VALPERGA - Bagarre in consiglio su molteplici «conflitti d'interesse»

| Opposizione all'attacco del sindaco e della maggioranza. Preannunciati diversi ricorsi in procura per gli atti della giunta comunale

+ Miei preferiti
VALPERGA - Bagarre in consiglio su molteplici «conflitti dinteresse»
Conflitti d'interesse (presunti) come se piovesse a Valperga, secondo l'interpretazione di alcuni provvedimenti della maggioranza ampiamente contestati, ieri sera in consiglio comunale, dall'ex sindaco Davide Brunasso e dal consigliere d'opposizione Giuliano Arimondo. Bagarre in aula e conseguente sospensione del consiglio per cinque minuti dopo la lettura di un'interpellanza, da parte di Brunasso, relativa all'incarico esterno affidato dal Comune a un professionista di Biella per il supporto al settore finanziario. 
 
Brunasso ha letto i dialoghi estrapolati da una registrazione audio (consegnata alla minoranza, a quanto pare, da un anonimo cittadino) che riporta frasi non proprio di apprezzamento nei confronti del professionista incaricato dal Comune espresse da un membro della giunta comunale. Situazione aggravata, secondo l'opposizione, dal fatto che il Comune avrebbe nella pianta organica un dipendente in grado di svolgere le stesse mansioni, «ma questo dipendente è stato escluso perchè conoscente del consigliere di minoranza Arimondo». Apriti cielo. Tra accuse al vetriolo e toni non certo pacati, il sindaco Gabriele Francisca ha sospeso la seduta, pur assicurando che «sarà valutato quello che è successo». I consiglieri di minoranza porteranno tutti gli atti in procura (registrazione audio compresa).
 
La serata, a dirla tutta, si era già scaldata in precedenza quando la maggioranza ha approvato il passaggio da privata a pubblica della strada che porta all'abitazione dell'attuale sindaco (che, ovviamente, non ha partecipato alla discussione). Anche in questo caso, i consiglieri di opposizione hanno preannunciato un ricorso agli organi competenti per verificare la correttezza del provvedimento. «Non hanno firmato la richiesta nemmeno tutti i residenti della zona - ha specificato Brunasso - questo è un regalo al sindaco». 
Dove è successo
Politica
REFERENDUM - Anche il Canavese volta le spalle a Renzi: il No sfiora il 60% - TUTTI I DATI COMUNE PER COMUNE
REFERENDUM - Anche il Canavese volta le spalle a Renzi: il No sfiora il 60% - TUTTI I DATI COMUNE PER COMUNE
Netta affermazione del NO al referendum costituzionale che ha sancito la bocciatura del governo Renzi e le relative dimissioni del primo ministro. I dati del Canavese confermano l'andamento nazionale
REFERENDUM - Affluenza da record anche in Canavese: oltre il 70% dei cittadini sono andati a votare
REFERENDUM - Affluenza da record anche in Canavese: oltre il 70% dei cittadini sono andati a votare
Le affluenze definitive in Canavese confermano una grande partecipazione al voto da parte dell'elettorato. Persino superiore alle affluenze registrate a livello nazionale
REFERENDUM - Urne aperte fino alle 23: affluenza in aumento oltre il 20% anche in Canavese - TUTTI I DATI
REFERENDUM - Urne aperte fino alle 23: affluenza in aumento oltre il 20% anche in Canavese - TUTTI I DATI
Si attesta oltre il 23% la percentuale d'affluenza nei Comuni del Canavese, superiore a quella del resto della provincia di Torino. A livello nazionale, alle 12, aveva votato il 20,1% degli aventi diritto. Non c'è bisogno del quorum
REFERENDUM - Urne chiuse: i primi sondaggi confermano il successo del NO
REFERENDUM - Urne chiuse: i primi sondaggi confermano il successo del NO
Secondo i primi SONDAGGI diffusi da Repubblica questi i risultati delle urne SI - 42-46% NO - 54-58%
CASTELLAMONTE - «Sulle telecamere Maddio si deve dimettere»
CASTELLAMONTE - «Sulle telecamere Maddio si deve dimettere»
Appalto illegale: «Il vicesindaco lo chiami a coppe e lui risponde a bastoni. Questa volta però ha superato il limite...»
MONTAGNA - Posta solo a giorni alterni: la rabbia dell'Uncem
MONTAGNA - Posta solo a giorni alterni: la rabbia dell
L'associazione segnala il caso all'AgCom, ai competenti Ministeri, ai parlamentari dei territori e alla Regione Piemonte
CANAVESANA - La Regione assicura: «La ferrovia non chiude: chiesti i fondi per elettrificare la Rivarolo-Pont»
CANAVESANA - La Regione assicura: «La ferrovia non chiude: chiesti i fondi per elettrificare la Rivarolo-Pont»
La Regione ha chiesto al governo 5,8 milioni di euro per procedere all'elettrificazione della tratta Rivarolo-Pont. Altri otto milioni di euro, invece, sono stati richiesti per la messa in sicurezza del tratto Rivarolo-Settimo
RIVAROLO - Il sindaco Alberto Rostagno rinuncia allo stipendio
RIVAROLO - Il sindaco Alberto Rostagno rinuncia allo stipendio
Vice e assessori, invece, incasseranno rispettivamente 1430 e 1150 euro (lordi). Il Comune risparmia così più di 16 mila euro
RIVAROLO - L'Ascom chiede più collaborazione al Comune
RIVAROLO - L
«Rivarolo non è una città turistica - ha detto il presidente Ascom, Stefania Bruno - se spegniamo le vetrine, spegniamo la città»
IVREA - Arriva il via libera all'elettrificazione della ferrovia per la Valle d'Aosta
IVREA - Arriva il via libera all
Ora viene il difficile: trovare i soldi per i lavori. Rfi ha fatto sapere che si viaggia attorno a una stima di 85 milioni di euro per completare l'elettrificazione. La decisione della Valle d'Aosta avrà un peso enorme per le risorse
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore