CANAVESE - Prendi un cane dal canile? Non paghi la bolletta dei rifiuti. L'idea (geniale) del Comune di Ozegna

| Grazie al nuovo regolamento, da oggi chi desidera prendersi un cane che si trova in un canile convenzionato con il Comune di Ozegna, non sarà più tenuto a pagare le spese dei rifiuti. «Così combattiamo concretamente il randagismo»

+ Miei preferiti
CANAVESE - Prendi un cane dal canile? Non paghi la bolletta dei rifiuti. Lidea (geniale) del Comune di Ozegna
L'idea è semplice quanto geniale. L'altra sera, in consiglio comunale a Ozegna, è stata approvata una delibera a favore dei cani senza famiglia. Con il nuovo regolamento, chi desidera prendersi in carico un cane del canile convenzionato con il Comune di Ozegna non sarà più tenuto a pagare le spese dei rifiuti. «Un modo intelligente per fare gli animalisti e gli ecologisti - spiega il sindaco Sergio Bartoli - i cittadini saranno esentati dal pagamento della Tari fino a quando il cane sarà in vita e sarà sufficiente dimostrare, nel tempo, la corretta custodia dell’animale (come per legge mediante microchip). Tale meccanismo permetterà ai cittadini di ottenere un notevole risparmio».

La custodia di ogni cucciolo in canile costa al Comune circa 800 euro annui: in questo modo verrebbero ridotti i costi drasticamente favorendo l’esenzione della bolletta per le famiglie che adotteranno un cane. «In ultimo, non per importanza, l’iniziativa rappresenta un’ottima occasione per donare una famiglia ai cani che si trovano in canile. Un sistema efficiente non solo dal punto di vista economico, ma anche volto a combattere il fenomeno del randagismo». Occhio ai furbetti però. Chi pensa di poter "sfruttare" un povero cagnetto abbandonato per risparmiare sulle spese avrà a che fare con un Comune attento e vigile. Meglio informarsi in Municipio e prendere visione del regolamento perchè sono previsti controlli a sorpresa mirati ad accertare le condizioni dei cani adottati.

Secondo il regolamento, i cani randagi catturati nel Comune di Ozegna potranno essere adottati esclusivamente da un soggetto in possesso di alcuni requisiti base. Ovvero: aver compiuto 18 anni; essere residente nel Comune di Ozegna; essere in regola con il pagamento delle imposte e/o tasse comunali; garantire l’adeguato trattamento, con impegno al mantenimento dell’animale in buone condizioni presso la propria residenza, in ambiente idoneo ad ospitarlo, in relazione alla taglia, alle esigenze proprie della razza, assicurando le previste vaccinazioni e cure veterinarie; non aver riportato condanne penali per maltrattamenti di animali; dare il consenso a far visionare il cane, anche senza preavviso, alle Forze di Polizia competenti per territorio allo scopo di accertare la corretta tenuta dell’animale.

L'esenzione dalla Tari scatta automaticamente dopo l'adozione. Il beneficio terminerà al presentarsi delle seguenti condizioni: decesso del cane; smarrimento del cane; maltrattamento o abbandono dell’animale; cessione del cane ad altro soggetto privato; rinuncia del cane adottato; trasferimento della residenza anagrafica dell’affidatario fuori dal territorio comunale di Ozegna. Il Comune si riserva di effettuare controlli sullo stato di salute del cane adottato, anche con personale specializzato, in qualunque momento lo ritenga opportuno e per tutta la durata dell’adozione, anche senza preavviso. Nel caso venisse accertato il maltrattamento o l’abbandono dell’animale, si provvederà ad inoltrare regolare denuncia ai sensi di legge ed a revocare tempestivamente l’adozione.

QCuccioli
RIVAROLO - Spuntano cartelli in centro contro i padroni dei cani
RIVAROLO - Spuntano cartelli in centro contro i padroni dei cani
Deiezioni canine ovunque: sui muri di alcune abitazioni sono comparsi nuovi cartelli per i proprietari che non raccolgono...
CASTELLAMONTE - Gattino trovato in frazione Filia recuperato dalla nostra redazione
CASTELLAMONTE - Gattino trovato in frazione Filia recuperato dalla nostra redazione
Affettuoso e affamato è stato messo al riparo. E' possibile che si sia smarrito girando tra le case della zona. Se qualcuno lo sta cercando o lo riconosce dalla foto può contattare la nostra redazione
IVREA - Troppi abbandoni, gattile pieno: «Non c'è più spazio»
IVREA - Troppi abbandoni, gattile pieno: «Non c
A dare l'allarme sono i volontari di «Eporedianimali» che gestiscono ormai da diversi anni il rifugio per gatti dell'eporediese
MONTALENGHE - Micino resta bloccato in una casa disabitata: salvato dai pompieri di Rivarolo
MONTALENGHE - Micino resta bloccato in una casa disabitata: salvato dai pompieri di Rivarolo
La sua brutta avventura si è conclusa positivamente venerdì scorso quando i vigili del fuoco di Rivarolo lo hanno recuperato e messo in salvo
PARCO GRAN PARADISO - Spicca il volo in diretta il piccolo gipeto Avrì - VIDEO
PARCO GRAN PARADISO - Spicca il volo in diretta il piccolo gipeto Avrì - VIDEO
Il nido è monitorato tramite una webcam, installata dai guardaparco nell'ambito di un progetto in collaborazione con Federparchi
CASTELLAMONTE - Gattina abbandonata in mezzo alla strada: salva per miracolo
CASTELLAMONTE - Gattina abbandonata in mezzo alla strada: salva per miracolo
E' successo nei giorni scorsi nella zona di via Piccoli, come riportato dall'associazione Le Vibrisse Onlus di Rivarolo Canavese
CERESOLE REALE - I cani Terranova nel lago per l'abilitazione al soccorso in acqua
CERESOLE REALE - I cani Terranova nel lago per l
Le prove si svolgeranno sabato 13 e domenica 14 luglio. Prima di esibirsi in acqua i «bagnini a quattro zampe» dovranno superare anche la condotta a terra
CUORGNE' - Il Comune lancia la campagna contro l'abbandono dei cani
CUORGNE
Inizia il periodo estivo e ritorna l'incubo dei nostri animali a quattro zampe. L'abbandono degli animali è una piaga prima culturale e poi sociale
VALPERGA - Cade nel canale, cinghiale salvato dai vigili del fuoco di Ivrea
VALPERGA - Cade nel canale, cinghiale salvato dai vigili del fuoco di Ivrea
Era stremato dopo aver passato diverse ore in acqua nel vano tentativo di uscire dal canale. In quel punto, infatti, il corso d'acqua è protetto sui lati da muri di cemento
CHIVASSO - Liberate anatre selvatiche e germani reali in una derivazione del Po - VIDEO
CHIVASSO - Liberate anatre selvatiche e germani reali in una derivazione del Po - VIDEO
Gli animali erano stato consegnati al Centro animali non convenzionali della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Torino
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore