BOTTI DI CAPODANNO - Legambiente invita a rispettare le ordinanze per salvare gli animali

| In diversi comuni della regione gli spettacoli pirotecnici sono stati sostituiti da spettacoli piromusicali in cui le luci, anziché i botti, sono accompagnate da musica

+ Miei preferiti
BOTTI DI CAPODANNO - Legambiente invita a rispettare le ordinanze per salvare gli animali
Sono sempre di più i Comuni in Piemonte che regolamentano l’uso di botti a Capodanno. Secondo un’idagine condotta da Legambiente sulle 85 città piemontesi con più di 8 mila abitanti sono 49 i Comuni -tra cui tutti gli 8 capoluoghi- in cui i botti sono vietati quest’anno da specifiche ordinanze o regolamenti, mentre sono 23 quelli in cui non sono stati emanati divieti e 13 le amministrazioni che non hanno risposto all’indagine dell’associazione ambientalista. Moltissimi gli esempi in Canavese, come Ivrea, Cuorgnè e Rivarolo.
 
“In questi anni sono stati fatti importanti passi avanti da parte delle amministrazioni e si è raggiunta anche una buona consapevolezza da parte della cittadinanza sul pericolo che i botti di Capodanno costituiscono non solo per i nostri amici animali ma anche per l’incolumità delle persone, per il rischio di incendi boschivi in una stagione particolarmente secca e per l’incremento dei livelli di inquinamento atmosferico e acustico -dichiara Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta-. In diversi comuni della regione gli spettacoli pirotecnici sono stati sostituiti da spettacoli piromusicali in cui le luci, anziché i botti, sono accompagnate da musica. Un modo più rispettoso, economico e piacevole in cui festeggiare l’anno nuovo. Speriamo che queste buone pratiche possano diffondersi ulteriormente e che, anche grazie alla sensibilità della popolazione, le ordinanze vengano rispettate”.
 
L’associazione ricorda come Torino sia stato uno dei primi grandi comuni italiani a vietare l'utilizzo dei botti, dei petardi e dei fuochi d'artificio in genere, con una norma introdotta nel 2011 nel proprio Regolamento N.320 per la tutela ed il benessere degli animali in città. Un provvedimento che ha fatto scuola e che negli ultimi anni è stato adottato in tanti altri comuni della regione e del resto del Paese, ma che necessariamente deve essere accompagnato da un’incisiva azione d’informazione, prevenzione e, dove necessario, anche di repressione del fenomeno, perché le norme non rimangano pezzi di carta che in troppi ignorano o non rispettano.
QCuccioli
CALUSO - Cani abbandonati a Rivarolo Canavese: si cerca una famiglia
CALUSO - Cani abbandonati a Rivarolo Canavese: si cerca una famiglia
Per informazioni contattare il numero 011-9833230 (lasciate un messaggio in segreteria in caso di mancara risposta) oppure andate a trovarli il mercoledì, sabato e domenica pomeriggio dalle 14 alle 18.30
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina scappa dall'incidente: la piccola Neve ritrovata dopo quasi un mese
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina scappa dall
Ieri, dopo una segnalazione, diversi volontari che in queste settimane hanno cercato in tutti i modi di trovare la cagnolina, si sono recati in massa alla Falchera, ritrovando la piccola Neve e riportandola ai proprietari
CASELLE - Tre cuccioli ad un passo dalla morte intrappolati in un tubo
CASELLE - Tre cuccioli ad un passo dalla morte intrappolati in un tubo
Impresa dei vigili del fuoco che, dopo ore di lavoro, sono riusciti a salvarli bucando l'asfalto vicino alla condotta dell'acqua
RIVAROLO CANAVESE - «Aiutateci a ritrovare Macchia»
RIVAROLO CANAVESE - «Aiutateci a ritrovare Macchia»
«Non è mai stato fuori casa, sarà spaventato e per questo vi preghiamo di controllare nei giardini, cortili, garage, cantine o altri possibili rifugi». Info e segnalazioni al numero 349.6646793
ALICE SUPERIORE - 79enne condannato per maltrattamenti sugli animali
ALICE SUPERIORE - 79enne condannato per maltrattamenti sugli animali
L'uomo, secondo quanto è stato ricostruito in tribunale a Ivrea, allevava cinghiali, in un terreno di sua proprietà, per permettere ai cacciatori della zona di allenare i cani
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina si salva ma scompare: appello per ritrovare Neve
INCIDENTE STRADALE - La cagnolina si salva ma scompare: appello per ritrovare Neve
La sua proprietaria è in ospedale e ha bisogno di lei. Il loro legame è fortissimo, per Marina è una figlia e non averla con sé le sta spezzando il cuore. Segnalazioni ai numeri 349-4778658 e 335-1009618
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO
Le foto delle volpi, postate subito dopo l'epifania su diversi gruppi Facebook, hanno fatto immediatamente il giro dei social network, provocando una inevitabile ondata di rabbia e disappunto. Gli autori rischiano fino a 4 anni di carcere
FAVRIA - Appello per ritrovare Mojito
FAVRIA - Appello per ritrovare Mojito
Non si è mai allontanato da casa, probabilmente spaventato dal vento si è nascosto da qualche parte ed è rimasto intrappolato
SETTIMO VITTONE - Investito da un'auto, ora Bianchino cerca una famiglia - FOTO
SETTIMO VITTONE - Investito da un
La persona che lo ha investito per fortuna andava piano e lo ha prontamente soccorso, allertando immediatamente le forze dell'ordine e i volontari del canile di Caluso
OZEGNA - Appello per ritrovare Bobo
OZEGNA - Appello per ritrovare Bobo
E' un Boxer di sei anni, molto vivace. E' scappato e probabilmente si trova a Ozegna e dintorni. Per avvistamenti contattare il numero 3487554443 oppure 3471299614
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore