TURISMO - Si uniscono 130 Comuni del Canavese e delle Valli di Lanzo

| Presentato, per la prima volta, un Piano Unitario di Interventi per la valorizzazione di infrastrutture turistico-ricreative

+ Miei preferiti
TURISMO - Si uniscono 130 Comuni del Canavese e delle Valli di Lanzo
L'Unione montana Valli di Lanzo Ceronda e Casternone, in qualità di ente capofila, ha candidato un Piano Unitario di Interventi a valere sulla misura 7.5.1 del Piano Sviluppo Regionale, volto a promuovere investimenti per la valorizzazione di infrastrutture turistico-ricreative connesse alle attività outdoor e alla rete escursionistica.
 
Il vasto ed eterogeneo territorio che rientra nell'area denominata Comparto TO02 – Valli Torino Nord, si estende in un'ampia zona comprendente circa 130 Comuni, identificabile come area GAL Valli di Lanzo Ceronda e Casternone, area GAL Valli del Canavese, Parco nazionale del Gran Paradiso (parte Piemontese) e Area dell'Anfiteatro morenico di Ivrea. 
La presentazione di un unico Piano di Interventi per uno spazio così esteso ed eterogeneo è solo l'ultimo risultato di un'articolata azione di coordinamento e animazione svolta sul territorio nell'arco di due anni. Infatti il progetto ha mosso i primi passi a partire dalla primavera 2014 quando si diede inizio alla registrazione e classificazione di itinerari escursionistici e all'inserimento di nuovi percorsi nel catasto escursionistico regionale. I due GAL del territorio avviarono allora una serie di incontri coordinati di animazione e sensibilizzazione dei territori di competenza per sostenere l'iniziativa regionale, riconosciuta come opportunità strategica per lo sviluppo locale in ambito di turismo sostenibile.
 
Gli Enti locali risposero all'iniziativa con interesse e registrarono, grazie anche all'appoggio delle sezioni locali del CAI e del Consorzio degli Operatori Turistici delle Valli di Lanzo, una serie di itinerari di lunga percorrenza. Nacquero così sette itinerari escursionistici nelle Valli di Lanzo Ceronda e Casternone che toccano ogni comune del territorio,per un totale di circa 370 km. Ma nell'ampia estensione dell'intero comparto delle Valli Torino Nord sono in totale 18 gli itinerari ora registrati tra i quali spiccano l'Alta Via Canavesana, il Giro Parco del Gran Paradiso, la via Francigena morenico-canavesana, per citare solamente i più estesi e con connessioni interregionali e internazionali.
 
Tutti questi percorsi sono proponibili come opportunità turistiche di rilevanza internazionale per chi ama l'alta montagna, per apprezzare le aree boschive, i laghi e i borghi del territorio, a piedi e in mountain bike. Particolarmente rilevante l'attenzione rivolta alla creazione di alcuni percorsi accessibili anche a persone con disabilità, tema da tempo al centro della pianificazione strategica dei due GAL. L'eventuale finanziamento del progetto consentirà di sostenere gli investimenti necessari a completare e valorizzare a pieno il patrimonio escursionistico e le possibilità di attività outdoor, al fine di ottenere condizioni qualitative idonee e competitive rispetto alle proposte turistiche di altri territori concorrenti.
 
Per comprendere meglio la portata dell'operazione è utile illustrare alcuni dati significativi a sintesi del Piano Unitario di Interventi:
 
- 9 Enti pubblici beneficiari (UMC Valli di Lanzo Ceronda Casternone -Capofila di Piano, UMC Alpi Graie, Comune di Lanzo Torinese, Parco Nazionale Gran Paradiso, Comune di Borgiallo, Comune di Forno Canavese, Comune di Agliè, Comune di Ivrea, Comune di Montalto Dora) con il coinvolgimento diretto di 96 comuni dei circa 130 presenti nel comparto.
- Totale degli investimenti previsti nel Piano Euro 2.000.000,00. Di cui 90% di contributo Regione Piemonte e 10% di cofinanziamento degli Enti beneficiari.
- Gli interventi individuati riguardano infrastrutture outdoor principalmente per le attività di Escursionismo, ciclo-escursionismo, arrampicata, ferratismo, parchi avventura, volo libero e prevedono 79 interventi materiali che spaziano dal miglioramento dei percorsi esistenti alla creazione di nuove opportunità di attività, accessibilità per persone con disabilità, nuovi punti tappa (bivacchi, rifugi, ostelli), etc.
- 14 interventi specifici di informazione e promozione dalla collana di guide escursionistiche a stampa, al web e creazione di una nuova app specifica.
 
«In attesa della valutazione delle candidature - spiega Tina Assalto, Presidente dell'Unione Montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, che con gli assessori Gianni Castagneri e Graziano Bergero ha svolto il lavoro di coordinamento - è oggi evidente un primo innegabile e importante risultato dell'intera attività svolta negli anni sull'argomento che dimostra come, nonostante le continue riorganizzazioni imposte agli enti locali, il territorio sia capace di collaborare in modo unitario per raggiungere importanti obiettivi condivisi per la valorizzazione delle risorse del proprio patrimonio territoriale e per creare nuove opportunità di crescita futura».
Politica
SANITA' - Il 26 gennaio apre la nuova ala dell'ospedale di Chivasso
SANITA
La conferma è arrivata al termine di un incontro con l'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
Servirà per completare lo scolmatore dal rio Levesa al Gallenca a salvaguardia dei centri di Salassa, Oglianico e Rivarolo
SANITA' - L'Asl risponde al sindacato dopo l'esposto in procura: «Negli ultimi tre anni personale aumentato»
SANITA
Dopo l'esposto in procura presentato dal Nursind, l'Asl To4 risponde alle sollecitazioni del sindacato sulla carenza di personale al pronto soccorso in vista anche dell'iperafflusso nei reparti d'urgenza di tutto il Canavese
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
«Pont è un microcosmo che può offrire tutti quegli spunti d'osservazione che riconducono agli stilemi amministrativi e politici della nostra penisola»
CUORGNE' - Parcheggi a pagamento: ecco dove, come e quando
CUORGNE
Per la prima volta la città delle due torri sperimenterà la zona blu in centro. Subito polemiche da parte dei cuorgnatesi
LEINI - Si dimette l'assessore al bilancio del Comune, Marco D'Acri
LEINI - Si dimette l
Motivi professionali alla base della decisione: «Non sono più in grado di garantire quella presenza che la carica impone»
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della città
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della città
Nei giorni scorsi, a Castellamonte, sono partiti alcuni lavori di manutenzione richiesti da parecchio tempo al Comune
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
Parte un percorso formativo organizzato per aiutare le aziende a superare sfide e barriere nei mercati internazionali
CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?
CUORGNE
L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, però, evidentemente «non tirano»
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
CASTELLAMONTE - Il centro anziani chiude: i socialisti non ci stanno
Dopo decenni di servizio l'associazione è ormai ad un passo dalla chiusura a causa del calo degli iscritti e dell'aumento dei costi
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore