ANIMALI - Gli agenti della Città metropolitana di Torino salvano un cardellino

| Le perquisizioni effettuate da personale della Città Metropolitana hanno inoltre consentito di sequestrare numerosi mezzi di cattura illeciti e di far emergere un giro di ricettazione che coinvolgeva anche le province Biella e Cuneo

+ Miei preferiti
ANIMALI - Gli agenti della Città metropolitana di Torino salvano un cardellino
A conferma della validità delle azioni intraprese negli ultimi anni in tema di vigilanza e tutela della natura, gli agenti del Servizio Aree protette della Città Metropolitana di Torino sono nuovamente intervenuti per restituire la libertà ad alcuni piccoli volatili detenuti illegalmente. L’ultimo in ordine di tempo è stato un Cardellino (“Carduelis carduelis” il nome scientifico), passeriforme appartenente alla famiglia dei Fringillidi. ll ritrovamento e la liberazione dell’uccellino ha consentito di scoprire un sistema di operazioni ed iniziative illegali molto ampio.
 
L’uccellagione, cioè la pratica di catturare con reti e trappole gli uccelli selvatici, pur essendo vietata su tutto il territorio nazionale dal 1992 non è affatto diminuita, come dimostrano le numerose attività di polizia giudiziaria condotte dagli agenti della Città Metropolitana, anche a supporto dei Carabinieri Forestali. Sono oltre 150 gli uccelli recuperati e liberati negli ultimi anni nel territorio della Città Metropolitana di Torino. Si tratta di cardellini, fringuelli, lucherini, verdoni, frosoni, ciuffolotti, peppole e zigoli muciatti. Alcuni esemplari appartengono a specie minacciate di estinzione e per questo motivo protette da convenzioni internazionali.
 
Le perquisizioni effettuate da personale della Città Metropolitana hanno inoltre consentito di sequestrare numerosi mezzi di cattura illeciti e di far emergere un giro di ricettazione che coinvolgeva anche le province Biella e Cuneo. I reati contestati sono, oltre all’uccellagione, l’esercizio non autorizzato di allevamento di fauna selvatica a scopo ornamentale e amatoriale, la detenzione di mezzi di cattura espressamente vietati, la contraffazione degli anelli inamovibili da applicare ai pulli entro il quindicesimo giorno di nascita e il furto ai danni dello Stato, essendo la fauna selvatica suo patrimonio indisponibile.
 
Elisa Pirro, Consigliera metropolitana delegata all’ambiente, alla vigilanza ambientale e alla tutela della fana e della flora, sottolinea che “tutte le denunce di reato inoltrate alla Procura della Repubblica si sono concluse con un patteggiamento o una condanna, a riprova dell’ottimo lavoro investigativo condotto dai nostri agenti”.
QCuccioli
CALUSO - Cani abbandonati a Rivarolo Canavese: si cerca una famiglia
CALUSO - Cani abbandonati a Rivarolo Canavese: si cerca una famiglia
Per informazioni contattare il numero 011-9833230 (lasciate un messaggio in segreteria in caso di mancara risposta) oppure andate a trovarli il mercoledì, sabato e domenica pomeriggio dalle 14 alle 18.30
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina scappa dall'incidente: la piccola Neve ritrovata dopo quasi un mese
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina scappa dall
Ieri, dopo una segnalazione, diversi volontari che in queste settimane hanno cercato in tutti i modi di trovare la cagnolina, si sono recati in massa alla Falchera, ritrovando la piccola Neve e riportandola ai proprietari
CASELLE - Tre cuccioli ad un passo dalla morte intrappolati in un tubo
CASELLE - Tre cuccioli ad un passo dalla morte intrappolati in un tubo
Impresa dei vigili del fuoco che, dopo ore di lavoro, sono riusciti a salvarli bucando l'asfalto vicino alla condotta dell'acqua
RIVAROLO CANAVESE - «Aiutateci a ritrovare Macchia»
RIVAROLO CANAVESE - «Aiutateci a ritrovare Macchia»
«Non è mai stato fuori casa, sarà spaventato e per questo vi preghiamo di controllare nei giardini, cortili, garage, cantine o altri possibili rifugi». Info e segnalazioni al numero 349.6646793
ALICE SUPERIORE - 79enne condannato per maltrattamenti sugli animali
ALICE SUPERIORE - 79enne condannato per maltrattamenti sugli animali
L'uomo, secondo quanto è stato ricostruito in tribunale a Ivrea, allevava cinghiali, in un terreno di sua proprietà, per permettere ai cacciatori della zona di allenare i cani
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina si salva ma scompare: appello per ritrovare Neve
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina si salva ma scompare: appello per ritrovare Neve
La sua proprietaria è in ospedale e ha bisogno di lei. Il loro legame è fortissimo, per Marina è una figlia e non averla con sé le sta spezzando il cuore. Segnalazioni ai numeri 349-4778658 e 335-1009618
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO
Le foto delle volpi, postate subito dopo l'epifania su diversi gruppi Facebook, hanno fatto immediatamente il giro dei social network, provocando una inevitabile ondata di rabbia e disappunto. Gli autori rischiano fino a 4 anni di carcere
FAVRIA - Appello per ritrovare Mojito
FAVRIA - Appello per ritrovare Mojito
Non si è mai allontanato da casa, probabilmente spaventato dal vento si è nascosto da qualche parte ed è rimasto intrappolato
SETTIMO VITTONE - Investito da un'auto, ora Bianchino cerca una famiglia - FOTO
SETTIMO VITTONE - Investito da un
La persona che lo ha investito per fortuna andava piano e lo ha prontamente soccorso, allertando immediatamente le forze dell'ordine e i volontari del canile di Caluso
OZEGNA - Appello per ritrovare Bobo
OZEGNA - Appello per ritrovare Bobo
E' un Boxer di sei anni, molto vivace. E' scappato e probabilmente si trova a Ozegna e dintorni. Per avvistamenti contattare il numero 3487554443 oppure 3471299614
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore