGLIZZO - Il paese è un
Sono punti informativi sull'Unione europea della Città metropolitana di Torino situati negli sportelli al cittadino di alcuni Comuni
VALCHIUSELLA - Meugliano, Trausella e Vico Canavese al voto oggi per la fusione dei tre Comuni
VALCHIUSELLA - Meugliano, Trausella e Vico Canavese al voto oggi per la fusione dei tre Comuni
Si potrà votare nei tre Comuni solo nel corso della giornata di oggi, dalle 7 fino alle 23. Subito dopo la chiusura delle urne, verrà dato il via allo spoglio delle schede. Circa 1000 i residenti dei tre Comuni aventi diritto al voto
CANAVESE - Viabilità e trasporti scadenti: se ne parlerà in Parlamento
CANAVESE - Viabilità e trasporti scadenti: se ne parlerà in Parlamento
Venerdì in municipio a Ozegna si è parlato di 460, di Ponte Preti, della Canavesana, del nodo di Ivrea, della gratuità della A5
TORINO - Folta delegazione dal Canavese alla manifestazione Si Tav - FOTO
TORINO - Folta delegazione dal Canavese alla manifestazione Si Tav - FOTO
Sono oltre 30 mila, secondo una stima degli organizzatori, i partecipanti che si sono radunati in piazza Castello. Manifesta, per la Lega, anche il deputato Alessandro Benvenuto eletto proprio in Canavese
RIVAROLO - «Tetto amico»: raccolta fondi per l'emergenza abitativa
RIVAROLO - «Tetto amico»: raccolta fondi per l
La Caritas ha evidenziato la necessità di un alloggio per risolvere casi urgenti di emergenza abitativa per brevi periodi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore