CANAVESE - Allarme cinghiali: la Coldiretti chiede «un piano per la gestione»

| Negli ultimi sei anni in tutto il Piemonte ci sono stati 7000 incidenti stradali con il coinvolgimento di selvatici, tra cui cinghiali nel 40,8% dei casi

+ Miei preferiti
CANAVESE - Allarme cinghiali: la Coldiretti chiede «un piano per la gestione»
«L’incontrollata proliferazione dei cinghiali, che in Italia hanno superato quota un milione, è alla base dell’escalation sia dei danni alle coltivazioni sia degli incidenti stradali». Questo afferma Fabrizio Galliati, presidente Coldiretti Torino dopo i recenti incidenti stradali.

«Negli ultimi dieci anni - aggiunge Fabrizio Galliati - il numero dei cinghiali presenti in Italia è praticamente raddoppiato. Il proliferare dei selvatici mette a rischio la sicurezza nelle aree rurali e urbane. Infatti i selvatici sono presenti non solo nei campi coltivati, ma anche nei centri abitati, strade e autostrade, con grave pericolo per le cose e le persone. Gli animali selvatici distruggono i raccolti agricoli e causano incidenti stradali per un totale di danni in tutta Italia, stimato dalla Coldiretti in quasi 100 milioni di euro all’anno». Fabrizio Galliati fornisce alcuni dati locali: «L’entità dei danni all’agricoltura liquidati dalla Provincia di Torino e dalla Città Metropolitana dal 2008 al 2016, nelle sole aree in cui la caccia è preclusa, assomma a 3.874.637 euro, mentre sul territorio adibito alla caccia programmata sono stati liquidati complessivamente 2.969.909 euro. La somma dei soli risarcimenti erogati dalla pubblica amministrazione nel periodo 2002-2016 per i danni alle coltivazioni site nei parchi della Città Metropolitana assomma a oltre 6milioni di euro». Fabrizio Galliati chiude così: «Come riconosce anche il ministro delle Politiche agricole alimentari forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, un piano per la gestione della questione cinghiali è necessario e non più rinviabile».

Michele Mellano, direttore di Coldiretti Torino, informa: «Negli ultimi sei anni in tutto il Piemonte ci sono stati 7000 incidenti stradali, documentati dalle forze dell’ordine, con il coinvolgimento di selvatici, tra cui cinghiali nel 40,8 per cento dei casi. Sulle strade della provincia di Torino gli incidenti che vedono coinvolti cinghiali sono oltre 200 l’anno». Michele Mellano chiude con un appello: «A fine anno la Giunta regionale del Piemonte ha approvato una delibera che stabilisce le indicazioni operative per l’approvazione e l’esecuzione dei piani di contenimento numerico del cinghiale nei casi in cui non esistano metodi ecologici efficaci o perseguibili per tenerne sotto controllo la proliferazione. Un provvedimento che chiarisce per  le Province e Città metropolitana gli strumenti che hanno a disposizione per il controllo dei selvatici. Riteniamo importante anche la collaborazione con l’Istituto zooprofilattico, necessario per definire misure di prevenzione e controllo dei selvatici. Ora ci aspettiamo che la Città metropolitana di Torino, con urgenza, si attivi per rendere operative tali misure, aggiornando le attività di controllo del cinghiale, compresi gli interventi diretti dei proprietari o conduttori dei fondi».

QCuccioli
IVREA - Chiude tre gatti in una stanza senza cibo: condannata
IVREA - Chiude tre gatti in una stanza senza cibo: condannata
L'intervento dei volontari della Lida e dei carabinieri aveva confermatol'ambiente malsano in cui vivevano i tre gatti
OGLIANICO - Il corso per Dog Sitter aiuta il rifugio «La Quercia Rossa»
OGLIANICO - Il corso per Dog Sitter aiuta il rifugio «La Quercia Rossa»
La quota sarà devoluta all'Associazione La Quercia Rossa, piccolo rifugio per la cura e la tutela di animali bisognosi
IVREA - L'associazione Eporedia animali ha ricevuto i fondi dal Comune per la gestione del gattile
IVREA - L
L'amministrazione ha stanziato 16.500 euro per gli anni passati. Fondamentale l'accordo tra l'associazione e altri Comuni per aiutare, curare e gestire le colonie feline
CASELLE - Due cani salvati in extremis: erano da venti giorni senza cibo - FOTO
CASELLE - Due cani salvati in extremis: erano da venti giorni senza cibo - FOTO
«Ora verranno nutriti e rimessi in sesto in canile. Poi speriamo di poter procedere ad una adozione», spiegano dall'Eipa
CASTELLAMONTE - Il sindaco invita a limitare i petardi la notte di Capodanno
CASTELLAMONTE - Il sindaco invita a limitare i petardi la notte di Capodanno
Niente ordinanza contro i botti di Capodanno a Castellamonte. Il sindaco Pasquale Mazza ha però lanciato un appello ai concittadini
CUORGNE' - Il sindaco invita a limitare i petardi la notte di Capodanno
CUORGNE
Per gli animali ma anche per una forma di rispetto nei confronti di quei cittadini che non apprezzano i botti, sono malati o anziani
PARCO GRAN PARADISO - Il Gipeto torna a nidificare per il quinto anno consecutivo
PARCO GRAN PARADISO - Il Gipeto torna a nidificare per il quinto anno consecutivo
Alcune specie sono particolarmente sensibili alla presenza umana. Proprio per questi motivi è stata istituita una zona di protezione in Valnontey
CANAVESE - Emergenza cinghiali: la Regione non ha fondi per aumentare le Guardie Venatorie
CANAVESE - Emergenza cinghiali: la Regione non ha fondi per aumentare le Guardie Venatorie
«Occorre ampliare il numero dei soggetti che possono intervenire – dice il consigliere regionale Leone – gli organici andrebbero aumentati ma ad oggi non abbiamo le risorse economiche»
BORGOFRANCO D'IVREA - Ladri senza cuore rubano anche la maialina domestica malata: appello per ritrovarla
BORGOFRANCO D
«Faceva la chemioterapia per cui non potrete neanche cibarvene. Vi prego riportacela a casa. Si offre ricompensa»
CASTELLAMONTE - Bocconi avvelenati uccidono due gatte: caccia all'idiota in frazione Campo
CASTELLAMONTE - Bocconi avvelenati uccidono due gatte: caccia all
A rendere nota l'azione del killer di mici è l'Associazione Le Vibrisse Onlus che gestisce il gattile rifugio di Rivarolo Canavese
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore