VALCHIUSELLA - «Cornuti e mazziati» per le bollette non consegnate: i residenti costretti a pagare anche le multe

| Protestano i sindaci della vallata contro la decisione della Smat di affidare la consegna delle bollette a una ditta privata. Risultato: bollette mai arrivate e multe per i residenti. Un problema incredibile per i Comuni di montagna

+ Miei preferiti
VALCHIUSELLA - «Cornuti e mazziati» per le bollette non consegnate: i residenti costretti a pagare anche le multe
I sindaci della Valchiusella hanno scritto una lettera alla Smat per chiedere il ritorno del servizio di consegna delle bollette in capo a Poste Italiane. Da quando il servizio è stato affidato a corrieri privati, infatti, sono arrivate moltissime segnalazioni di utenti ai quali la bolletta non è mai stata consegnata. Oltre al danno anche la beffa: i cittadini, infatti, sono stati costretti a pagare anche le more e le spese di notifica. Neanche fosse colpa loro.
 
«E’ stato più volte segnalato dai comuni della Valchiusella il grave disservizio causato ai cittadini nel conferimento delle fatture per il pagamento del servizio idrico da quando Smat non ha più affidato il servizio alle Poste italiane - scrivono i sindaci della vallata - tante bollette non sono recapitate agli utenti che, non ricevendole, devono rivolgersi personalmente agli uffici, per telefono, o recarsi appositamente presso gli sportelli di Castellamonte, aperti solo più due giorni alla settimana, la città più vicina (situata comunque a 10/20 chilometri dal luogo di residenza).
 
Quando si rivolgono agli uffici, i nostri concittadini ricevono la bolletta con l’aggiunta di una mora per ritardo nel pagamento o addirittura di spese di notifica. Tali difficoltà non sono necessariamente imputabili alle mancanze del personale incaricato, ma alle difficoltà obiettive delle nostre realtà rurali: indirizzi non sempre facilmente reperibili, soprattutto per le case fuori dal centri abitato, famiglie che possiedono più case ma vivono in una sola. L’incaricato delle Poste Italiane conosce tutte queste situazioni da anni e sa dove portare le lettere. Questa situazione non è più sostenibile: i sindaci della Valchiusella chiedono che le bollette Smat arrivino in modo regolare a tutti gli utenti come avveniva precedentemente, attraverso il servizio di Poste italiane».
 
L'azienda ha fatto sapere di essere stata obbligata dalle vigenti normative a procedere con l'affidamento del servizio in economia. Difficile, quindi, che possa tornare indietro. 
Dove è successo
Politica
RIVAROLO - Raffica di dossi sulle strade per rallentare le auto
RIVAROLO - Raffica di dossi sulle strade per rallentare le auto
I lavori in cinque vie lungo le quali i residenti hanno chiesto interventi al Comune per moderare la velocità dei veicoli in transito
IVREA - Le aziende del Canavese a sostegno del Carnevale
IVREA - Le aziende del Canavese a sostegno del Carnevale
Si tratta di una scelta di responsabilità e di investimento sul territorio che le ha viste nascere e crescere: un impegno concreto
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
RIVAROLO - Mai dire... consiglio: quando parla Raimondo, muore un ambientalista
A Rivarolo c'è sempre qualche colpo di scena per fare in modo che lo sparuto pubblico non pagante debba necessariamente rinunciare alle partite di calcio in Tv...
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l'arrivo di altri profughi»
RIVAROLO - Il sindaco: «Abbiamo impedito l
Per il centrodestra c'è un problema di sicurezza: «All'hotel Europa sono in 128 quando lo stabile ha l'agibilità solo per 60 persone»
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
FERROVIA CANAVESANA - Ritardi e disservizi: anche i sindaci sul piede di guerra
Visto che le segnalazioni di ritardi, guasti e carrozze al freddo sono ormai all'ordine del giorno da almeno quattro mesi, la politica locale ha deciso di darsi una mossa
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
PROFUGHI IN CANAVESE - I Comuni scrivono al prefetto: «Noi abbiamo già fatto la nostra parte: stop agli arrivi»
La scorsa settimana sindaci e amministratori hanno dato mandato al Ciss38, il consorzio dei servizi socio assistenziali, di scrivere al prefetto sulla questione migranti. «Abbiamo già soddisfatto i parametri previsti per l'accoglienza»
CUORGNE' - Cavalot stronca la giunta Pezzetto: «Non fate nulla»
CUORGNE
Sul ricorso al lodo Asa, invece, per la prima volta anche l'ex sindaco si è trovato (stranamente) d'accordo con l'amministrazione
CASTELLAMONTE - L'ex ospedale non chiude: diventa Casa della Salute
CASTELLAMONTE - L
La struttura della città della ceramica ospiterà anche il centro diurno per l’autismo adulto dedicato a tutto il territorio del Canavese
CUORGNE' - Il Comune aderisce a M'illumino di meno
CUORGNE
I ragazzi di Caterpillar, nota trasmissione di Radio 2, anche quest'anno hanno lanciato la celebre campagna radiofonica, giunta al suo tredicesimo anno
CUORGNE' - Mai dire... consiglio: tra tosse e capitomboli
CUORGNE
Ancora un consiglio soporifero a Cuorgnè che si è scaldato solo in termini strettamente sanitari...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore