VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati all'acquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO

| Lavoratori, sindacati e amministratori locali hanno manifestato a Volpiano per sostenere la delicata partita della Comital, l'azienda leader nella produzione di laminato in alluminio che la proprietà francese ha deciso di chiudere

+ Miei preferiti
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO
In marcia dal municipio ai cancelli dell'azienda. Per ribadire che la battaglia per il posto di lavoro deve continuare e l'attenzione rimanere alta sul futuro dell'azienda. Lavoratori, sindacati e amministratori locali, questa sera, hanno manifestato a Volpiano per sostenere la delicata partita della Comital, l'azienda leader nella produzione di laminato in alluminio che la proprietà francese ha deciso di chiudere da un giorno all'altro, annunciando 138 licenziamenti. La marcia è stata organizzata da Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm. Segue di due settimane la manifestazione che ha coinvolto la politica locale, dalla Regione Piemonte fino a tutti i sindaci della zona. Il territorio è unito, come ha dimostrato anche la manifestazione di questa sera.
 
Anche perché, come ha detto l'assessore regionale al lavoro Gianna Pentenero, «la prospettiva ora è quella di un'acquisizione da parte di compratori che si sono manifestati, anche se sono tutte espressioni che non hanno al momento nessun elemento di concretezza. La Giunta ha chiesto di poter conoscere questi potenziali compratori, che possono essere italiani o stranieri, perché non sembrano esserci altre vie d'uscita, visto che siamo di fronte ad un imprenditore che ha deciso di chiudere la sua attività in Piemonte».
 
L'ultima speranza è proprio quella della cessione dello stabilimento che potrebbe concretizzarsi dopo le visite di due gruppi industriali interessati a comprare l'attività. Visite programmate per lunedì 18 e martedì 19 settembre. Un gruppo cinese e una cordata italo-svizzera. Il Comune di Volpiano ha avuto contatti anche con un altro gruppo finanziario-immobiliare. Ovviamente l'attuale proprietà deve essere intenzionata a vendere altrimenti le trattative finiranno prima ancora di iniziare. «La Regione - ha proseguito la Pentenero - si è resa disponibile a mettere in campo tutti gli strumenti idonei a sostenere Comital e trovare alternative ai licenziamenti, esplorando ogni possibile soluzione per arrivare a una risoluzione positiva della vicenda».
Galleria fotografica
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 1
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 2
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 3
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 4
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 5
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 6
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 7
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 8
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 9
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 10
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 11
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 12
VOLPIANO - In marcia per salvare la Comital: tre gruppi interessati allacquisto. Ma la proprietà nicchia - FOTO - immagine 13
Dove è successo
Politica
VESTIGNE' - La Lega Nord Canavese festeggia il Natale con Molinari
VESTIGNE
Sarà ospite in Canavese il segretario nazionale della Lega Nord Piemont, Riccardo Molinari
SANITA' - Il 26 gennaio apre la nuova ala dell'ospedale di Chivasso
SANITA
La conferma è arrivata al termine di un incontro con l'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
OGLIANICO-RIVAROLO - Dal Ministero arriva quasi un milione di euro
Servirà per completare lo scolmatore dal rio Levesa al Gallenca a salvaguardia dei centri di Salassa, Oglianico e Rivarolo
SANITA' - L'Asl risponde al sindacato dopo l'esposto in procura: «Negli ultimi tre anni personale aumentato»
SANITA
Dopo l'esposto in procura presentato dal Nursind, l'Asl To4 risponde alle sollecitazioni del sindacato sulla carenza di personale al pronto soccorso in vista anche dell'iperafflusso nei reparti d'urgenza di tutto il Canavese
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
PONT CANAVESE - Una lettera sul nuovo polo scolastico
«Pont è un microcosmo che può offrire tutti quegli spunti d'osservazione che riconducono agli stilemi amministrativi e politici della nostra penisola»
CUORGNE' - Parcheggi a pagamento: ecco dove, come e quando
CUORGNE
Per la prima volta la città delle due torri sperimenterà la zona blu in centro. Subito polemiche da parte dei cuorgnatesi
LEINI - Si dimette l'assessore al bilancio del Comune, Marco D'Acri
LEINI - Si dimette l
Motivi professionali alla base della decisione: «Non sono più in grado di garantire quella presenza che la carica impone»
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della città
CASTELLAMONTE - Lavori in corso in diversi punti della città
Nei giorni scorsi, a Castellamonte, sono partiti alcuni lavori di manutenzione richiesti da parecchio tempo al Comune
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
IVREA - Imprenditori a lezione in Confindustria
Parte un percorso formativo organizzato per aiutare le aziende a superare sfide e barriere nei mercati internazionali
CUORGNE' - Chiude (ancora una volta) il bocciodromo di via Braggio: diventerà una palestra?
CUORGNE
L'impianto sportivo, entro la fine dell'anno, perderà il gestore e rimarrà, ancora una volta, una cattedrale nel deserto. La posa del primo mattone risale al 1990. Poi uno stop di 23 anni. Le bocce, però, evidentemente «non tirano»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore