SAN GIORGIO - Scontro sulla «Cittadella della cultura»

| Interviene l'ex assessore Claudio Salanitro dopo la presa di posizione del sindaco Zanusso in consiglio comunale

+ Miei preferiti
SAN GIORGIO - Scontro sulla «Cittadella della cultura»
Scontro aperto sulla "Cittadella della cultura" del Comune di San Giorgio Canavese. Dopo la presa di posizione del sindaco Andrea Zanusso, in consiglio comunale, arriva la risposta dell'architetto Claudio Salanitro. 
 
«Il progetto della “Cittadella della Cultura” prevedeva la realizzazione di tre lotti, del costo di trecentomila euro ciascuno, ma solo due sono stati finanziati in buona parte dalla Regione Piemonte e completati - spiega Salanitro, ex assessore ai lavori pubblici del Comune - le sospensioni dovute ai fallimenti delle imprese e l'impossibilità di rispettare il cronoprogramma dei lavori sono state causa di imprevisti. Il terzo lotto prevedeva l'intervento sul Teatro comunale ma non è stato mai finanziato. Il Comune con i propri fondi è comunque intervenuto per mettere in sicurezza il palco».
 
Il milione di euro al quale ha fatto riferimento il sindaco in consiglio, era invece relativo al costo di un progetto intercomunale mai decollato dal titolo: “Canavesando da Fruttuaria ad Aglié” e presentato insieme dai Comuni di San Benigno, Foglizzo, San Giusto, San Giorgio e Agliè. La parte di San Giorgio prevedeva i tre lotti da trecentomila euro, oltre alla riqualificazione del Centro Storico anche attraverso contributi ai privati. «Per alzare al massimo credibile l'asticella della spesa sostenuta dai precedenti amministratori il Sindaco ha allora compreso nella cifra riferita nell'ultimo Consiglio anche il costo per l’acquisto del fabbricato di Vicolo Bianchetti».
 
«A questo punto, per chiarezza, ritengo necessario ricostruire le operazioni di mercato immobiliare in vicolo Bianchetti condotte dagli amministratori di San Giorgio. Il primo fabbricato, la cui proprietà è riconducibile al coniuge e ai suoi parenti, affini del Vicesindaco Sergio Algostino, è stato acquistato nel 2001 per centosessanta milioni delle vecchie lire dall'amministrazione guidata da Giovanni Ellena durante il periodo di governo condotto fino alla primavera del 2004 senza la presenza di una minoranza. "Da destinare ad uffici e direzione didattica della scuola elementare”. Il primo fabbricato, però, era confinante con il plesso scolastico solo per uno spigolo di muro. Era quindi impossibile accedere direttamente alla scuola. Solo in seguito, quando il Comune ha ceduto ad un privato la casa di proprietà comunale che si trova di fronte al museo in via Campeggio, ottenendo con un cambio alla pari il secondo fabbricato di vicolo Bianchetti, dove è stata costruita la biblioteca, è stato possibile ricavare il passaggio verso il cortile della scuola elementare. Lo scambio alla pari della casa con il secondo fabbricato, è stato concluso dalla Giunta composta dal Sindaco Massimo Arri.
 
Zanusso dice che la progettazione è costata cara. Non mi dispiace invece pensare che il progetto è stato legalmente assegnato con regolare bando pubblico “molto combattuto” e nel rispetto dei costi dell'epoca, piuttosto che affidato a qualche professionista abituale. Nel paese circola anche l'opinione che abbattendo i due fabbricati e ricostruendo tutto nuovo sarebbe costato meno. Probabilmente è così, ma è anche una questione di scelte, di cultura con punti di vista differenti. In ogni caso noi non l'avremmo mai fatto, anzi abbiamo sempre combattuto i sostenitori e i seguaci di quel barbaro pensiero politico-amministrativo che a San Giorgio ha lasciato spianare una villa nobile di pregio con annessa cascina e a sventrare facciate e abbattere case del centro storico. Tutto questo è accaduto nel passato, a breve saranno trascorsi cinquant'anni, i nuovi sangiorgesi e molti giovani non sanno cosa è andato perduto per sempre».
Politica
CUORGNE' - Genitori a pranzo con i figli nella mensa scolastica
CUORGNE
E' l'iniziativa promossa dal Comune anche per dare modo ai genitori di verificare personalmente la qualità del servizio
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
RIVAROLO - Nuova manifestazione delle Sentinelle in piedi
Tra i manifestanti anche il sindaco di Favria, Serafino Ferrino, già noto anche per le sue posizioni contro le unioni civili
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all'incontro con gli eurodeputati
CUCEGLIO - Duecento imprenditori all
Si è discusso del rapporto tra giovani e impresa, innovazione digitale e fondi europei destinati alle imprese dal Piano Juncker
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
CASTELLAMONTE - La città si interroga sul fenomeno migranti
Venerdì 24 marzo ha avuto luogo presso la palestra parrocchiale di Castellamonte una cena povera a favore della Quaresima di Fraternità
CASTELLAMONTE - Elezioni: ci sarà anche il Movimento 5 Stelle
CASTELLAMONTE - Elezioni: ci sarà anche il Movimento 5 Stelle
Ufficiale la lista del Movimento. I nomi restano top-secret. Paolo Recco in pole position per la corsa alla fascia tricolore
CANAVESE - Più di tre milioni di euro sono in arrivo dall'Europa
CANAVESE - Più di tre milioni di euro sono in arrivo dall
Sono i fondi per lo sviluppo rurale che l’Unione ha messo a disposizione fino al 2020 per i GAL, i Gruppi di azione locale
CUORGNE' - Landini della Fiom con lavoratori e cittadini - FOTO
CUORGNE
Tappa canavesana, ieri, per Maurizio Landini, segretario nazionale della Fiom-Cgil impegnato nella campagna referendaria
RIVAROLO - Bertot sul video di Razzi: «Era solo uno scherzo»
RIVAROLO - Bertot sul video di Razzi: «Era solo uno scherzo»
«Non c'era nessuna intenzione di offendere e infatti nemmeno il sindaco Rostagno si è offeso», assicura Bertot
CANAVESE - «Bollette troppo care»: i sindaci dei piccoli Comuni pronti a lasciare il consorzio ex Asa
CANAVESE - «Bollette troppo care»: i sindaci dei piccoli Comuni pronti a lasciare il consorzio ex Asa
Scontro tra i sindaci all'assemblea dell'altra sera a Cuorgnè. Alcune amministrazioni, Pertusio in testa, pronte ad abbandonare il consorzio. In alcuni Comuni sono previsti aumenti nelle bollette oltre il 30%. Pagheranno i cittadini...
LOCANA - Il futuro del Parco Gran Paradiso nella nuova legge
LOCANA - Il futuro del Parco Gran Paradiso nella nuova legge
"Parchi naturali. Verso la nuova legge nazionale" è il titolo del convegno di sabato promosso da Comune, Ente Parco e Uncem
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore